Nel SUV Volvo EX90, nessuno viene dimenticato a bordo

Nel SUV Volvo EX90, nessuno viene dimenticato a bordo

Volvo Cars ha presentato un nuovo sistema radar per l’abitacolo che sarà incluso nella dotazione standard del nuovo SUV Volvo EX90 a trazione elettrica.

Questo avveniristico sistema radar sviluppato dagli ingegneri di Volvo Cars, è pensato per individuare movimenti delicati e appena percettibili quali ad esempio il respiro di un bambino che dorme.

È il primo dispositivo di questo tipo in grado di rilevare l’intero abitacolo dell’auto, compreso il bagagliaio.

Il nuovo sistema radar è stato progettato per aiutare a prevenire un tragico fenomeno che si è rivelato fin troppo reale per tante famiglie.

Secondo le statistiche del governo americano, dal 1998 sono oltre 900 i bambini morti negli Stati Uniti per essere stati dimenticati in auto in condizioni di temperature esterne elevate. Purtroppo, la maggior parte dei decessi causati dal surriscaldamento dell’abitacolo è legata al fatto che qualcuno ha dimenticato che il bambino fosse in auto in quel momento.

Il nuovo sistema radar per interni sarà installato di serie, dove la normativa lo consente, innanzitutto sulla nuova Volvo EX90 che sarà presentata il prossimo 9 novembre. La funzione sarà poi integrata anche in altri modelli Volvo di prossima uscita.

Una tecnologia a supporto delle persone

Grazie ai sensori integrati nella console posta in alto, nelle luci di lettura collocate nel tetto e nel bagagliaio dell’auto, il nuovo sistema è il primo in grado di rilevare movimenti sub-millimetrici nell’intero abitacolo dell’auto.

Per assicurare la massima copertura possibile dell’abitacolo e che il sistema possa rilevare se un bambino o un animale domestico sono stati lasciati in auto, sono stati posizionati i radar in tutto l’abitacolo, dalla parte anteriore a quella posteriore, compreso il bagagliaio posteriore.

Nessuno decide di distrarsi o di essere stanco, ma sappiamo che può succedere – ha commentato Lotta Jakobsson, tecnico esperto in prevenzione degli infortuni. Siamo tutti esseri umani e la distrazione fa parte della vita. Con l’aiuto di una tecnologia all’avanguardia, possiamo assistervi quando non siete al meglio e aiutarvi a non lasciare in auto accidentalmente membri della famiglia o animali domestici.

Occupant Sensing

Per avvisarvi in caso di necessità ed evitarvi la “fatica di ricordare”, i nostri esperti hanno calcolato che il momento migliore per segnalare la possibile presenza di persone lasciate all’interno dell’auto è quando si tenta di chiudere l’auto.

Tutte le volte che si cerca di bloccare le portiere della vettura, il sistema radar interno si attiva e verifica che l’auto non contenga persone o animali domestici, prima di consentire il blocco.

Se viene rilevata la presenza di persone o animali nell’ abitacolo, le portiere rimarranno sbloccate e sullo schermo della console centrale viene visualizzato un messaggio che ricorda di controllare la presenza di occupanti dell’abitacolo.

Il sistema di climatizzazione dell’auto rimane attivo se vengono rilevate persone o animali a bordo, così da migliorarne lo stato di confort. In questo modo si può inoltre ridurre il rischio di ipotermia o di colpi di calore.

Siamo sempre stati leader nel campo della sicurezza e vogliamo continuare a salvaguardare vite umane stabilendo nuovi standard di sicurezza automobilistica – ha dichiarato Lotta Jakobsson. Questo significa anche farvi sentire sicuri e regalarvi la massima tranquillità. Questo tipo di sicurezza emotiva permette di godere appieno della vita, aiutando allo stesso tempo a prevenire le tragedie.

Dettagli aggiuntivi

Il sistema radar per l’abitacolo sarà disponibile di serie in tutti i Paesi in cui risulta approvata la frequenza di 60GHz per l’uso automobilistico. Continuiamo a collaborare con i singoli mercati per ottenere le autorizzazioni necessarie e attiveremo il sistema non appena queste saranno concesse.

Il sistema di climatizzazione rimarrà in funzione fintanto che la batteria ad alto voltaggio disporrà di un livello di carica sufficiente.

Fonte: Volvo Car Italia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.