Audi charging e l’evoluzione della specie ultra fast

Audi charging e l’evoluzione della specie ultra fast

Il network Audi charging attivo in 31 Paesi europei, ha raddoppiato i punti di ricarica HPC da gennaio ad oggi, crescendo da 400mila a 500mila charging point.

In Italia, Audi charging integra oltre 38mila punti di ricarica, pari al 92% della rete nazionale, e ha in IONITY ed ewiva i propri premium partner HPC: i Clienti del Brand accedono a tariffe a consumo estremamente convenienti e alla funzione Plug & Charge che garantisce un immediato rifornimento alle colonnine d’entrambi i network, senza bisogno di alcuna scheda o app.

L’espansione è tata dell’ordine del 25% trainata dai charging point ad alta velocità (HPC) con potenze uguali o superiori a 100 kW, raddoppiati nei primi sei mesi dell’anno sino a raggiungere le 31mila unità.

Audi charging e l’evoluzione della specie ultra fastIONITY ed ewiva sono due premium partner di Audi charging. IONITY, joint venture votata alla creazione di una rete europea di ricarica ultra rapida con potenze sino a 350 kW, vede Audi agire quale membro fondatore e partner sin dagli albori.

Il network può oggi contare su 27 stazioni attive in Italia, dislocate lungo lo Stivale dal Brennero a Palermo, cui si affiancano ulteriori realtà in fase di attivazione. Altrettanto strategico il network ewiva – frutto della joint venture tra Volkswagen Group ed Enel X Way – che entro il 2025 potrà contare sulla più ampia rete HPC in Italia con oltre 3mila punti in 700 località e potenze da 100 a 350 kW.

Optando per il piano tariffario Pro – una delle tre opzioni previste dal servizio Audi charging – dedicato principalmente ai conducenti dei modelli full electric che ricaricano frequentemente durante il viaggio, il canone mensile di 14,99 euro garantisce l’accesso alle colonnine della rete IONITY a condizioni particolarmente vantaggiose: 0,50 euro/kWh anziché il costo standard di 0,79 euro/kWh (-40%). Un vantaggio ora esteso al network ewiva e, in Europa, ad Aral pulse. Il canone mensile per il piano Pro è gratuito per 12 mesi acquistando un modello Audi BEV di prima immatricolazione.

Non meno rilevante l’estensione della funzione Plug & Charge (PnC), già attiva presso le stazioni IONITY, alle colonnine ewiva. Presso i punti di ricarica di entrambi i network, i modelli delle gamme Audi Q4 e-tron e Audi Q8 e-tron ottengono l’autorizzazione automaticamente all’inserimento del cavo di ricarica e avviano l’operazione senza bisogno di alcuna scheda o app. Il processo inizia senza ulteriori azioni e la fatturazione è altrettanto automatizzata: non sono necessari strumenti di pagamento fisici.

La funzione Plug & Charge è condivisa, oltre che dal piano tariffario Pro, dal livello intermedio Audi charging plus, reso ancor più accessibile grazie al canone ridotto a 4,99 euro al mese.

e-tron trip planner: viaggiare in elettrico senza pensieri

Tra le soluzioni software Audi spicca, oltre al citato servizio Audi charging, il sistema e-tron trip planner che consente di verificare istantaneamente, sia mediante l’app myAudi, porta d’accesso all’ecosistema digitale dei quattro anelli, sia attraverso il sistema multimediale MMI, quante ricariche siano necessarie per raggiungere una determinata destinazione, aggiornando costantemente la situazione sulla base dello stato del terminale, del traffico e dello stile di guida.

È sufficiente impostare una destinazione per individuare le colonnine nelle vicinanze, raggiungibili in funzione del range della vettura e funzionali all’ottimizzazione delle tempistiche di viaggio. Nel caso delle stazioni connesse d’ultima generazione, è possibile apprendere informazioni in merito alla disponibilità, alla potenza e alle modalità di pagamento. L’aggiornamento dei punti di ricarica avviene on line e in tempo reale.

Nel caso della Granturismo Audi e-tron GT, prima vettura full electric dei quattro anelli ricaricabile in corrente continua (DC) con potenze sino a 270 kW, il pianificatore degli itinerari Audi riveste un ruolo cardine anche sotto il profilo funzionale. La raffinata gestione termica della vettura, infatti, interagisce con l’e-tron trip planner, andando a precondizionare la batteria in previsione del “rifornimento” a 800 Volt. È così possibile rigenerare 100 chilometri d’autonomia in 5 minuti e ricaricare l’80% dell’energia in meno di 23 minuti.

Tre pilastri infrastrutturali: IONITY, ewiva e la rete Audi HPC presso i Dealer

Audi charging e l’evoluzione della specie ultra fastQuanto alle soluzioni hardware, in Italia il programma omnicomprensivo Audi charging poggia su tre pilastri infrastrutturali: alle citate stazioni IONITY e alla rete ewiva si affianca il network Audi high power charging (HPC), entro la fine del 2023 esteso a tutti i Dealer dei quattro anelli con l’obiettivo di coprire entro il 2025 l’intera rete Audi, inclusi i Service partner.

Le colonnine Audi sono pubbliche, fruibili a pagamento anche dai Clienti di altri brand, corredate di stalli di sosta dedicati e ricaricano con potenze superiori o uguali a 150 kW. Aspetto non meno rilevante, l’inclusione della rete Audi HPC nelle roaming platform e nei network gestiti da molteplici operatori fa sì che siano individuabili mediante i più comuni software di navigazione BEV ready, in grado di “leggere” la presenza delle stazioni di ricarica, a partire dal pianificatore degli itinerari e-tron trip planner.

Ricarica domestica: pacchetti Enel X Way per BEV e PHEV

In ambito domestico, grazie alla partnership con Enel X Way sono disponibili i nuovi pacchetti Ready for e-tron ed Enel X Way Waybox PRO, ideati per i modelli full electric Audi ed estesi alla gamma plug-in. Nel primo caso, all’installazione di una presa industriale fino a 22 kW si accompagna il montaggio dei sistemi di ricarica Audi e-tron compact o connect, di serie per molteplici modelli BEV e PHEV Audi. Nel secondo caso – con un vantaggio Cliente del 35% rispetto al passato – è prevista la realizzazione della linea di alimentazione con connessione a valle del contatore e l’installazione della wallbox Enel X Way. Quest‘ultima, con cavo integrato, è un’infrastruttura smart per la ricarica in corrente alternata con potenze di 7,4, 11 o 22 kW. Alla funzione demand limitation per regolare l’erogazione d’energia in base al fabbisogno domestico, scongiurando il sovraccarico della rete, abbina la gestione da remoto mediante smartphone e app dedicata.

In Europa, Audi charging hub: il concept di ricarica ultra fast dei quattro anelli

Audi charging e l’evoluzione della specie ultra fastA livello europeo l’ecosistema di ricarica dei quattro anelli integra gli Audi charging hub, evoluzione funzionale della lounge Audi, che costituiscono un inedito concept di ricarica caratterizzato da rapidità, flessibilità e servizio premium. La struttura modulare risponde alle esigenze di mobilità dei Clienti con limitate possibilità di rifornimento domestico in ambito urbano e prevede una serie di colonnine, una linea di alimentazione e un sistema di stoccaggio dell’energia mediante batterie agli ioni di litio giunte a seconda vita. Accumulatori di derivazione automotive che, anziché essere avviati al riciclo, vengono destinati al riutilizzo statico permettendo di gestire le fasi di picco nella domanda. Il ricorso a una linea di alimentazione dalla portata contenuta favorisce la diffusione capillare degli hub Audi, non richiedendo ingenti opere di adeguamento strutturale. I moduli possono essere trasportati, installati e resi operativi in tempi ridotti. Dopo le prime applicazioni a Norimberga, Zurigo e Berlino, Audi ha implementato gli Audi charging hub inaugurando recentemente la sede di Salisburgo, cui faranno seguito ulteriori installazioni.

Fonte:  Audi Italia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.