Formula E. Mitch Evans fa il pieno a Roma e vince anche in Gara 2

Jean-Eric Vergne (FRA), DS Techeetah, DS E-Tense FE21 Jake Dennis (GBR), Avalanche Andretti, BMW iFE.21 Andre Lotterer (DEU), Tag Heuer Porsche, Porsche 99X Electric (Jean-Eric Vergne (FRA), DS Techeetah, DS E-Tense FE21 Jake Dennis (GBR), Avalanche

Mitch Evans vince anche gara 2 del Rome E-Prix di Formula E con la sua Jaguar TCS Racing, con Jean-Éric Vergne (DS Techeetah) e Robin Frijns (Envision Racing) a completare il podio.

Formula E. Mitch Evans fa il pieno a Roma e vince anche in Gara 2
Formula E 2021-2022: Rome ePrix I

Jean-Eric Vergne era partito dalla Pole, ma ha dovuto cedere il posto mentre il suo ex compagno di squadra e pilota del TAG Heuer Porsche Formula E Team André Lotterer superava Jake Dennis di Avalanche Andretti al secondo posto, ma in cima alla collina e alla curva 7, Dennis si riprendeva la posizione, riportando Lotterer al terzo posto.

A causa di una collisione tra Alex Sims di Mahindra Racing e Max Günther di Nissan e.dams, il pilota tedesco si è ritirato, terminando la sua gara dopo cinque minuti.

Nonostante avesse segnato il giro più veloce nelle qualifiche all’inizio della giornata, Jake Dennis ha iniziato a perdere terreno dopo che Lotterer ha attaccato alla curva 7, rivendicando il secondo posto. Poco dopo, il vincitore della gara di sabato Mitch Evans (Jaguar TCS Racing) è scivolato al terzo posto.

Formula E. Mitch Evans fa il pieno a Roma e vince anche in Gara 2
Jean-Eric Vergne (FRA), DS Techeetah, DS E-Tense FE21
(Jean-Eric Vergne

Infilandosi fianco a fianco alla curva 4, il leader della classifica e pilota ROKiT Venturi Racing Edoardo Mortara ha provato a superare Antonio Felix da Costa della DS Techeetah, con il pilota portoghese che ha chiuso la porta allo svizzero, danneggiando l’ala anteriore della sua vettura. Mortara ha poi tagliato il muro alla curva 19 ed è andato in salvo, ritirandosi dalla gara con un sospetto guasto all’albero di trasmissione.

Per l’eroe della gara di casa e pilota del Dragon Penske Autosport Antonio Giovinazzi, si è fermato in pista tra la curva 8 e la curva 9, dando spazio all’entrata in pista della Safety Car.

Con 24 minuti rimasti sul cronometro, la Safety Car è stata portata dentro e la corsa è ripartita. Il poleman Vergne ha guidato Evans per meno di un giro prima che l’opportunista Evans superasse alla curva 4 per prendere il comando.

Formula E. Mitch Evans fa il pieno a Roma e vince anche in Gara 2
Mitch Evans (NZL), Jaguar TCS Racing, Jaguar I-TYPE 5
(Mitch Evans

Dennis ha continuato a scivolare nell’ordine fino al settimo posto mentre la gara ha superato la boa di metà. In testa, Evans ha continuato davanti a Vergne, con Lotterer di Porsche al secondo e Robin Frijns di Envision al terzo.

Godendo del vantaggio della potenza extra acquisita attraverso la sua Attack Mode di otto minuti, Robin Frijns si è fatto strada nella classifica e ha portato il leader della corsa Evans su per la collina alla curva 7.

Pagando il prezzo per aver chiuso la porta in precedenza su Mortara, Da Costa ha ricevuto una penalità di cinque minuti mentre, di nuovo in attacco, Lotterer stava cercando di prendere il comando con la potenza extra guadagnata attraverso Attack Mode. Ora al secondo posto, il pilota tedesco era alle calcagna di Frijns che cercava disperatamente di mantenere il comando.

Con pochi secondi alla fine della sua Attack Mode, Lotterer ha fatto la sua mossa su Frijns per prendere il comando alla curva 4. Ora stabilendo il ritmo, il pilota tedesco si stava avvicinando alla sua prima vittoria nell’ABB FIA Formula E World Championship a 10 minuti dalla fine.

Formula E. Mitch Evans fa il pieno a Roma e vince anche in Gara 2
Formula E 2021-2022: Rome ePrix II

Dopo una breve Safety Car mentre l’auto Mahindra di Sims è stata recuperata dopo un testacoda alla curva 14, la corsa è ripresa, ora con 5’15 secondi di TAG Heuer aggiunto tempo per prolungare la gara.

Salvando la sua Attack Mode fino alla fine della gara, Evans ha preso la spinta a meno di otto minuti dalla fine. Con una potenza extra, Evans ha inseguito Lotterer, dando la caccia al pilota tedesco prima di prendere il comando sulla collina fino alla curva 7.

Con Evans primo, Vergne ha superato il suo ex compagno di squadra Lotterer, balzando al secondo posto, prima che Frijns facesse una mossa sul tedesco per farlo cadere dal podio e portarlo al quarto posto.

Con Nick Cassidy di Envision Racing nel muro in cima alla curva 7, la Safety Car ha fatto una breve apparizione prima di entrare per lasciare un ultimo scatto per il traguardo.

Con Evans davanti e Vergne alle spalle, il francese era all’attacco per riconquistare il vantaggio. Non riuscendo a raggiungere Evans, il pilota della Jaguar ha tagliato il traguardo vittorioso, ancora una volta, per la seconda volta nel double-header di Roma.

Subito dietro, Vergne è arrivato secondo con Frijns di Envision che è tornato sul podio della Roma al terzo posto.

Formula E. Mitch Evans fa il pieno a Roma e vince anche in Gara 2
Jake Dennis (GBR), Avalanche Andretti, BMW iFE.21
(Jake Dennis

L’ABB FIA Formula E World Championship si trasferisce a Monaco per il Round 6 il 30 aprile.

Mitch Evans, Jaguar TCS Racing, #9 ha detto:

Sembra un déjà vu. Questo è il risultato di un duro lavoro. Voglio solo ringraziare tutti i membri del team perché le ultime otto settimane sono state pazze con la quantità di lavoro che è stato fatto. Non lo sapevo se potessimo farne due – i double header sono difficili da sostenere – ma abbiamo mostrato una buona qualità. La gara è stata una copia carbone di ieri, la macchina funzionava perfettamente. Oggi è stato più complicato a causa della temperatura e dell’Attack Modo più lunga, Sono quasi rimasto sorpreso durante la safety car, ma un enorme grazie a tutto il team e spero che questo non sia solo un caso, ma è bello.

Sono stati un paio di giorni grandiosi. Era quello che volevamo, lo sogni ma provare a farcela di solito è abbastanza irrealistico. Siamo tornati come squadra, sono tornato verso la vetta, quindi è stupendo.

Jean-Éric Vergne, DS Techeetah, #25 ha detto:

E’ stata una gara caotica. Non sapevo cosa stesse succedendo in termini di strategia, la Jaguar e Mitch erano troppo veloci questo fine settimana. Spero che sarà solo una tantum da parte loro, altrimenti potrebbe essere difficile batterli. Oggi era impossibile. Sono abbastanza contento del secondo posto, era il meglio che potevo fare, ma esorterò la mia squadra a fare meglio se vogliamo lottare per la vittoria perché ogni volta che c’è qualcuno più forte di noi, non è abbastanza, quindi dobbiamo lavorare sodo a Monaco per essere i migliori.

Il campionato è ancora molto lungo, la costanza è la chiave e penso che siamo stati abbastanza costanti per tutta la stagione, ma se vogliamo vincere dobbiamo avere più ritmo. Andando avanti nel campionato tutti si saranno dimenticati di questa gara se non si vince il campionato, quindi è alla fine che conta.

Robin Frijns, Envision Racing, #4 ha detto:

E’ un buon fine settimana, è stata una bella gara. È stato molto difficile alla curva 15, non lo sapevo all’inizio. Mi sentivo davvero a mio agio e il team mi ha detto che avevo un po’ più di energia rispetto agli altri, quindi il mio piano era di andare un po’ più in là tra i primi tre, e lì che ho superato Jake. Siamo entrambi andati larghi, poi ho notato che la pista si stava rompendo in modo massiccio. Mi dispiace un po’ per Jake che entrambi siamo andati larghi e ha perso la posizione, sicuramente non era il piano, ma alla fine della giornata stavamo lottando per il podio che per noi è una vittoria, da qui andiamo avanti.

Nei seguenti link potete vedere e/o scaricare la classifica finale ufficiale, le posizioni del campionato piloti e quelle del campionato squadre (PDF).

082_Doc 82 – Final Classification RACE

083_Doc 83 – Drivers Championship Points after R5

084_Doc 84 – Teams Championship Points after R5

#MarceloPadin #theEMNteam

Fonte: Formula E

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.