Intervista a Russell O’Hagan (COO/Vice Team Principal) NIO 333 Formula E Team

Intervista a Russell O'Hagan (COO/Vice Team Principal) NIO 333 Formula E Team
Russell O'Hagan, COO/Deputy Team Principal NIO 333 FE, meets FIA President, Mohammed bin Sulayem, 2022 London E-Prix.

Lo scorso 28 settembre a Silverstone Park, Russell O’Hagan, COO/Vice Team Principal NIO 333 Formula E Team ha rilasciato un’interessante intervista in cui parla del team e della FE.

Qu: Il team ha completato un test Gen3 completo con la  NIO 333 ER9 in Italia e questa settimana è a Mallory Park: come sta andando?

Russell O’Hagan: Il recente test di Varano ha segnato la prima opportunità per noi di confrontarci con gli altri cinque produttori. È stato incredibilmente positivo e ha superato le nostre aspettative. Abbiamo sentito di avere una buona macchina sin dal primo test Gen3, ma avere una corsa comparativa ha contribuito a cementarlo. È una spinta per il team in quello che è essenzialmente lo sviluppo della nostra prima vettura completa come 333 Racing e una testimonianza di ciò che il nostro team ha ottenuto fino ad oggi. C’è ancora molta strada da fare prima della prima gara del Campionato del mondo di Formula E a gennaio 2023, ma è bello essere tranquillamente fiduciosi per la stagione a venire.

Qu: NIO 333 ha terminato la stagione 8 del Campionato del mondo di Formula E FIA con punti sul tabellone: ​​come si sente la squadra ora?

RoH: La stagione 8 e gli ultimi anni sono stati piuttosto difficili per la squadra mentre spingiamo per risalire la griglia. Il vecchio adagio che “il successo genera successo” è vero. Ciò non significa che vincere sia facile, tutt’altro, ma il successo porta slancio e fiducia che giocano un ruolo importante nel portare avanti una squadra in un settore così esigente come il motorsport. Quello che noi come squadra abbiamo dovuto costruire è la resilienza. La resilienza per lottare per il meglio quando ti metti a nudo in competizione può davvero ferire. Essere abbastanza forti da continuare a dare il massimo quando i risultati possono pungere a volte richiede coraggio e determinazione. Non posso ringraziare abbastanza la squadra per questo approccio. So che il duro lavoro inizierà a portare i suoi frutti, ma la forza richiesta per combattere in quel periodo intermedio è stata enorme. Dovrebbe renderci una forza da non sottovalutare col passare del tempo.

Vorrei anche ringraziare il team per il supporto che ci ha permesso di svilupparci e crescere come squadra e come azienda più rapidamente di quanto a volte sia comodo di recente. Abbiamo avuto degli obiettivi molto ambiziosi e iniziare a realizzarli in tempi brevi ha significato che dovevamo essere molto snelli. Siamo orgogliosi di essere efficienti, ma negli ultimi sei mesi abbiamo dovuto muoverci così velocemente che a volte è andato oltre. È stato necessario per cogliere le opportunità che ci sono arrivate, ma non è stato facile. Non vedo l’ora che inizi la nuova stagione e che avremo le risorse per consolidare quei progressi e investire nel mantenere la squadra forte e lo spirito combattivo che abbiamo creato. Abbiamo un fantastico gruppo di persone qui a 333 Racing.

Qu: Sergio Sette Camara è stato con NIO 333 per un paio di settimane, cosa speri che porti alla squadra?

RoH: In primo luogo, è fantastico dare il benvenuto a Sergio nella squadra. Siamo rimasti estremamente colpiti dalle sue esibizioni negli ultimi anni e siamo lieti che si unisca a noi. Sapevamo benissimo cosa avremmo ottenuto in termini di Sergio come pilota, ma per di più siamo rimasti davvero colpiti da lui a livello umano da quando è entrato a far parte di NIO 333. Ha un’incredibile passione, concentrazione e dedizione. Siamo molto orgogliosi di averlo a bordo e so che il suo ritmo, la sua energia e il suo entusiasmo saranno un grande vantaggio sulla strada da percorrere. Abbiamo grandi speranze per ciò che possiamo ottenere tutti insieme.

Qu: L’inizio dell’era Gen3 del Campionato del mondo di Formula E FIA è una tabula rasa per tutti: quali sono gli obiettivi del team per la S9?

RoH: Questa è una buona domanda. Sulla carta, e qualche tempo fa, puntavamo a finire tra i primi otto nel campionato a squadre. Seduti qui proprio ora, e visti i progressi che abbiamo visto, speriamo di più. Tuttavia, è più importante vedere la Stagione 9 come il primo passo di un piano quadriennale. Abbiamo l’obiettivo di diventare una delle prime tre squadre entro la stagione 12. Può sembrare ambizioso, ma è limitato solo dagli aspetti pratici e da quelli che abbiamo tracciato in ogni momento lungo il percorso. Raggiungere quel livello di successo richiede risorse, gestione, leadership, tempo e coerenza. Non ci sono scorciatoie, nessuna soluzione magica. Non sarà facile, ma è a portata di mano se riusciamo a mantenere la giusta concentrazione e direzione. La stagione 9 parla di acquisire fiducia. Mostrando prestazioni migliorate e mantenendo la fiducia mostrataci dai nostri partner ufficiali del team, oltre ad attrarre nuovi partner per unirsi al nostro viaggio in prima linea.

Qu: Qual è il prossimo passo in termini di preparazione Gen3 per NIO 333 nei prossimi mesi?

RoH: In breve, un ottimo affare! Siamo ancora nei dettagli dello sviluppo dell’auto, ma ora è un programma condensato. Tra circa 10 settimane dovremo caricare il nostro carico e avere due auto pronte per la gara dirette a Valencia per i test pre-stagionali. C’è molto da fare per farlo nel modo giusto. Dobbiamo spingere lo sviluppo del programma di test il più lontano possibile, costruire le due auto da corsa e fare tutti i nostri normali preparativi pre-stagionali relativi a attrezzature, processi, personale, logistica, ecc. È una grande impresa, ma siamo preparati e stiamo affrontando le sfide. A ruolo nel gennaio 2023 e Round 1 della nuova era delle corse completamente elettriche in Messico.

Fonte: NIO 333 Formula E Team

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.