BMW iNext testata in inverno al Circolo Polare Artico

BMW iNext Circolo Polare Artico

BMW iNEXT porta il prossimo ostacolo del suo percorso verso la maturità della produzione in serie nel centro di test invernale del BMW Group ad Arjeplog, in Svezia.

Gli attuali test completi del veicolo servono per ottimizzare, esaminare e armonizzare tutti i componenti di trasmissione, telaio e sospensioni in condizioni climatiche e stradali estreme. Con la sua guida puramente elettrica, la BMW iNEXT soddisfa le esigenze di mobilità individuale in modo particolarmente sostenibile. Combina anche gli ultimi sviluppi delle aree di guida automatizzata e connettività intelligente offrendo ai passeggeri modi completamente nuovi di godersi i loro spostamenti.

BMW iNext Circolo Polare ArticoLa versione di serie della BMW iNEXT sarà prodotta nello stabilimento BMW di Dingolfing a partire dal 2021. La nuova ammiraglia della tecnologia del BMW Group integra i temi chiave futuri della guida automatizzata, della connettività, dell’elettrificazione e dei servizi (ACES) nell’automobile come definito nella strategia della società NUMERO UNO> NEXT. La sua tecnologia innovativa si concentra sui bisogni e le esigenze delle persone.

La BMW iNEXT, sotto forma di un moderno Sports Activity Vehicle (SAV) incarna l’interpretazione pionieristica del tipico piacere di guida del marchio, con trazione puramente elettrica, sistema di trazione integrale intelligente e tecnologia di sospensione specifica per il modello. Per la prima volta questi componenti vengono testati in inverno insieme in condizioni reali al circolo polare. Questa serie intensiva di test, equivalente a quelli utilizzati per i modelli convenzionali, illustra l’alto grado di maturità della tecnologia di trasmissione puramente elettrica sviluppata dal BMW Group, che rende la BMW iNEXT il simbolo del passaggio in una nuova era di piacere di guida.

I test drive con la BMW iNEXT camuffata vengono condotti su strade innevate e laghi coperti di ghiaccio, dove le basse temperature e il minimo attrito su strada dominano i test quotidiani. Il freddo rappresenta una sfida soprattutto per il motore elettrico, la batteria ad alta tensione e il sistema di raffreddamento della BMW iNEXT. I tecnici addetti al collaudo attribuiscono particolare importanza al BMW iNext Circolo Polare Articosistema di gestione dell’energia eDrive. Analizzano il modo in cui le temperature estreme sotto zero influenzano il modo in cui il sistema di accumulo di energia si ricarica, il modo in cui l’elettricità viene trasferita al motore elettrico, il modo in cui l’impianto elettrico viene alimentato e come rispondono i sistemi di riscaldamento e climatizzazione. Anche i sistemi di trasmissione della potenza e di regolazione delle sospensioni sono testati ben oltre ciò che è standard nelle condizioni di traffico quotidiane. Su una superficie chiusa, la regolamentazione elettronica delle superfici ghiacciate può già essere provocata a basse velocità di guida. Per gli ingegneri ciò significa che possono, ad esempio, analizzare l’interazione del sistema di trazione integrale, che è stato sviluppato appositamente per l’azionamento elettrico, e DSC (controllo dinamico di stabilità). Possono quindi ottimizzare continuamente i processi in condizioni esattamente riproducibili.

Anche il sistema di sterzo e di frenata viene regolato con precisione in queste condizioni. Proprio come le prestazioni di decelerazione dei freni, il recupero di energia durante il coasting deve essere adattato con precisione a ciascuna situazione di guida. Le tracce di Arjeplog forniscono anche il terreno di prova ideale per queste prove. La BMW iNEXT si confronta con l’intera gamma di sfide dinamiche di guida durante i test invernali su piste di ghiaia, asfalto asciutto e superfici ghiacciate estremamente scivolose.

Fonte: BMW

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.