Tecnologia di ricarica rapida rivelata da StoreDot

Tecnologia di ricarica rapida rivelata da StoreDot

La società israeliana StoreDot rivela la sua rivoluzionaria tecnologia su base di silicio applicata a celle cilindriche a ricarica estremamente rapida (XFC).

In una prima mondiale, l’azienda ha dimostrato il prototipo formato 4680 che si ricarica completamente in soli 10 minuti.

Le celle cilindriche a ricarica estremamente rapida di StoreDot utilizzano un formato 4680, quello sempre più preferito dai produttori di automobili globali, e sono in sviluppo da oltre tre anni.

Il lavoro pionieristico per queste tecnologie innovative è stato avviato presso la Warwick University nel Regno Unito in collaborazione con il partner strategico di StoreDot, BP.

È stato ulteriormente sviluppato avvalendosi di esperti di tutto il mondo. Il lavoro è coperto da cinque brevetti nell’area del design delle celle e utilizza la tecnologia a schede continue di StoreDot.

Tale design delle celle aumenta la produttività e risolve i problemi di sicurezza e prestazioni tipicamente associati alla struttura rigida delle celle cilindriche.

I test presso la struttura StoreDot hanno mostrato promettenti bassi livelli di resistenza interna. I campioni di celle cilindriche stanno ora aumentando le linee di produzione presso EVE Energy, il partner di produzione di StoreDot in Cina.

Questa svolta significa che i produttori automobilistici globali saranno in grado di utilizzare le batterie XFC di StoreDot, che offrono una riduzione del 50% dei tempi di ricarica allo stesso costo, sia in forma di busta che di cella cilindrica. Entrambi i formati sono in fase di sviluppo presso EVE Energy e saranno pronti per la produzione di massa nel 2024.

Inoltre, con tale versatilità di formato, l’intero settore sarà in grado di sfruttare l’applicazione BOOCT (Boost Charging Technology) di StoreDot di recente introduzione in attesa di brevetto.

Questa prima applicazione al mondo di celle cilindriche a carica estremamente rapida con anodo dominante in silicio rappresenta una serie di sfide considerevoli che dovevano essere risolte, rispetto alle tecnologie a sacchetto. Il formato della cella cilindrica 4680 richiede un adattamento chimico unico per compensare maggiori pressioni interne, rilascio di gas ed evitare potenziali perdite.

StoreDot sta discutendo con i principali produttori automobilistici. Ora ha la capacità di offrire all’industria automobilistica una chiara roadmap tecnologica utilizzando la tecnologia XFC a base di silicio e quindi la futura generazione di densità di energia estrema (XED), basata su tecnologie allo stato solido che sono sull’obiettivo di entrare nella produzione di massa nel 2028.

Fonte: StoreDot

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.