Equipmake accoglie con favore le modifiche di ScotZEB per il retrofit di autobus elettrici

Equipmake accoglie con favore le modifiche di ScotZEB per il retrofit di autobus elettrici

Equipmake includerà premi finanziari per le aziende che rialimentano gli autobus con trasmissioni elettriche, dopo le modifiche allo Scottish Zero Emission Bus Challenge Fund.

Un programma del governo scozzese, ScotZEB è progettato per accelerare la transizione verso autobus a emissioni zero in Scozia e, a seguito del finanziamento della prima fase, che ha visto 62 milioni di sterline assegnati a nove operatori di autobus e autorità locali per 276 autobus e le relative infrastrutture di ricarica, ora entra nella sua seconda fase con più aziende e fornitori di tecnologia che diventano idonei.

Le aziende che offrono il repowering – in cui la trasmissione a benzina, diesel o ibrida di un autobus viene sostituita con una trasmissione completamente elettrica – possono ora presentare un’offerta per il sostegno finanziario. Con l’idoneità anche delle autorità locali e degli operatori di autobus di servizio pubblico, le modifiche ScotZEB appena annunciate indicano che saranno disponibili incentivi per ridurre il prezzo di acquisto di un autobus rimotorizzato, consentendo alle flotte di passare all’elettricità in modo rapido ed economico. ScotZEB Phase 2 aprirà le offerte nella primavera del 2023.

Equipmake accoglie con favore le modifiche di ScotZEB per il retrofit di autobus elettriciIl programma di tecnologia di rialimentazione di Equipmake prevede un’ispezione di ciascun bus per garantirne l’adattabilità al suo telaio elettrico modulare unico e scalabile. Una volta verificata l’idoneità, il processo stesso è rapido, con il completamento di un massimo di cinque repower a settimana, garantendo che un autobus funzionante sia tenuto fuori strada il più breve tempo possibile.

Ogni ricarica è adattata alle esigenze specifiche dell’operatore, con percorsi di servizio simulati per garantire che il livello di carica della batteria corretto sia selezionato per prestazioni ed efficienza ottimali e un’autonomia di guida garantita da 150 a 250 miglia realizzabili. Questo è più che sufficiente per un ciclo di lavoro completo, consentendo di ricaricare gli autobus durante la notte.

Oltre a portare benefici ambientali, il programma di ripotenziamento di Equipmake ha senso dal punto di vista dei costi, con ogni conversione che arriva a meno della metà del prezzo di un nuovo autobus elettrico. E con la maggior parte degli autobus che dovrebbe rimanere in servizio per 14 anni o oltre, gli operatori possono ancora ottenere notevoli efficienze riattivando un autobus a metà della sua vita lavorativa.

Fonte: Equipmake

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.