Nuova batteria a flusso verrà sviluppata in Italia da GES

Nuova batteria a flusso verrà sviluppata in Italia da GES

La società italiana GES, Green Energy Storage, riceverà 40 milioni di euro in sei anni per sviluppare una batteria innovativa a flusso.

Questo accumulatore avrebbe tutte le carte in regola per rivoluzionare il mondo dello storage e delle energie rinnovabili.

La società è stata selezionata dalla Commissione Europea e dal MISE tra i soggetti europei coinvolti nell’IPCEI, imponente programma europeo di investimenti per sviluppo, innovazione e sostenibilità in tutta la catena del valore delle batterie.

Salvatore Pinto GES
Salvatore Pinto, Presidente GES

La decisione della Commissione Europea premia la proposta tecnologica di GES: riceverà un contributo di circa 40M € in 6 anni in valore attuale (pari a oltre 60M € in valore nominale) che permetterà di realizzare una batteria a flusso tecnologicamente disruptive e in grado di rispondere all’esigenza europea e mondiale di sistemi di accumulo che favoriscano la transizione energetica. La batteria avrà performance significativamente superiori allo stato dell’arte. La riciclabilità dei componenti e la facilità di assemblaggio e disassemblaggio garantiranno un’elevata sostenibilità ambientale in un’ottica di full circular economy.

GES si affaccia all’IPCEI con l’avvio del processo di protezione brevettuale di tecnologie basate su chimiche 100% green e accessibili, in grado di garantire una soluzione green, sicura, a basso costo e completamente europea.

Altri brevetti arriveranno nel corso dell’anno, per portare in tempi rapidi alla prima produzione industriale.

Chi è GES

Green Energy Storage è una PMI innovativa nata nel 2015 e composta da un team di imprenditori e manager con esperienza trentennale. Forte di un accordo di esclusiva per l’Europa con l’Università di Harvard, Green Energy Storage ha sviluppato in pochi anni un primo sistema di accumulo semi organico per le energie rinnovabili. Oggi GES è centro d’avanguardia, che attrae talenti dall’Italia e dall’estero e che si impegna nella ricerca e sviluppo di batterie green, che possano contribuire alla lotta al climate change rendendo possibile lo stoccaggio di energie rinnovabili con standard di elevata sicurezza, basso costo e ridotto impatto ambientale.

GES è parte della European Battery Initiative ed ha maturato una significative rilevanza internazionale, forte di partnership con alcune grandi eccellenze come Fondazione Bruno Kessler, Differ e ICL.

Fonte: GES

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.