Nuovi veicoli elettrici nella flotta di Cidiu Servizi

Cidiu Servizi

Cidiu Servizi SpA ha presentato in Piazza Vittorio Veneto di Venaria Reale (TO) i suoi 14 nuovi mezzi ecologici per i servizi di igiene urbana.

La società di servizi del Gruppo Cidiu SpA che svolge la raccolta rifiuti e nettezza urbana sul territorio di 17 comuni soci a nordovest di Torino, continua ad orientare le sue scelte su un modello di raccolta rifiuti a basso impatto, pulito ed efficiente, scegliendo veicoli d’avanguardia.

Cidiu ServiziSiamo consapevoli che la nostra attività, così profondamente radicata sul territorio e in continuo contatto con la cittadinanza, impatta direttamente sulla vivibilità urbana di una delle aree più sviluppate e popolose della provincia di Torino ‐ spiega Riccardo Civera, Amministratore Delegato di Cidiu Servizi S.p.A. – Scegliamo di utilizzare il più possibile mezzi ecologici per la salvaguardia dell’ambiente, la convivenza confortevole con la popolazione, la sicurezza dei nostri lavoratori, il risparmio in termini di carburante e di usura dei componenti meccanici.

Da anni Cidiu utilizza quotidianamente mezzi elettrici per svolgere numerosi servizi di igiene urbana ed è già partito il conto alla rovescia per il milionesimo chilometro che sarà coperto in modalità elettrica, traguardo che verrà raggiunto nei prossimi mesi, con una produzione evitata di CO2 in atmosfera che è stata stimata intorno alle 150 tonnellate.

Cidiu ServiziUn contributo in questo senso arriverà anche dai 12 nuovi Goupil G4 scelti tramite procedura di gara pubblica e appena consegnati da Exelentia Srl a Cidiu, veicoli NEV (Neighbourhood Electric Vehicles)  silenziosi, compatti e non inquinanti, adatti a svolgere attività di igiene urbana come lo spazzamento manuale, lo svuotamento dei cestini, la manutenzione degli arredi urbani.

Questi mezzi permettono di non invadere troppo l’ambiente condiviso con i cittadini, muovendosi con agilità anche attraverso le aree dei centri storici o dei giardini pubblici caratterizzate da viabilità ridotta, spazi di manovra scarsi, elevato traffico pedonale. I 12 Goupil G4 che prendono servizio permettono a CIDIU di avere una flotta aziendale per la nettezza urbana costituita al 100% da mezzi elettrici, completando la trasformazione dai precedenti modelli a motore termico iniziata quattro anni fa.

Cidiu ServiziTra i nuovi veicoli presentati ce n’è anche uno sperimentale: il minicompattatore PNSF Electric Power è un prototipo ibrido appena presentato dalla Farid Industrie SpA, che la società di noleggio Gorent SpA ha messo a disposizione di Cidiu per alcuni mesi, al fine di testarne la funzionalità nella pratica quotidiana. Il veicolo coniuga le limitate emissioni tipiche di un motore a metano con un sistema alzavoltacassonetti e di compattazione dei rifiuti che funziona con energia elettrica (e quindi a motore termico spento). Questa soluzione innovativa, è stata studiata per venire incontro all’esigenza reale di ridurre il rumore e l’inquinamento nei centri abitati anche quando entrano in azione mezzi per la raccolta rifiuti che assorbono più potenza e per i quali non sarebbe sufficiente una tecnologia esclusivamente elettrica.

Si aggiunge infine alla flotta il nuovo Isuzu L35 Full Electric del Gruppo Pretto, un mezzo potente, compatto e manovrabile, indicato per la raccolta dei rifiuti all’interno delle aree urbane, con una vasca ad elevata capacità di carico e una cabina spaziosa che facilita l’attività dell’operatore. Capace di percorrere oltre 100 km con poco più di 10 euro, è interamente elettrificato e dotato di sistema di freno a motore a recupero di energia.

Gli ormai numerosi veicoli elettrici, ibridi o a metano del parco mezzi aziendale raggiungeranno entro la fine del 2019 il 30% del totale. Per il rifornimento sono installate nelle diverse sedi aziendali oltre 40 postazioni di ricarica che erogano energia elettrica con provenienza certificata al 100% da fonti rinnovabili, ovvero fonti che permettono uno sviluppo sostenibile all’uomo, per un tempo indeterminato, senza creare impatti ambientali rilevanti.

Le scelte della nostra società, da sempre attenta a promuovere la sostenibilità ambientale in ogni sua forma ‐ conclude Marco Scolaro, Amministratore Delegato della Capogruppo Cidiu S.p.A. – colgono l’invito della Comunità Economica Europea per efficientare, ridurre i consumi e sviluppare fonti rinnovabili, avendo ben chiaro che tra i principali obiettivi del “Quadro per l’energia ed il clima 2030” c’è la riduzione del 40% dell’emissione di gas serra rispetto ai valori registrati nel 1990.

Fonte: Cidiu

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.