AEHRA, la nuova supercar elettrica italiana

AEHRA, la nuova supercar elettrica italiana

Lo scorso 8 novembre al Superstudio Più di Milano è stata presentata AEHRA, la supercar elettrica nata dalla startup globale dal cuore italiano.

L’obiettivo è quello di offrire un cambiamento radicale nella produzione di veicoli elettrici di alta gamma, quindi non solo una rivoluzione della mobilità elettrica, ma anche un nuovo modo di muoversi. Un concentrato di leggerezza e aerodinamica, innovazione e design, tecnologia e sostenibilità, bellezza e funzionalità.

AEHRA, la nuova supercar elettrica italianaNon presentiamo un’auto – afferma Hazim Nada, Ceo di AEHRA – bensì un nuovo paradigma diinnovazione, design, sostenibilità e tecnologia, che siamo sicuri rappresenterà un riferimento non solo per il settore dell’auto elettrica, ma per tutto il mondo dell’automotive di alta gamma. Da oggi entriamo in una nuova era dell’esperienza automobilistica, grazie al lavoro del nostro team, che ha saputo generare un prodotto che non è solo contemporaneo, ma futuristico.

L’obiettivo di AEHRA – aggiunge Sandro Andreotti AEHRA Co-founder and Chief Operating Officer  – è superare gli attuali limiti dell’auto elettrica, per realizzare una vettura capace di reinventare il mercato dell’auto elettrica di alta gamma, colmando nello scenario europeo l’assenza di un attore in grado di rappresentare il Vecchio continente nella mobilità elettrica di alta gamma.

AEHRA, la nuova supercar elettrica italianaUna vettura, il SUV di AEHRA, che supera i modelli tradizionali che contraddistinguono la categoria.

Dovremmo inventarci un nuovo acronimo – spiega Filippo Perini, AEHRA Chief Design Officer – perché non credo che la nostra vettura si possa definire semplicemente un SUV. Le dimensioni interne sono superiori, l’aspetto esterno è molto più aerodinamico, l’impronta a terra del veicolo è ridotta.

Riducendo gli sbalzi anteriori e posteriori e allungando il passo della vettura, abbiamo creato qualcosa di veramente unico. Sono convinto che le nostre soluzioni saranno dei trend che molti altri seguiranno.

Quello che ci contraddistingue è il coraggio di averle adottate ora.

L’auto è realizzata in materiali compositi, selezionati non solo per le loro capacità meccaniche, ma soprattutto per la loro leggerezza e il basso impatto di carbon footprint grazie all’impiego di materiali riciclabili fino a cinque cicli e alla possibilità di utilizzare compositi da riciclo. Il veicolo, con una monoscocca interamente in fibra di carbonio, ha un passo di tre metri (per garantire grande abitabilità) una lunghezza complessiva di cinque metri e una larghezza di due. Presenta quattro ruote sterzanti e un peso inferiore alle due tonnellate.

AEHRA, la nuova supercar elettrica italianaIl powertrain ad alta efficienza insieme a batterie di ultima generazione può permettere una percorrenza superiore agli 800 km, una soglia resa possibile anche dalle soluzioni aerodinamiche adottate, e il miglioramento del thermal management delle batterie, che assicurano maggiore autonomia. L’aerodinamica attiva, inoltre, permetterà una guida sportiva e allo stesso tempo sicura, garantendo una fruizione del veicolo in ogni circostanza, assicurando un’esperienza di viaggio piacevole e allo stesso tempo emozionante.

AEHRA – spiega Alessandro Serra AEHRA Head of Design – ha adottato una gestione aerodinamica unica al mondo su vetture EV, con elementi mobili all’anteriore e al posteriore, che offrono l’emozione e il gusto di una guida sportiva e allo stesso tempo una sicurezza, in termini di aderenza alla strada, senza precedenti nel settore dell’elettrico.

Abbiamo ridotto la complessità in altri elementi e aspetti della vettura – continua Filippo Perini – ma per quanto riguarda l’aerodinamica non ci siamo fatti sconti pur di ottenere innovazione. Abbiamo una vettura dal ‘sapore premium’, elegante, che saprà muoversi con grazia in ogni contesto, che accompagnerà i suoi passeggeri sia alla Prima della Scala che a un gran premio di Formula Uno. Oggi vediamo il risultato della contaminazione delle esperienze e delle passioni del nostro team, che ha realizzato un prodotto assolutamente futuristico.

Altre elementi innovativi sono le raffinate portiere a Elitra e gli specchietti “moto Gp”- così definiti per la loro somiglianza con quelli delle moto – che integrano delle fotocamere in luogo dei tradizionali specchietti retrovisori, e contribuiscono all’aerodinamica della vettura e alla riduzione del rumore. E ancora, i cerchi, i gruppi ottici, il frontale scolpito, la fiancata pulita, il posteriore, il tetto che confluisce in un alettone. Tutti elementi che sono stati concepiti per creare un nuovo paradigma nell’automotive di alta gamma.

Un “Manifesto di ecosostenibilità”

Siamo guidati dalla sostenibilità. La ritroviamo nei materiali, nella struttura, nell’estetica, nel design, nella produzione, ma soprattutto nei nostri valori. La vettura sarà totalmente in fibra di carbonio, e altri materiali compositi, a partire dalla scocca fino ad arrivare ai più piccoli dettagli, dimostrando come l’attenzione ai processi innovativi e sostenibili siano parte del nostro DNA – afferma Hazim Nada Ceo di AEHRA. Da fisico teorico con un dottorato in matematica, mi piace pensare alla nostra vettura come a un’equazione di sostenibilità e design, che stiamo scrivendo a più mani, utilizzando le tecnologie più innovative, i materiali più avanzati come le nuove tecniche di lavorazione del carbonio riciclato e nuove forme aerodinamiche. La nostra auto è davvero un manifesto di ecosostenibilità, che riscrive le regole del gioco, cambiando il gioco stesso. Una vettura che ci trasporta non solo in una nuova era dell’auto elettrica di alta gamma, ma che cambia lo stesso modo di muoversi.

Scheda tecnica

        AEHRA, la nuova supercar elettrica italiana 

Fonte: AEHRA

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.