A Roma, Milano e Torino BMW attiva le eDrive Zones

A Roma, Milano e Torino BMW attiva le eDrive Zones

La tecnologia BMW eDrive Zones, è stata attivata anche in Italia nelle città di Roma, Milano e Torino, contribuendo a stimolare l’adozione dell’elettromobilità.

Questa tecnologia presente in tutte le vetture ibride BMW permette di passare automaticamente al modo elettrico nelle zone designate.

Con un’autonomia elettrica fino a 80 km, i modelli ibridi plug-in BMW sono stati concepiti pensando alle città, considerando che riescono a coprire la maggior parte dei tragitti giornalieri utilizzando pura energia elettrica. Questa nuova tecnologia aiuta gli automobilisti a fare proprio questo.

BMW eDrive Zones è un nuovo servizio digitale che automatizza il passaggio alla guida puramente elettrica quando un veicolo ibrido plug-in BMW varca una zona specifica di queste città. Il servizio, unico nell’industria automobilistica mondiale, assicura che l’energia elettrica venga automaticamente conservata per l’utilizzo durante il tragitto all’interno della zona a basse emissioni, se la destinazione è inserita nel sistema di navigazione del veicolo.

A Roma, Milano e Torino BMW attiva le eDrive ZonesQuesta nuova tecnologia assicura che i modelli ibridi plug-in BMW offrano ai consumatori il meglio di entrambi i mondi: la guida puramente elettrica in città, dove fa la differenza, e un motore a combustione interna altamente efficiente per coprire le lunghe distanze.

L’introduzione delle BMW eDrive Zones in Italia – ha dichiarato Massimiliano di Silvestre, Presidente e Amministratore Delegato di BMW Italia – rappresenta un altro importante tassello del nostro approccio olistico alla sostenibilità. Oggi infatti è fondamentale adottare un approccio circolare al tema, implementando una strategia che sia attenta a tutti gli aspetti: la scelta di energia pulita, una produzione efficiente, un utilizzo responsabile delle risorse, prodotti all’avanguardia, recycling. In questo senso una tecnologia come BMW eDrive Zones è un esempio lampante di come si possano implementare già oggi misure capaci di contenere le emissioni soprattutto quando si viaggia nei centri urbani e nelle aree a circolazione limitata. Siamo orgogliosi di lanciare oggi il servizio in Italia e aggiungere Roma, Milano e Torino alle città europee che l’hanno già attivato nei mesi scorsi. Nelle prossime settimane lo estenderemo anche ad altre città italiane.

Il servizio BMW eDrive Zones, disponibile in dotazione standard sui modelli ibridi plug-in BMW con il Sistema Operativo BMW ID 7, utilizza la tecnologia geo-fencing tramite GPS all’interno del sistema di navigazione del veicolo. Le eDrive Zones sono evidenziate graficamente sullo schermo di navigazione del Control Display del veicolo, in modo che i guidatori possano vedere la loro posizione.

Questa funzione, che è abilitata sui veicoli già in circolazione dalla scorsa settimana, copre la stessa area geografica delle zone ZTL di Roma e Torino e dell’Area C di Milano ed è allineata con le normative attualmente vigenti nelle rispettive città.

A Roma, Milano e Torino BMW attiva le eDrive ZonesIl servizio BMW eDrive Zones è ora disponibile in dotazione standard sui modelli ibridi plug-in della BMW Serie 3, BMW Serie 5, BMW Serie 7, BMW X3 e BMW X5 ed è compatibile con il lancio dei modelli futuri. BMW eDrive Zones è disponibile anche tramite un aggiornamento software gratuito da remoto (over-the-air) per i veicoli ibridi plug-in BMW compatibili, il che significa che anche i clienti che già posseggono un veicolo possono beneficiare di questa tecnologia.

Il contributo significativo che i veicoli ibridi plug-in possono dare alla riduzione delle emissioni di gas di scarico nelle città è stato dimostrato in un primo test effettuato nei Paesi Bassi nel 2018. I risultati di questo progetto di ricerca hanno mostrato che il 90% di tutti i percorsi all’interno della zona di prova a Rotterdam sono stati percorsi in modalità puramente elettrica.

L’impegno di BMW Italia S.p.A. per la riduzione della C02

Il palazzo di BMW Italia, disegnato da Kenzo Tange e inaugurato nel 1998, è stato dotato tra il 2010 il 2012 di un sistema fotovoltaico, composto da 750 pannelli solari che copre una superficie di circa 1.200 m2 e dispone di una potenza di picco di 179 kWp.

L’energia prodotta dall’impianto fotovoltaico va tutta in autoconsumo del palazzo BMW Italia di San Donato Milanese. Il resto del fabbisogno arriva da fonte rinnovabile certificata.

Circa il 25% dei posti auto in uso ai collaboratori del gruppo sono stati dotati di sistema di ricarica per auto elettrificate. Trentadue Wallbox da 3,7 kW che permettono la ricarica di una BMW i3 nelle 8 ore lavorative e diciassette Wallbox da 11 kW che fanno lo stesso servizio in meno di una mattinata sono state, infatti, installate nel piano interrato. In caso di necessità è disponibile anche una stazione FAST Charging da 50 kW che permette di ricaricare una BMW i3 in meno di un’ora.

L’impianto di ricarica è stato allacciato a un contatore di media tensione (MT) dedicato e separato dalla rete del building ed è integralmente coperto dall’impianto fotovoltaico.

Fin dal 2017 è stata data la possibilità al management e al personale viaggiante di disporre di un’auto di servizio elettrificata (elettrica o ibrida plug-in). Con un’offerta di vetture elettriche e ibride plug-in che copre l’intera gamma è stato possibile sostituire l’auto precedente con la nuova versione elettrificata. Considerando una media chilometrica delle auto diesel del parco di 17.000 km e un’elettrificazione del 70% del parco aziendale si ottiene un risparmio di 450 tonnellate di CO2 all’anno.

Fonte: BMW Italia

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.