Il concept car Renault Scenic Vision

Il concept car Renault Scenic Vision

Renault ha presentato il concept car Scenic Vision, alimentato da un sistema di propulsione ibrido – elettrico e a idrogeno – unico nel suo genere.

In questo modo, Renault scrive un nuovo capitolo della sua storia con una concept car innovativa che dà vita alla visione del marchio per un futuro più verde, più sicuro e più inclusivo e per raggiungere la neutralità del carbonio in Europa entro il 2040 e nel mondo intero entro il 2050. In particolare, questo include Renault che punta a un’autonomia completamente elettrica entro il 2030.

Il concept car Renault Scenic VisionAll’esterno, la Scenic Vision mette in mostra le future auto familiari completamente elettriche di Renault. All’interno, invita i viaggiatori in un nuovo tempo, un futuro in cui la tecnologia e l’innovazione renderanno il mondo più sostenibile e più rispettoso dell’ambiente, con il 70% dei suoi materiali riciclati e il 95% riciclabile, contribuendo direttamente alla conservazione delle risorse. Essendo un ibrido, che utilizza sia l’energia elettrica che quella a idrogeno, richiede meno e più brevi soste. La sua impronta di carbonio, compresa la batteria, è molto più piccola, essendo il 75% inferiore a quella di un’auto elettrica convenzionale ed essendo un’auto a emissioni zero (in produzione e in uso).

Il design esterno offre un’anteprima di un modello completamente elettrico che sarà presentato nel 2024. Questo veicolo del segmento C progettato per i lunghi viaggi in famiglia sarà dotato di tutti i vantaggi della piattaforma CMF-EV e porterà il benessere a bordo a livelli più elevati.

Piacere elettrico facilitato dall’idrogeno

La concept car Renault Scenic Vision è alimentata da un motore di nuova generazione, una batteria più piccola e una cella a combustibile alimentata a idrogeno verde. Sta inaugurando la mobilità in un’era completamente nuova, che il Gruppo ritiene fattibile per il prossimo decennio.

Il concept car Renault Scenic VisionIl motore sincrono ad eccitazione elettrica da 160 kW di Renault Scenic Vision deriva direttamente dal motore della All-New Renault Mégane E-Tech Electric ed è prodotto nello stabilimento di Cléon. Non utilizza terre rare, il che aiuta a ridurre la sua impronta di carbonio e creare un ecosistema responsabile e sostenibile. La batteria da 40 kWh è riciclabile e sarà prodotta in Francia entro il 2024 presso la Renault ElectriCity Gigafactory. È più leggero, più piccolo e costa meno di una batteria per un veicolo elettrico simile. Ha anche una cella a combustibile da 15 kW per ricaricarla durante i lunghi viaggi e quindi estendere la sua autonomia. Nel 2030 e oltre, una volta che la rete di stazioni di idrogeno sarà sufficientemente ampia, sarà possibile percorrere fino a 800 km, con il serbatoio di idrogeno in grado di essere riempito in cinque minuti o meno.

La tecnologia ibrida elettrica e a idrogeno completa la gamma completamente elettrica, con il vantaggio di soste più brevi e una minore impronta di carbonio, rendendola perfetta per i lunghi viaggi. E, poiché funziona a idrogeno verde, l’auto si adatta perfettamente agli obiettivi del Gruppo Renault per la mobilità decarbonizzata.

Una piattaforma singolare e specifica per includere l’idrogeno

Renault Scenic Vision dispone di una piattaforma completamente nuova che è attualmente in fase di prototipazione presso i laboratori di innovazione del Gruppo Renault. La piattaforma è appositamente progettata per adattarsi a tutti i componenti: il motore elettrico, il motore a idrogeno, la batteria, la cella a combustibile e il serbatoio dell’idrogeno. Il motore è al posteriore, quindi c’è abbastanza spazio per il serbatoio dell’idrogeno da 2,5 kg nella parte anteriore; la cella a combustibile è sotto il pavimento, sul retro della piattaforma, dietro la batteria.

Tempi di percorrenza ottimali

Questo sistema di propulsione consente di guidare l’auto come un veicolo elettrico convenzionale, senza utilizzare la cella a combustibile, negli spostamenti quotidiani. Quando è necessario percorrere distanze maggiori, un pianificatore di percorso calcola la potenza che la cella a combustibile deve fornire per mantenere la batteria carica più a lungo, in modo che non sia necessario caricarla lungo il percorso.

Fonte: Renault

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.