La nuova hypercar elettrica italiana è Estrema e anche Fulminea

La nuova hypercar elettrica italiana è Estrema e anche Fulminea

Automobili Estrema, la società fondata nel 2020 dall’imprenditore Gianfranco Pizzuto, ha recentemente presentato la sua hypercar elettrica Fulminea.

Estrema Fulminea è una nuova eccellenza del Made in Italy, Made in Modena e Made in Torino, pronta a entrare come un fulmine nel mondo delle hypercar.

Fulminea sarà la prima auto al mondo a utilizzare un innovativo pacco batteria “ibrido” che abbina innovative celle Li-ion con elettrolita allo stato solido e ultracondensatori raggiungendo 100 kWh di energia per alimentare i 4 motori elettrici della potenza complessiva di 1,5 MW (2.040 cv).

Ricerca, tecnologia all’avanguardia, soluzioni audaci e funzionali, estrema personalizzazione sono i leitmotiv che caratterizzano il lavoro svolto dal team di Automobili Estrema, la cui missione è creare un nuovo marchio automobilistico italiano per competere nel panorama mondiale delle supercar e hypercar elettriche.

Fulminea sarà equipaggiata con un pacco batteria prodotte da ABEE (Avesta Battery Energy Engineering) e di ultracondensatori, elementi che consentono il boost di energia necessaria per sfruttare al massimo la potenza dei 4 motori elettrici. Il pacco batterie è progettato e prodotto in collaborazione con IMECAR Elektronik. La potenza è distribuita alle ruote da 4 motori elettrici che permettono a Fulminea di accelerare da 0 a 320 km/h in meno di 10 secondi.

La nuova hypercar elettrica italiana è Estrema e anche FulmineaIl pacco batterie ha una capacità di 100 kWh con un’autonomia prevista – secondo il ciclo WLTP – di 520 km. Grazie all’utilizzo di celle allo stato solido di forma prismatica, la batteria ibrida può avvalersi della tecnologia “cell to pack” arrivando a toccare una densità energetica da record con ben 500 Wh/kg che equivalgono a 1.2 kWh/l, con un peso di batteria di soli 300 kg e un peso totale in ordine di marcia di 1.500 kg. Inoltre, grazie alla collaborazione con Electra Vehicle, il BMS (Battery Management System) è supportato da un software denominato “EVE-Ai” che ottimizza in maniera costante e attiva la richiesta di potenza tra i due sistemi energetici per massimizzare l’efficienza e le prestazioni della vettura personalizzando la strategia di controllo in base all’ambiente operativo, alle condizioni della batteria e allo stile di guida.

L’obiettivo di Automobili Estrema, osservatorio attento del mondo dell’elettrico nonché anticipatore di tecnologie innovative, è far diventare Fulminea il laboratorio tecnologico su ruote più veloce al mondo.

La nuova hypercar – prodotta a Modena, nella Motor Valley – arriverà sul mercato nella seconda metà del 2023.

Design: nuove frontiere di stile

La nuova hypercar elettrica italiana è Estrema e anche FulmineaFulminea si fa notare per il suo carattere unico e deciso: la silhouette è estremamente aerodinamica, filante e muscolosa. La superficie, morbida e fluida, rimanda alle auto classiche degli anni Sessanta e si combina perfettamente con le finiture in fibra di carbonio che le donano un aspetto più spigoloso e aggressivo tipico delle moderne auto da corsa. Nel frontale, il profilo a cuneo spinge verso terra e va in crescendo verso i parafanghi formando una morbida forma a goccia, il posteriore si interrompe in modo netto e affilato combinando vuoti e pieni di grande effetto visivo. Grande attenzione è stata data alle proporzioni e ai volumi, calibrando con massima precisione la disposizione della massa lungo tutta la struttura della vettura.

La vista laterale è dominata da linee e volumi che si incontrano a partire dal parafango anteriore fino ad arrivare a quello posteriore, incrociandosi a X al centro dalla struttura, riprendendo così la sagoma del fulmine, segno distintivo della Casa.

Fulminea si distingue per la sua indole sportiva e femminile: i parafanghi anteriori si allargano, vanno poi a restringersi all’indietro lungo l’abitacolo, per tornare ad allargarsi di nuovo sui parafanghi posteriori, in un gioco di forme perfettamente alternate, che ricorda la silhouette a clessidra, elegante, sinuosa e attraente di una donna o di uno strumento a corde.

La nuova hypercar elettrica italiana è Estrema e anche FulmineaLa leggerezza dei volumi è stata ispirata dalle creature più veloci del pianeta: il profilo del falco pellegrino per la sua coda lunga e sottile; la sagoma del ghepardo in corsa, non solo per la potenza dei suoi muscoli posteriori ma anche per l’ampiezza della cassa toracica, l’incavo dei fianchi, le zampe in allungamento, la sinuosità della coda in movimento e in perfetto equilibrio; il pesce vela per la forma forcuta e sottile della coda e la snellezza delle sue pinne verticali, ed infine l’iconica pinna dello squalo ripresa nel centro della parte posteriore.

Il design dell’abitacolo è studiato in modo da favorire la massima aerodinamicità permettendo al flusso d’aria di scorrere lungo tutto il profilo della vettura. Le porte, “a farfalla”, sono caratterizzate da un ampio angolo di apertura che facilita l’accesso e dallo sfiato dell’aria dalla forma a punta di freccia.

Lancio commerciale: previsto nel corso del terzo trimestre 2023

Di seguito i dati tecnici della vettura

Prezzo di vendita: 1.961.000 euro (tasse escluse)

Produzione iniziale: 61 unità

La nuova hypercar elettrica italiana è Estrema e anche FulmineaMotorizzazione:

  • Potenza – 1.5 MW (2,040 hp)
  • AWD – Torque Vectoring
  • Peso – 1,500 kg (3,300 lb)
  • 0 – 320 km/h (200 mph) < 10s
  • Capacità batteria > 100 kWh
  • HPC DC Carica 10% – 80% < 15 min
  • Autonomia (WLTP) < 520 km (325 mi)

Dimensioni Fulminea:

  • Lunghezza: 4.683 mm
  • Larghezza: 2.052 mm
  • Altezza: 1.148 mm

Principali equipaggiamenti:

Pneumatici Pirelli

Cerchi OZ Racing

Ecco l’intervista di Electric Motor News a Gianfranco Pizzuto in occasione della presentazione…

Estrema Fulminea… o estremamente Fulminea

Estrema Fulminea e l’asse Torino Modena

Da dove arriva il capitale per costruire Estrema Fulminea?

Il progetto della gigafactory sostenibile

Fonte: Automobili Estrema

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.