Porsche aperta ad un possibile team satellite in Formula E

porsche 919 hybrid wec

Il Team Principal Porsche LMP1 Andreas Seidl svela che sono aperti al possibile team satellite per la stagione precedente l’entrata ufficiale nel FIA Formula E Championship nel 2019

di John Dagys

Foto: Porsche

14 ottobre 2017. Porsche ha rivelato che è aperto alla possibilità di una squadra satellite per la stagione precedente l’entrata ufficiale nel FIA Formula E Championship nel 2019.

Il produttore tedesco, che sposterà la sua attenzione dal FIA World Endurance Championship alla Formula E, ha iniziato a far crescere i suoi preparativi per la Stagione 6, con gli ingegneri Porsche che hanno trascorso tempo con il team Dragon Racing nei recenti test ufficiali di pre-stagione a Valencia.

Si crede che sia la premessa perchè alcuni ingegneri di Weissach partecipi anche alle gare e lavori a stretto contatto con il propria pilota di fabbrica Neel Jani nella squadra americana, al fine di acquisire esperienza di prima mano e rafforzare la capacità degli ingegneri Dragon Racing.

Secondo il Team Principal Porsche LMP1 Andreas Seidl, che è stato incaricato di dirigere gli sforzi del costruttore tedesco in Formula E, sono attualmente in discussione varie opzioni.

“Non direi sicuramente nessun no secco ad un ingresso nella Stagione cinque e la possibilità è aperta”, ha detto Siedl. “Il nostro team entrerà nella stagione sei. Eravamo lì (a Valencia) per dare un’occhiata in giro e ora dobbiamo fare il nostro analisi su come ci avvicineremo alla Formula E.

“Abbiamo usato il test come un’opportunità per avere un primo sguardo perché dobbiamo avere un’idea di quello che è la Formula E”.

“Una volta che la stagione WEC sia terminata, abbiamo bisogno di creare una struttura per questo nuovo progetto e per questo abbiamo bisogno di una buona idea di ciò che è la Formula E. È una cosa completamente nuova per noi, quindi abbiamo guardato in giro”.

“La cosa buona è che abbiamo tempo e per questo abbiamo deciso di entrare nella Stagione sei, per avere abbastanza tempo per sistemarci correttamente”.

Seidl ha indicato che nessun progetto con la squadra di Drago di proprietà di Jay Penske è ancora stato finalizzato.

“Stiamo guardando al momento che cosa ha senso per noi, ma è troppo presto per sapere che dobbiamo fare perchè prima dobbiamo avere una chiara idea di cosa è la Formula E, quando vogliamo iniziare in test, quali piloti impiegheremo, ma non c’è fretta”, ha detto.

“Abbiamo bisogno di maggiori conoscenze su quante persone ci vogliono a casa e per lo sviluppo e tutte le altre cose”.

“Perché alcune squadre sembrano piccole, ma insieme ai fornitori hanno molte persone e si utilizzano le risorse da qualche altra parte”.

“E’ su questo che dobbiamo lavorare.”

I piloti per la stagione sei, nel frattempo, saranno probabilmente provenienti dall’elenco esistente di quelli Porsche.

Neel Jani e Andre Lotterer si sono rispettivamente assicurati come piloti di Formula E con Dragon e Techeetah per la prossima stagione, ma Siedl ha sottolineato che non c’è alcuna garanzia assoluta di vedere entrambi nello schieramento Porsche.

“Certamente l’obiettivo è quello di utilizzare e proseguire la storia che abbiamo costruito con questi ragazzi nel prossimo programma”, ha detto. “Ma non è un dato di fatto”.

“Questo è il motivo per cui al momento non abbiamo fretta di parlare dei piloti. Cercheremo sempre di guardare in prima persona.”

no images were found

 

 

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.