Hypercar elettriche e ibride saranno esposte al Salon Privé

Salon Privè
Aspark Owl

Il futuro dell’automobilismo ad alte prestazioni con hypercar elettriche e ibride sarà presentato quest’anno al Salon Privé, con uno spettacolare schieramento di supercar.

Koenigsegg, Ferrari e Lotus mostreranno hypercar ibride ed elettriche, ma ci saranno anche i debutti europei per i nuovi modelli completamente elettrici di Tushek e Aspark, in mostra dal 23 al 26 settembre 2020.

Lotus presenterà la nuova Lotus Evija, la prima hypercar britannica completamente elettrica. Con un’accelerazione leader della categoria e una potenza target di 2.000 CV, che la rendono l’auto da strada di serie più potente mai costruita, stabilisce nuovi standard nel mercato globale delle hypercar. Un tour de force tecnico, l’Evija è un esempio del pensiero innovativo e dell’ingegno che hanno sempre fatto parte del DNA Lotus. Continua la leggendaria linea di sangue Lotus, ricca di primati e rivoluzionari tecnici, sia nel settore automobilistico che in quello del motorsport. Oltre a segnalare l’inizio di un nuovo contemporaneo linguaggio di design Lotus, l’Evija è una dichiarazione di intenti audace sull’ambizione futura del marchio di essere un’azienda di auto ad alte prestazioni veramente globale.

L’Evija è stato progettato e sviluppato in Gran Bretagna. La produzione inizierà nel 2021 in un nuovo stabilimento a Hethel, la storica sede di Lotus nel Norfolk dal 1966.

Il primo ibrido plug-in della Ferrari, l’iper-avanzato SF90, ha ricevuto recensioni entusiastiche sin dal suo lancio ed è destinato a essere un’altra star al Salon Privé. Con il suo motore a combustione interna V8 che lavora in tandem con tre motori elettrici, eroga 986 CV e – se equipaggiato con il pacchetto Assetto Fiorano per il risparmio di peso – può girare la leggendaria pista di prova di Fiorano un secondo più veloce della LaFerrari in edizione limitata. Il fatto che possa essere guidato anche utilizzando solo energia elettrica è la prova del suo status di nuovo rivoluzionario modello di punta del famoso marchio italiano.

Come con la Ferrari, le prestazioni sono state al centro di tutto ciò che Koenigsegg ha mai fatto – e sarà rappresentata al Blenheim Palace con un veicolo fondamentale. La sua nuova Gemera è stata salutata come la prima “mega GT” al mondo ed è progettata per fornire prestazioni immense ma con interni spaziosi e tecnologia ambientale di nuova generazione.

Il motore da due litri e tre cilindri della Gemera – denominato “Tiny Friendly Giant”, o in breve TFG – è in grado di funzionare con benzina convenzionale e con i più recenti combustibili rinnovabili neutrali in termini di CO2 e progettato per essere super efficiente, danno emissioni eccezionalmente basse e possono essere imballate in spazi super ridotti. La prima quattro posti di Koenigsegg è in grado di portare quattro persone e il loro bagaglio da 0 a 60 mph in due secondi, e farà il suo debutto nel Regno Unito al Salon Privé.

Salon Privè
Aspark Owl

Altri due clamorosi nuovi arrivati ​​riceveranno il loro debutto europeo al Salon Privé. L’Aspark Owl è la prima hypercar giapponese completamente elettrica con un’impressionante accelerazione di 0-60 mph in 1,62 secondi. La produzione della lowline Owl sarà limitata a sole 50 vetture, ognuna delle quali completamente personalizzabile e costruita a Torino in collaborazione con Manifattura Automobili Torino – che sarà anche a Blenheim Palace con la sua Nuova Stratos.

Il secondo modello a ricevere il suo debutto europeo è il Tushek TS-900. Il produttore sloveno ha utilizzato una combinazione di spaceframe in acciaio e telaio in fibra di carbonio per rendere l’ibrido TS-900 il più leggero possibile. È dotato di un propulsore ibrido che comprende un V8 da 4,2 litri montato sul retro e una coppia di motori elettrici che azionano le ruote anteriori. La tecnologia utilizzata nel TS-900 da 236 mph informerà lo sviluppo di un futuro modello completamente elettrico.

Un propulsore ibrido è anche al centro del Polestar 1 che sarà in mostra. Utilizza una combinazione di motori elettrici nella parte posteriore e un motore a benzina nella parte anteriore che è sia sovralimentato che turbocompresso per produrre un totale di 609 CV. Con un ampio uso di polimeri rinforzati con fibra di carbonio, una disposizione dei posti a sedere 2 + 2 e rivestimenti in pelle fatti a mano, Polestar 1 è stato progettato per unire prestazioni e lusso e sarà affiancato nei prati dello spettacolo dal Polestar 2 a cinque porte, completamente elettrico.

Salon Privé Week 2020

22 settembre – Giornata VIP dei media chiusa

23 settembre – Salon Privé Concours d’Elégance di AXA

24 settembre – Salon Privé Ladies ’Day di Boodles

25 settembre – Salon Privé Masters di Pirelli e Lockton

26 settembre – Salon Privé Classic & Supercar con il Salon Privé Club Trophy

Fonte: Salon Privé

Questo slideshow richiede JavaScript.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.