Peugeot e-Vivacity. Questo è il futuro

Peugeot e-Vivacity. Questo è il futuro

25 ago, 2011

Fonte; Scout24

22 agosto 2011. Il marchio del leone può essere considerato il più esperto in ambito di mobilità verde, fondamentalmente perché i 15 anni di vendita dello Scoot’Elec ne confermano il buon operato e la lunga esperienza nel segmento dei veicoli elettrici progettati per la città. Vale a dire, un lungo periodo di tempo durante il quale hanno appreso e migliorato tutto il necessario in materia di batterie su mezzi molto piccoli ed ecologici come questo .

Il nuovo scooter di Peugeot ha la stessa base del Vivacity 50 cc, però monta due piccole ed efficienti batterie agli ioni di litio nella parte inferiore che rendono questo scooter perfetto per i tempi che corrono, in grado di minimizzare le emissioni di CO2 nell’atmosfera.

Sarà disponibile in due colori, il Midnight Blue e il Polar White e nel nostro paese sarà proposto a € 3.800.

Senza sacrifici

Tra i successi che gli vanno riconosciuti, la capacità di carico è uno dei maggiori punti di forza del Vivacity. In questo senso, la nuova versione conserva un bauletto grande abbastanza da contenere un casco integrale e un bagagliaio Jet’In sulla parte frontale adatto per un casco di tipo jet, senza rinunciare allo spazio piano con rispettivo gancio. Questo è stato possibile perché le batterie sono talmente piccole da poter essere montate sotto la scocca e non sotto la sella, come spesso accade.

Per renderlo possibile si è lavorato insieme a Saft, azienda francese di riferimento nell’ambito dell’elettrochimica, raggiungendo in questo caso a pieno rendimento (45 km/h) un’autonomia di 60 km. Questo dato, visto da una prospettiva economica, si traduce in 40 centesimi di euro per percorrere 100 km, quasi niente. Si sfrutta, in questo senso, l’energia cinetica prodotta in frenata, mentre le batterie sono realizzate per resistere sul lungo periodo (10 anni o 40.000 km).

Tuttavia, può sembrare che questa autonomia si ottenga sacrificando le prestazioni, specialmente se lo confrontiamo con il modello da 50 cc due tempi, ma in realtà lo supera in questo senso grazie alla coppia da 14 Nm e ai 3 Kw di potenza, cifre sufficienti per manovrare con forza uno scooter di appena 115 kg di peso e percorre i primi 100 metri in 12 secondi e mezzo, e tutto in assoluto silenzio.

Questione di fiducia

L’esperienza accumulata da Peugeot nella fabbricazione di veicoli ecologici pensati per la città non si limita allo Scoot’Elec; troviamo altri esempi del suo ottimo lavoro nell’e-city, una bicicletta con supporto elettrico, e nell’ION, una piccola utilitaria elettrica quattro posti adatta alla città e i dintorni. Inoltre, secondo quanto afferma il marchio francese, la distanza media di tutti gli spostamenti urbani non supera i 7 km. Questi dati avvalorano la scelta di questo nuovo e-Vivacity, che rappresenta una scommessa decisiva, quella di invadere, una volta per tutte, le città con veicoli veramente puliti.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: e-vivacity scooter elettrici

18 commenti

  1. Maria Tallarico /

    Acquistato E-Vivacity il 10/9/12, al 19/10/12 blocco motore. Dicembre 2012 lettera dall’importatore per Modernizzazione connettore centralina e controllo sistema elettronico, 5 giorni in officina. 20/2/13 difetto centralina sotto sella 30gg in officina. 22/10/13 non riparte, difetto relais. 23/10/13 all’accensione l’indicatore di carica con tutte le tacche spente o di colore grigio con “possibile” autonomia — Km. 16/11 all’accensione come il 23/10. Richiesta di traino che consegna lo scooter all’officina il 18/11. 4/12 fine intervento dopo “sostituzione della centralina pilotaggio delle batterie e relais “ Contatti con la Peugeot telefonici e e-mail caduti nel vuoto (palude informatica). 8/12/13 a piena carica con “possibile” autonomia 58Km. Percorso 3.000 m, all’accensione panne come il 23/10 e 16/11. 9/12 In officina: controllo con auto tester, smontaggio pezzi anteriori, re settaggio con chiave master, controllo accensione. 27/12 ore 9:30 funzionante, ore 11:13 KM 5123 all’accensione panne come il 23/10, 16/11 e 8/12. Erogazione al motore presente. 227 KM dall’ ultimo intervento (9/12). 12:45 in carica alle 13:27 carica completa!!. 28/12 9:30 usato per 2500m, 10:45 alla riaccensione panne come 23/10, il 16/11, il 8 e 27/12. Sono la sola sfortunata???! (Immagini a disposizione dei richiedenti).

    • M.Padin /

      Buongiorno Sig.ra Maria Tallarico.
      Mi dispiace per le sue peripezie. Come vede abbiamo pubblicato il suo commento perchè ci teniamo alla chiarezza ed all’opinione ed esperienza dei nostri lettori.
      Non abbiamo avuto segnalazioni di questo tipo da parte di alcun utente di questo scooter, ma inoltrerò il suo commento a Peugeot Motocicli, che potrà a sua volta commentare l’accaduto.
      Grazie ancora.

  2. Maria Tallarico /

    La ringrazio di quanto fatto, omorevole per chi lavora nella comunicazione, ma costaterà con me che da Peugeot Motocicli nessun commento, nota, od altro. Sappia che si sono negati e nascosti anche a me come acquirente. Certo non posso parlare dell’assistenza, non ne ho mai avuta, anche nei problemi successivi.
    Anche io ho avuto difficoltà a trovare commenti, recensioni su strada, di chi lo usa per migliaia a di chilometri. Ne ho trovato solo 2 acquirenti che hanno faticato non poco a farsi sostituire il mezzo in garanzia. A me non è stato concesso forse perché ero lo stesso concessionario.

  3. M.Padin /

    Buongiorno Sig.ra Maria Tallarico. Vedo con dispiacere ma con ragione che lei si rivolge con un suo commento ancora per gli stessi problemi dello scooter che accennava oltre un anno fa, a Gennaio del 2014.
    Mi creda che oltre a segnalare il suo malessere a Peugeot Motocicli Italia non posso fare… e forse i 65 mila contatti che attualmente possiede Electric Motor News potrebbe preoccupare qualcuno di quello che gli utenti dicono dei proprio prodotti.
    Grazie dal suo commento.

  4. M.Padin /

    Noi siamo di parola e davvero abbiamo inoltrato l’ultimo intervento della Sig.ra Tallarico a Peugeot Scooters Italia ed hanno risposto in modo personale… ma con un copia e incolla riportiamo quello che hanno risposto:

    Buongiorno
    Facciamo seguito alla sua segnalazione riguardo lo scooter della signora Tallarico.
    Lo scooter è stato acquistato nel Settembre 2012 ed effettivamente ha avuto qualche problema di gioventù.
    Quanto riportato dalla signora si è evidenziato nel 1° anno di vita dello scooter, ed è stato normalmente risolto in garanzia.
    Dall’ autunno 2013 non abbiamo avuto ulteriori riscontri di problematiche e la garanzia è scaduta nel settembre 2014 senza ulteriori interventi.

    Circa 10 giorni fa la cliente ha avuto un problema legato ad una difficoltà di ricarica. Si tratta di un problema circoscritto a Firenze e legato ad alcune vecchie colonnine prive di stabilizzatori di flusso.
    Non c’è un vero difetto ma, al rilevamento di un picco di corrente in entrata, lo scooter va in protezione per evitare danneggiamenti gravi alla gestione elettronica.
    La sig.ra Tallarico si è rivolta al concessionario che è prontamente e gratuitamente intervenuto risolvendo il blocco e spiegandone i motivi alla cliente.

    Siamo dispiaciuti nel leggere quanto passato dalla signora, ma i problemi riportati nel suo commento sono lontani nel tempo e comunque risolti, tanto che lo scooter ha percorso oltre 10400 chilometri.

    Nella speranza di essere stati esaustivi nell’ esporre i fatti, cogliamo l’ occasione per porgerli cordiali saluti.

    Servizio Post Vendita PSCO

  5. Maria Tallarico /

    Complimentandomi con l’unico canale di contatto con Peugeot, ne approfitto con l’ultimo aggiornamento
    Revisione a 9954 Km il 26/2/14
    Penultima panne il 3/4/15 a Km 10401 per l’ indicatore livello di carica batteria di trazione a 0 e sensore d’autonomia a 0 Km.
    Presso il Concessionario Officina Salvati Moto, effettuato l’aggiornamento del software mi viene detto che il problema è risolto.
    15/4/15 Panne dopo aver percorso nella giornata 25 Km, consumando 0.8KWh, (Km 10537 totali, dopo 583 Km dall’ultima revisione ufficiale, dopo 141 Km dall’ aggiornamento software) all’ultima riaccensione ha presentato un fantasmagorico lampeggiare di tutto il quadro con tutte le sue spie, icone, suonerie per poi spengersi esausto e inamovibile, salvo l’umana spinta della proprietaria.
    16/4/15 consegna nuovamente al Concessionario Officina Salvati Moto, la prima diagnosi è “panne della centralina che controlla le batterie”. Prognosi riservata, fino alla conclusione delle verifiche elettroniche, in tele consulto con la Peugeot (in Francia?!?). Sono in ansia, la cosa è grave, tanto che per la prima volta l’elettromeccanico mi ha fornito il foglio di consegna, su cui aveva riassunto i sintomi.
    Non so cosa fare, chiedo aiuto! Se la diagnosi fosse infausta (600 euro di riparazione)?, e se decideranno il trasferimento dello scooter in Francia (è già accaduto ad altri, per numerosi mesi) come farò a restare sola, non ho la forza, che fare ? Approfittare della bella stagione ed usare la bicicletta? Non ce la faccio, sento che potrei ricadere nell’ abisso della combustione interna.

  6. M.Padin /

    Buongiorno Sig.ra Tallarico. Mi dispiace veramente tanto per le sue disavventure con lo scooter.
    Apprezzo tutti i dati che ha fornito ai lettori di Electric Motor News e lo stile del suo intervento, che credo sia più della serie “la metto sul ridere per non piangere”.

  7. Maria Tallarico /

    Sperai di acquistare un MEZZO che rispondesse alle necessita di spostamento urbano. Sapevo che sceglievo un nuovo modo, e accettai un esborso notevole, erroneamente credendo ad un marchio. In breve ho dovuto studiare tante cose nuove. Ho iniziato ad archiviare i dati e ogni tanto, per svagarmi, gli do una guardata.
    Ho scoperto un sito che voglio segnalare ai lettori, sul quale ho immesso i dati dei consumi e spese dirette. Non è un sito di lamentele o proteste dei pochi s..fortunati http://www.spritmonitor.de/en/
    Più siamo, più ne sappiamo.

  8. Maria Tallarico /

    Per completezza delle informazioni, condivido quanto appena ricevuto, a confronto di quanto affermato dal produttore dello scooter.

    Non risultano alla nostra società richieste di intervento per ripristini a seguito di mancanza di alimentazione alla colonnina in oggetto;
    non c’è inerenza con la vicinanza di un contatore e punto di distribuzione di energia dell’ENEL, altrimenti si sarebbero registrati danni anche agli utenti di energia elettrica asserviti da quel punto di distribuzione;
    la distribuzione dell’energia si configura con standard di tensione, frequenza e continuità di servizio i cui riferimenti si possono ricercare nel sito del AEEG, dove si riportano i livelli minimi e massimi di tensione, la frequenza, il numero dei guasti accettabili ed il numero di buchi di tensione accettabili.
    A tali standard i costruttori di veicoli elettrici si devono attenere per i dimensionamenti elettrici dei veicoli.
    Nel restare a disposizione per un eventuale sopralluogo congiunto, indichiamo il nominativo del nostro ing. Antonio Pasqua tel. 055/575.396 – 588.663, e l’indirizzo di posta elettronica della nostra azienda – segreteria@silfi.it
    Distinti saluti
    SILFIspa

  9. M.Padin /

    Sig.ra Tallarico, lei ha capito benissimo lo scopo del nostro lavoro.
    E’ vero che Electric Motor News ha lo scopo di informare riguardo i nuovi mezzi, prototipi avveniristici ed ultimissime tecnologie; ma soprattutto lo scopo è quello di fare sapere che la possibilità di muoversi in modo alternativo esiste oggi, ed esiste per tutte le tasche.
    Quindi è vero che Electric Motor News pubblica quotidianamente articoli e video delle ultime news, magari anche di aspetti spettacolari come ad esempio la Formula E (e ci teniamo a precisare che siamo l’UNICA TESTATA ITALIANA a seguire in prima persona le corse di Formula E in tutto il mondo); ma pensiamo che sia molto importante dare gli strumenti a coloro che usano i veicoli ecologici tutti i giorni e la sua testimonianza è preziosa per molto altri lettori.
    Grazie ancora

  10. Maria Tallarico /

    Per una conoscenza degli andamenti europei le offro questa mia ricerca, non molto approfondita per la mia superficiale conoscenza delle lingue, ho rilevato dei blog o Forum
    1 francofono http://www.avem.fr/avis-utilisateur-scooter-electrique-peugeot-e-vivacity-catastrophe-1524.html che riporta le lamentele di un utente Posté le 03-02-2015 par Jacky F “Peugeot e-vivacity : Catastrophe!” e si domanda – “Suis le seul à avoir ce problème?- “
    1 tedesco http://www.elektroroller-forum.de/E-Roller-Forum/viewtopic.php?f=28&t=1668 che riporta le lamentele di 4 utenti. E Struppi » Mo 17. Jun 2013, 16:14 si domanda ” Wer hat da ähnliche Probleme (ich habe leider noch nirgends einen anderen e-Vivacity gesehen …)“
    Nel Regno Unito E-vivacity non risulta commercializzato e nessun blog riporta commenti
    I blog spagnoli riportano solo gli articoli di lancio commerciale (2011-2012) alcuni commenti sulle caratteristiche illustrate, ma nessun giudizio da chi lo ha usato.
    In Italia sul https://jumpjack.wordpress.com/2012/06/05/test-su-strada-e-specifiche-tecniche-scooter-elettrico-peugeot-e-vivacity/#comment-7462 ho censito altri 3 utenti che lamentano difetti e panne.
    Nell web italiano ho rintracciato un ulteriore utente che ha dovuto sopportare difetti, panne e lunghe attese per la restituzione di uno scooter funzionante.
    La distribuzione geografica degli utenti con scooter in panne e difetti è di 4 utenti in Toscana.
    Le panne e difetti lamentati sono tutti inerenti l’elettronica con tempi d’intervento, chiarezza dei concessionari, presenza dei distributori nazionali analoghe e deludenti.

  11. Agir /

    Sono molto dispiaciuto per le disavventure che la Sig.ra Tallarico e altri acquirenti hanno passato con questo mezzo, personalmente posso però affermare, avendone acquistato uno e avendoci percorso 3000km, di non avere avuto alcun problema, tranne normali “noie” che potrebbe avere un qualsiasi scooter di equivalente categoria (regolazione freni, specchietti usciti dalla fabbrica già allentati, cigolio proveniente dalla ruota anteriore).
    Quindi, o a chi ha avuto problemi sono capitati esemplari difettosi, o (come credo) quelli prodotti da una certa data in poi sono stati aggiornati per risolvere le problematiche riscontrate in precedenza.
    Comunque penso che questo modello sia attualmente il miglior scooter “cinquantino” elettrico presente sul mercato in italia e forse anche in europa.
    Certo che se Peugeot ne abbassasse il prezzo, andando a recuperare le perdite che subirebbe, con quello che guadagna dalla vendita di auto e se facesse più pubblicità (praticamente inesistente per questo modello), magari potrebbe diventare un mezzo un po’ abbordabile, aumentandone la richiesta e quindi la vendita, e chi lo sa, magari diventando un prodotto che fa concorrenza agli scooter tradizionali.

    • Maria Tallarico /

      Vorrei chiederle la cortesia di partecipare alla raccolta dei dati reali su strada immettendo i data su sito
      https://www.spritmonitor.de/en/
      Già siamo in 2
      https://www.spritmonitor.de/en/detail/638740.html
      http://www.spritmonitor.de/fr/detail/663188.html
      Ho fatto ricerche sulla rete, in Francia pubblicano i dati nazionali dai quali mi risulterebbe che dal 2011 al 2014 sono stati venduti circa 500 e-vivacity. Forse altrettanto in Italia? Una vera nicchia, piccola piccola.
      Nello stabilimento francese di Mandeure impiega 500 persone e produce circa il 25 % degli scooter dell’azienda, per lo più modelli di fascia alta, mentre nell’impianto cinese di Jinan – in joint venture con Qinji impiega 300 persone e produce il 65% del volume di Peugeot Scooters. Il restantee 10% viene prodotto a Taiwan .
      Non capisco però come mai l’incremento di prezzo dal 3.100 del 2011 ai 5.345 € del 2015 (+48%) a fronte dei problemi strutturali diffusi in Francia, Germania ed Italia.

  12. Maria Tallarico /

    Può essere un’iniziativa Interessante, non so se è la bacheca giusta in questo forum.
    http://www.electraproject.eu/news/228-firenze-regional-event-nice-to-meet-ele-c-tra

    During the Festival of Europe 2015, the City of Florence and the stakeholders of the European project Ele.C.tra., which aims to promote the spread of electric scooters, organize the City tour and electric vehicles test drives on Saturday, May 9.

    Owners of electric motorcycles and quadricycles can participate in the tour. Interested people have to register here.

    All day long, until 18:30, there will be an exhibition area of electric vehicles and dedicated area to the test drives in Largo Annigon.

  13. Maria Tallarico /

    Condivido con voi un ulteriore fonte d’informazione e valutazione http://www.vehiculeselectriques.fr/scoot-elec-f28.html.

  14. Maria Tallarico /

    Ancora in attesa della restituzione del E-Vivacity dal 16/4/15 ho cercato di capire l’entità del fenomeno.
    Ho fatto richiesta all’ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori) se avevano dati sulle vendite di 2 ruote elettriche, ancora nessuna notizia
    Ho fatto ricerche sulla rete, in Francia pubblicano i dati nazionali dai quali mi risulterebbe che dal 2011 al 2014 sono stati venduti circa 500 E-Vivacity. Forse altrettanto in Italia? Una vera nicchia, piccola piccola.
    Non capisco però come mai l’incremento di prezzo dal 3.100 del 2011 ai 5.345 € del 2014 a fronte dei problemi strutturali diffusi in Francia, Germania ed Italia.

  15. maria /

    Ennesima panne il 25/1/16, analoga alle altre, il venditore/concessionario rifiuta di prendere in consegna lo scooter, scrivo a postvendita@peugeotmoto.it dando anche i dettagli della panne.
    Ricevo la seguente risposta, per me sbalorditiva

    Gentile clt,
    in merito alla sua ultima email, vogliamo evidenziare quanto segue.

    Come avevamo già scritto nella nostra mail del 13/05/2015, il problema che si è ripresentato sul suo scooter è stato generato ancora una volta dall’utilizzo di una delle vuteste colonnine di ricarica di Firenze, che parrebbero dare problemi di corrente, generando più di un corto al veicolo.

    Inoltre anche il concessionario Salvati(FI) l’aveva invitata a non ricaricare lo scooter presso tale colonnina, dandola anche altri suggerimenti da seguire.

    Quindi il problema che si è ripresentato sullo scooter non è d’attribuire ad un difetto del componente, bensì da un problema procurato.
    Lo scooter è altresì fuori garanzia da 1 anno e 4 mesi.

    Per i motivi sopra descritti, non daremo seguito ad alcuna sua richiesta.

    Cordiali Saluti

    Servizio Tecnico / Ricambi&Accessori / Omologazioni

    PEUGEOT SCOOTERS Italia S.p.A.
    via Gallarate 199, 20151 Milano – N° Verde : 800.156.590
    Società soggetta alla direzione ed al coordinamento della società capogruppo Peugeot SA.
    web: http://www.peugeotscooters.it / http://www.facebook.com/PeugeotScootersItalia

  16. Felice Astori /

    Buonasera.
    Sono l ennesimo cliente con lo scooter che va in panne sempre e-vivacity.
    Dal racconto della signora mi sembra di rivivere la mia vicenda.
    Purtroppo la garanzia è scaduta e lo scooter è ancora dal riparatore.
    Vorrei conoscere altre persone col nostro problema per dimostrare che alla peugeout forse hanno fatto uno sbaglio di progettazione.
    Fatevi sentire.
    Cordiali saluti

Lascia una risposta

 
Pinterest