Opel Corsa, fascino intatto da oltre 40 anni

Opel Corsa, fascino intatto da oltre 40 anni

L’auto più piccola della gamma di Opel, la Corsa, dopo 40 anni del suo lancio originale è ancora amatissima e Marc Fetzer, dirigente Opel, spiega cosa la rende così speciale.

Avevamo i piedi appoggiati sul tessuto a scacchi del sedile posteriore, i sandali sporchi di sabbia sul tappetino. E fuori dal finestrino si sentiva il rumore delle onde dell’Oceano Atlantico.

Questi sono alcuni dei ricordi d’infanzia che vengono in mente a Marc Fetzer, dirigente Opel, quando pensa al viaggio in Portogallo fatto a bordo di una Opel Corsa Gran Turismo. Era la metà degli anni Ottanta. Inevitabilmente, sul suo volto compare un sorriso.

I passaruota come quelli di un’auto rally – commenta il 47enne – loro sì che mi facevano impazzire.

Pensava proprio a questo tipo di ricordi quando digitò un messaggio sul suo cellulare.

É solo un’idea. Facciamo una Opel Corsa special edition 40 Anniversary con i colori e i tessuti degli anni Ottanta.

Opel Corsa, fascino intatto da oltre 40 anniOggi, ben due anni dopo, quel messaggio è diventato realtà. La “Opel Corsa 40 Anniversary” è stata presentata solo poche settimane fa, e ha suscitato reazioni euforiche. Centinaia di articoli, pubblicazione di news e foto online. Anche le riviste americane e giapponesi hanno celebrato questo anniversario e il modello con carrozzeria color “Rekord Red” e la reinterpretazione del tessuto a scacchi dei sedili.

Dopo 40 anni e sei generazioni, Opel Corsa è più popolare che mai. E allora, qual è la vera grandezza della vettura più piccola nell’attuale gamma Opel?

Opel Corsa – afferma Marc Fetzer – è un’auto davvero simpatica.

Laureato in ingegneria economica, non è solo l’uomo che ha concepito questo modello speciale. Da quando è entrato in Opel 14 anni fa, si è occupato di questa vettura di grande successo ricoprendo diversi incarichi, di recente come Program Execution Manager. Sotto la sua direzione, la sesta generazione è diventata una delle piccole più vendute del segmento B. Dopo tutto, la posizione raggiunta da Opel Corsa si spiega non solo con i ricordi, per quanto gradevoli possano essere, ma anche con alcuni fatti immutabili.

Fatti immutabili

Da un lato, abbiamo il nome del modello: Corsa. Si tratta della denominazione che è presente da più tempo nell’attuale gamma Opel.

Né Opel Astra né Opel Kadett superano le oltre 14,5 milioni di unità prodotte – dichiara il manager.

Nel 2021 è stata la piccola più venduta in Germania; nel Regno Unito, la Vauxhall Corsa è stata addirittura l’automobile più venduta in assoluto. E nella sua versione elettrica, l’attuale Opel Corsa ha ricevuto l’ambito “Volante d’Oro 2020”.

Oggi, Corsa è quasi sinonimo di piccola – spiega Fetzer – e da sei generazioni viene associata ai concetti di affidabilità e simpatia.

Anche nella versione rally a zero emissioni, Opel Corsa è un successo del motorsport.

Una storia di successo in sei capitoli

1 Opel Corsa A (1982 – 1993)

Questo è il modello di uno dei miei ricordi d’infanzia preferiti – rivela Marc Fetzer.

Il viaggio in Portogallo. I piedi pieni di sabbia sul tessuto a scacchi del sedile posteriore della Opel Corsa Gran Turismo, accompagnato dalle onde dell’Oceano Atlantico che vedevo dal finestrino laterale. L’elemento preferito da quel bambino che andava alle elementari:

I passaruota come quelli di un’auto rally!

2 Opel Corsa B (1993 – 2000)

Fari come occhi sporgenti, le morbide linee uscite dalla matita del designer Hideo Kodama:

Intorno alla metà degli anni Novanta, le forme tondeggianti della Opel Corsa B – racconta Fetzer, nato a Parigi – erano su tutte le strade.

È stato il modello che ha avuto più successo nel mondo: dallo stabilimento di Saragozza sono uscite più di quattro milioni di unità.

3 Opel Corsa C (2000 – 2006)

L’abitacolo diventa più grande e più moderno. Il primo navigatore e i primi segni di infotainment sulla Opel Corsa C mostrano la direzione intrapresa.

Rendere accessibili le innovazioni – spiega il dirigente Opel.

Insieme a bassi consumi e alle minori emissioni possibili; anche la terza serie ha tutte le caratteristiche per essere un grande successo.

4 Opel Corsa D (2006 – 2014)

La quarta generazione di Opel Corsa è sulle strade da due anni, equipaggiata con il sistema start/stop e motori molto efficienti, quando Marc Fetzer entra a Rüsselsheim per il suo primo giorno di lavoro nel settembre del 2008. Uno dei suoi compiti, in qualità di Accessory Product Manager, consiste nello sviluppare una nuova strategia per gli accessori della piccola del marchio tedesco, per offrire a chi acquista una Opel Corsa ancora più possibilità di personalizzazione.

5 Opel Corsa E (2014 – 2019)

Dinamica, pratica ed elegante: anche la Opel Corsa E finisce in cima alle classifiche. E Marc Fetzer, ora Product Manager e successivamente anche Pricing Manager, lavora a tempo pieno per la quinta generazione di Opel Corsa sui mercati europei. Ha infatti la responsabilità della strategia di marketing per l’intero ciclo di vita della vettura.

6 Opel Corsa F (dal 2019)

Per la Opel Corsa “numero 6” Marc Fetzer, ora a capo del Programme Execution Team, è responsabile di redditività, tempistiche e qualità. Si incontra regolarmente con i nuovi colleghi francesi a Parigi. Insieme realizzano una delle vetture più vendute del segmento B. Nella versione elettrica, la Opel Corsa-e vince il “Volante d’Oro 2020”.

Che si trattasse di Tom il gatto a caccia dell’agile Opel Corsa con Jerry il topo al volante, di una sosia della Regina che proclamava “Girls just wanna have fun!” oppure di Karl Lagerfeld, l’icona della moda, che fotografava la sua gatta birmana Choupette sul cofano, “le campagne pubblicitarie hanno sempre evidenziato in maniera molto creativa la simpatia di questa vettura”. In parallelo, gli ingegneri Opel hanno creato un’automobile affidabile da una generazione all’altra che possiede la forma più pura del DNA Opel.

Opel Corsa rende accessibili le innovazioni – ripete il manager Opel – un obiettivo che ci appassiona e per il quale siamo disposti a fare ogni sforzo.

Una persona che ama le automobili

Marc Fetzer è cresciuto a Parigi. Quando frequentava le scuole elementari, fece un viaggio in Portogallo a bordo di una Opel Corsa A, che gli rapì il cuore.

Intorno alla metà degli anni Novanta, le inconfondibili forme tondeggianti del modello successivo erano ovunque, su ogni strada – rammenta.

Versioni speciali, cilindrate dei motori, allestimenti: Marc Fetzer ricorda ogni cosa. Anche se sono trascorsi decenni. Perché è quello che gli americani definiscono un “Car Guy”.

È vero – ammette facendo l’occhiolino. Le auto sono la mia passione.

I motori lo hanno sempre affascinato, in particolare quelli con i cilindri disposti uno di fronte all’altro, leggermente sfalsati sui due lati dell’albero motore. È un grande conoscitore dei motori boxer raffreddati ad aria, e ha già restaurato in prima persona numerose auto d’epoca.

Anche la sua collezione di modellini di automobili cresce da molti anni, suddivisa in diverse vetrine e armadi.

Ho dovuto mettere tutta una serie di pezzi in alcuni scatoloni in cantina – confessa.

Ma nella casa di Fetzer c’è un cassetto dedicato alla sua passione, che ha avuto un ruolo importante anche nella genesi della Opel Corsa 40 Anniversary. Il cassetto è pieno di calze che si ispirano a famosi motivi automobilistici.

Delle calze con il tipico motivo a scacchi della Opel Corsa… sarebbero fantastiche!

Marc Fetzer non riusciva a togliersi questo pensiero dalla testa. Almeno da quando lui e gli interior designer avevano esaminato i primi campioni di tessuto con la reinterpretazione del motivo a scacchi per la Opel Corsa 40 Anniversary.

Una novità inattesa

Opel Corsa, fascino intatto da oltre 40 anniCosì si è rivolto a un produttore di calze portoghese, che ha accolto l’idea con entusiasmo. Era la prima volta che riceveva una richiesta di questo tipo da un costruttore automobilistico. Così Opel Corsa festeggia il 40° compleanno con un modello speciale, e un paio di calze! Ognuno dei 1.982 modelli viene venduto con una scatola di calze speciali che hanno le stesse decorazioni dei sedili vintage e di quelli attuali di Opel Corsa. Marc Fetzer alza l’orlo dei suoi jeans. Oggi indossa la versione vintage, con il disegno degli anni Ottanta, che per lui sarà sempre legato ai ricordi di quel meraviglioso viaggio lungo la costa del Portogallo, vissuto dal sedile posteriore di Opel Corsa.

Marc Fetzer

Il curriculum di questo ingegnere nato a Parigi ha due costanti: il settore automotive e la collaborazione tra Francia e Germania. Laureato in ingegneria economica, ha studiato a Parigi e Pforzheim. Ha iniziato a lavorare presso il Centro di Informazione Francese per l’industria e la tecnologia di Francoforte. Poi è stato dirigente del consolato francese e ha continuato a costruire reti di relazioni tra i settori automotive dei due paesi. Nel 2008 Marc Fetzer è entrato in Opel, dove si è occupato di prodotto con diversi incarichi nell’ambito del team di marketing internazionale. Dal 2016 ha iniziato a lavorare alla sesta generazione di Opel Corsa come Programme Manager. Insieme ai colleghi francesi di Velizy ha creato uno dei veicoli di maggior successo del segmento B. Per due anni si è occupato dei modelli futuri, con l’incarico di Head of Future Products, e dal 1 novembre è Head of Current Products. Marc Fetzer, nato nel 1975, è sposato, ha due figli e vive a Francoforte.

Fonte: Opel Italia

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.