Accordo FIA, Formula E e tutti i team sul risparmio sui costi per fronteggiare il coronavirus

Formula E

Tutti i team e i costruttori supportano all’unanimità le misure di riduzione dei costi per promuovere la stabilità finanziaria a lungo termine per il campionato nella pandemia globale di coronavirus.

I team accettano di ritardare il lancio dell’auto Gen2 EVO fino al 2021/22 dell’ABB FIA Formula E World Championship.

Queste modifiche alle normative tecniche ridurranno la metà dei costi di sviluppo per le prossime due stagioni con i produttori limitati a una sola omologazione per auto.

A seguito di un voto elettronico, il FIA World Motor Sport Council (WMSC) ha ratificato la decisione di prorogare il periodo di omologazione, con i produttori in grado di modificare i componenti del gruppo propulsore solo una volta nelle due stagioni successive.

I team possono presentare una nuova auto nella settima stagione, per un ciclo di due anni, oppure continuare a utilizzare la tecnologia esistente per la stagione successiva prima di omologare una nuova auto l’anno successivo per una sola stagione.

Dopo aver discusso con i produttori, le modifiche alle norme tecniche sono state apportate tenendo conto della stabilità finanziaria a lungo termine dei partecipanti al campionato.

La FIA e la Formula E hanno adottato un approccio flessibile e collaborativo per ridurre la spesa, che vedrà dimezzare i costi di sviluppo delle auto nelle prossime due stagioni.

Oltre a supportare le loro comunità immediate, la FIA e la Formula E si impegnano a trovare altri modi per combattere la crisi sanitaria globale e aiutare gli altri colpiti dalla diffusione del coronavirus.

Citazioni

Il presidente della FIA Jean Todt ha dichiarato:

In questi tempi difficili, l’adattamento delle strutture dei costi nel motorsport è una priorità per garantirne la sostenibilità. Ho incoraggiato le decisioni relative al campionato FIA di Formula E approvate dal World Motor Sport Council a questo proposito, che sono in linea con le discussioni attualmente in corso per le altre discipline della FIA.

Il fondatore e presidente della Formula E Alejandro Agag ha dichiarato:

Durante questi tempi difficili, abbiamo adottato un approccio flessibile. Non solo con la decisione rapida e ragionevole di sospendere temporaneamente la stagione, ma ora implementando misure di costo per ridurre i costi di sviluppo per i team. Abbiamo ascoltato il feedback dei team e dei produttori e abbiamo lavorato a stretto contatto con la FIA per respingere il lancio di Gen2 EVO e limitare i team a un’unica omologazione nei prossimi due anni. In questo modo abbiamo dimezzato i costi previsti per lo sviluppo delle auto. Questa è stata un’azione necessaria per contenere i costi, data la crisi sanitaria e l’ambiente economico.

Fonte: FIA Formula E Championship

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.