La moto elettrica da 325 km/h

La moto elettrica da 325 km/h

11 mag, 2013

di Anna Sepe
Fonte: Tecnologia e ambiente

7 maggio 2013. Quello dei ciclomotori elettrici è un segmento ancora piccolo ma in netta crescita. In passato vi abbiamo già presentato modelli di moto elettriche piuttosto performanti, basterà pensare alla Mission R capace di raggiungere facilmente i 240 km/h e già in commercio da oltre tre anni o ad altre moto elettriche come la Mission One, la Saietta Agility o la Zero DS. Oggi il mercato ci propone una nuova moto elettrica, la Sora, capace di raggiungere i 325 km/h. Anzi, molte case produttrici hanno proprosto nuove linee per questo 2013 e molti sono i progetti con lancio previsto per il 2014.

La già citata Zero Motorcycles, per esempio, ha annunciato la sua linea di moto elettriche per il 2013, in questo contesto figura la moto elettrica Zero S che quipaggia un motore raffreddato ad aria e abbastanza compatto per adattarsi a uno stile dinamico e aggressivo. La Zero S offre un’autonomia di 220 km e una velocità massima di 155 km/h, è commercializzata a un prezzo di 14.000 dollari. Nella linea Zero figurano i modelli Zero FX con un motore da  70 ft-lbs di coppia, 44 CV e un peso complessivo di 124 kg.

E’ stato da poco annunciato il debutto di una nuova moto elettrica, la Sora, proposta dall’azienda Lito. La moto elettrica Sora si differenzia dal resto dei motocicli elettrici per la trasmissione a variazione continua (CVT), i rapporti di trasmissione, poi, sono praticamente illimitati. Il sistema CVT, solitamente, si trova nei crossover e negli altri veicoli a quattro ruote, il sistema è inserito nelle autovetture per garantire un risparmio di carburante mentre nella moto elettrica è stato inserito per migliorarne la potenza e l’accelerazione. La moto Sora è la prima elettrica a utilizzare tale sistema.

La moto elettrica Sora ha una velocità massima di 325 km/h e un’accelerazione che la vede passare da zero a 100 in circa 4 secondi. Un’altra caratteristica che la distingue è l’utilizzo della frenata rigenerativa: ogni volta che il pilora aziona i freni, l’energia cinetica viene convertita in energia elettrica e immagazzinata nella batteria di bordo. I sistemi tradizionali dissipano l’energia della frenata tramite il calore che va a finire nelle pastiglie dei freni. L’autonomia della moto elettrica Sora è di circa 300 km.

Un’altra caratteristica della moto elettrica Sora è il suo sedile: i motociclisti possono abbassare o alzare la sella semplicemente toccando un pulsante. Questo è normale per una macchina ma non per una motocicletta! Sora si mette in moto senza chiave, anche qui basta un telecomando e la sua accensione può avvenire anche a distanza.

Il nome della moto elettrica Sora proviene dal Sol levante, Sora, in giapponese significa “cielo“. L’unica nota dolente è il prezzo, circa 31.000 euro, ma per una velocità simile è difficile trovare prezzi più accessibili!

 

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: lito sora

Lascia una risposta

 
Pinterest