Lanciata la prima flotta di autobus elettrici BYD a Mendoza, in Argentina

BYD eBus Mendoza

Nella provincia di Mendoza, in Argentina, il governo ha lanciato in una cerimonia 18 autobus elettrici che includono 12 unità BYD K9 che opereranno sulle linee principali della città.

Questi veicoli formano la prima flotta di autobus elettrici in Argentina, che segna una pietra miliare nell’elettrificazione dei trasporti pubblici nel paese sudamericano.

Il Governatore di Mendoza durante il suo intervento presso la struttura STM

La cerimonia era guidata dal Governatore Alfredo Cornejo, insieme al Segretario dei Servizi Pubblici, Natalio Mema e ai dirigenti della Società dei Trasporti di Mendoza (STM) che hanno presentato la nuova flotta di autobus elettrici che saranno aggiunti al sistema di trasporto pubblico .

Alla cerimonia erano presenti anche il Presidente della Società dei Trasporti di Mendoza (STM), Leopoldo Cairone; il ministro del governo, del lavoro e della giustizia, Lisandro Nieri; il Segretario per l’ambiente e la pianificazione territoriale, Humberto Mingorance; il proprietario dell’Emetur, Gabriela Testa; il sindaco di Godoy Cruz, Tadeo García Zalazar e il direttore generale di BYD Argentina, Audrey Li.

Il Governatore ha sottolineato che: – è un momento speciale per Mendoza, stiamo mitigando un problema ambientale, è qualcosa che abbiamo pianificato dal 2015. Stiamo facendo grandi progressi in città, con lavori che migliorano la qualità della vita nei dintorni di Mendoza  e oggi incorporiamo questi 18 veicoli, che sono la principale flotta del paese.

Gli autobus modello K9 da 12 metri sono dotati di pavimenti bassi, sistemi di riscaldamento e aria condizionata e tre porte di accesso laterali. Includono anche rampe automatiche e una funzione di inclinazione laterale per l’accesso dei passeggeri disabili, oltre a telecamere e coperture sulle porte per una maggiore sicurezza. Dotato di una capacità minima di 26 passeggeri seduti, anche loro sono dotati di spazio riservato per sedie a rotelle. Inoltre, sono dotati di motori elettrici collegati in parallelo a ciascuna ruota, utilizzando batterie al fosfato di ferro e frenate rigenerative che consentono di accumulare ulteriore energia nelle batterie.

Fonte: BYD

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.