Scooter elettrico Honda EV-neo

Scooter elettrico Honda EV-neo

17 giu, 2011

Fonte: Honda Motor Company

Honda è il più grande produttore al mondo di motori, produzione e vendita di auto, moto e generatori in tutto il mondo.

Honda ha 66 stabilimenti produttivi in 27 paesi e nel 2010, ha venduto 27 milioni di prodotti in tutto il mondo.

Honda ha una comprovata esperienza nel ridurre l’impatto ambientale nelle attività e per lo sviluppo e la produzione di tecnologie avanzate a bassa emissione.

Road to Zero Emissioni

Da molti anni, Honda lavora per l’elettrificazione dei prodotti di mobilità. Vediamo la tecnologia di azionamento elettrico come un fattore chiave nella riduzione delle emissioni di CO2.

Nel 1997 la Honda EV Plus, è stato il primo veicolo elettrico completo ad essere portato sul mercato. La nostra prima vettura ibrida, la Insight di prima generazione, è stata lanciato nel 1999.

Ora la prossima mossa Honda verso una mobilità sostenibile è l’inizio della vendita di una ibrida plug-in e di un veicolo elettrico in Giappone e negli Stati Uniti a partire dal 2012.

La nostra storia di elettrificazione non sarebbe completa senza menzionare il nostro ultimo veicolo elettrico a zero emissioni, la FCX Clarity a celle a combustibile.

Tutti vogliono ridurre le emissioni di CO2 per preservare l’ambiente.

Come produttore mondiale di motori, Honda è determinata ad ottenere una mobilità ad emissioni zero e presenta quindi un percorso chiaro verso lo sviluppo sostenibile e le seguenti soluzioni per la mobilità:

• Ottimizzazione e miglioramente dei motori a combustione
• L’ampliamento della gamma di auto ibride
• L’evoluzione ibrida con tecnologia plug-in
• Veicoli Zero Emission a batteria
• La soluzione definitiva per il futuro, la FCX Clarity.

Noi denominiamo questi parametri come Honda’s Road a emissioni zero.

La moto verde

La prima fase della Road Honda per le Emissioni Zero è quella di concentrarsi sul miglioramento della tecnologia dei motori a combustione per ridurre le emissioni e migliorare l’efficienza del carburante.

Honda ha quasi raggiunto il suo obiettivo di trasferire interamente la produzione dai motori a benzina a 2 tempi a motori più puliti a 4 tempi per le sue moto e in Europa questo obiettivo è stato raggiunto nel 2004. Abbiamo introdotto PGM-FI (iniezione elettronica del carburante) ed altre tecnologie di controllo del motore in molti dei nostri modelli, oltre ad essere stati uno dei primi sostenitori dei convertitori catalitici per i motocicli.

Queste iniziative si sono risolte con consumi più ridotti ed emissioni più pulite di scarico in tutta la linea di moto Honda.

Inoltre, in Brasile Honda offre la CG150 TITAN MIX, una moto che può essere alimentati a benzina ed etanolo miscelato in qualsiasi proporzione, così come lo scooter PCX 125cc, che dispone di una funzione Idle Stop.
In tutto il mondo, le innovative moto Honda contribuiscono a ridurre l’impatto ambientale.

Honda è pioniere del segmento delle moto elettrica dal 1994, quando l’azienda ha noleggiato lo 200 CUV-ES per le agenzie governative nazionali e locali in Giappone.

Ora Honda presenta il nuovo scooter elettrico EV-neo.

L’attività attuale dello scooter EV-neo

 

In Giappone

Le vendite in leasing dello scooter EV-neo è iniziata in Giappone nel mese di aprile 2011 e Honda prevede di vendere circa 1000 unità nel primo anno.

Il prezzo base è 454.650 ¥ giapponese o circa 4.000 euro.

L’EV-neo viene usato anche nei programmi di Honda Electric Vehicle Testing a Kumamoto e nelle prefetture di Saitama. Questi programmi di test che comprendono i motocicli, le automobili e le apparecchiature di alimentazione basate su tecnologie elettromotrici serviranno a testare future forme di mobilità personale e il loro potenziale di riduzione di CO2.

Nel programma di Kumamoto, gli scooter EV-neo sono affittati ai residenti ed ai turisti, per fornire un feedback sul loro utilizzo e sulle prestazioni, mentre a Saitama sono affittati a società di consegna.

In Europa

Honda porterà lo scooter EV-neo in Europa per la prima volta con un programma dimostrativo sviluppato insieme al Comune di Barcellona, programma che prenderà il via a partire dall’inizio del luglio 2011.

Il programma vedrà 18 scooter elettrici affittati alle autorità cittadine per il periodo di un anno.
Questa attività consentiranno Honda di testare l’EV-neo nelle condizioni di uso reale di guida europea e contribuirà a sviluppare la comprensione di utilizzo dei veicoli elettrici.

Il monitoraggio quotidiano degli EV-neo analizzerà l’autonomia, il tempo di ricarica e le condizioni di carico.

Il RACC, Automobile Club leader in Spagna, coordinerà l’attività di monitoraggio in collaborazione con Montesa Honda ed il Comune di Barcellona.

Il sistema EV

Honda ha progettato il sistema EV per l’EV-neo per riflettere di base il funzionamento di una moto dotata di motore a benzina.

. Il pilota aziona la valvola a farfalla e un APS (sensore di posizione acceleratore) converte il grado di apertura della valvola a farfalla in un segnale elettrico.

. * La PDU calcola il livello di uscita ottimale del motore in base al segnale proveniente dal APS ed alle informazioni dal BMU **.

. Poi, per la produzione di questo livello ottimale di output, la PDU manda la giusta quantità di energia elettrica dalla batteria al motore.

* = PDU Power Drive Unit

** = BMU Battery Management Unit: Gestisce le condizioni della batteria (temperatura, carica residua e altri parametri).

EV sistema: Percorso completo dell’input dall’acceleratore all’uscita del motore

Centralina

Honda ha progettato l’unità di alimentazione compatta dell’EV-neo per adattarsi perfettamente tra le parti non sospese dellos scooter. L’EV-neo eroga una potenza di 2,8 kW (potenza nominale 0,58 kW), equivalente a una moto a motore a benzina della stessa classe. Anche a pieno carico con 30 kg, si può circolare senza problemi e superare una pendenza di 12 °.

Per creare un motore estremamente compatto, Honda ha progettato tutte le parti in modo di ottenere il miglior equilibrio di peso, dimensioni e prestazioni. 

  • PDU (Power Drive Unit)

La PDU è costituita da due aree

- Are Controller 12 V: l’area controller gestisce continuamente l’energia del veicolo nel suo complesso, compresi il motore, i fari ed il caricabatterie.

Nella comunicazione con il BMU, utilizza una rete di controllo (CAN) per la trasmissione affidabile di dati.

- Driver da 72 V: l’area driver converte la corrente continua della batteria agli ioni di litio in corrente alternata trifase per comandare il motore.

Il posizionamento del PDU è direttamente dietro al perno del forcellone e tra la batteria ed il motore, nel più breve cablaggio possibile per collegare queste tre parti con un propulsore più compatto globale e la trasmissione efficiente di energia elettrica.

Motore

Il motore brushless DC a magneti permanenti (IPM), che contribuisce a produrre elevato range di coppia anche a basso numero di giri per una straordinaria accelerazione.. Per garantire un’accelerazione uniforme a alte velocità e prestazioni efficienti in tutta la gamma di giri, il motore fa un uso efficace della coppia di riluttanza che deriva dalla forza reciproca dei magneti e delle parti in acciaio.

• frizione centrifuga automatica

Per ospitare una grande varietà di situazioni di utilizzo (strade pianeggianti, colline, carichi di merci, ecc) l’EV-neo possiede una frizione centrifuga automatica progettata da Honda in esclusiva per gli EV.
Questo si basa sul successo delle tecnologie della frizione centrifuga automatica che Honda ha sviluppato per i suoi scooter con motore a benzina. 

 • Trasmissione

Il motore dell’EV-neo non richiede il cambio. ciò offre flessibilità in termini di posizione del motore sulla moto e l’efficienza in tutta la gamma di giri.

Situato alla sinistra della ruota posteriore, il motore utilizza se necessario, solo un ingranaggio di decelerazione. Oltre a rendere il propulsore più leggero, questa configurazione della trasmissione elimina la perdita di potenza dovuta al cambio marcia e consente alle batterie di fornire energia elettrica molto efficiente.

• decelerazione rigenerativa

Quando il pilota rilascia la manopola dell’acceleratore, l’EV-neo è dotato del sistema di rigenerazione in decellerazione per caricare la batteria. Ottimizza lo scooter EV-neo la quantità di coppia prodotta durante la ricarica rigenerativa che agisce un freno motore e si sente in modo simile a quella di una moto con motore a benzina.

• risposta in acceleratore lineare

Lo scooter EV-neo risponde istantaneamente ai comandi del gas, trasmettendo la giusta quantità di energia elettrica al motore per produrre l’output desiderato.

Il risultato è la risposta della valvola a farfalla che riflette con precisione le intenzioni del pilota in fase di accelerazione e decelerazione.

Sfruttando la capacità del motore per la produzione di coppia massima a bassi regimi, l’EV-neo offre prestazioni altamente stabili in accelerazione così come a basse velocità.

Batterie

• gamma sostanziale

È stato equipaggiato da 90 celle SCiB che offrono una capacità di 907 Wh (72 V x 12,6 Ah (1 ora)), come calcolato dalla Honda dal modello di utilizzo tipico di un pilota durante la prova.

Questa capacità permette un’autonomia di 34 km a 30 km/h su terreno pianeggiante .*

* Calcoli Honda in base alle condizioni di prova predeterminate (il risultato dell’utente può variare in base alla meteo, alle condizioni della strada, allo stato del veicolo, alla manutenzione e ad altri parametri).

• le prestazioni a bassa temperatura

In generale, minore è la temperatura della batteria, minore è la sua performance; tuttavia, le celle delle batterie dell’EV-neo offrono ottime prestazioni anche a basse temperature.

Inoltre, il BMU è in grado di rilevare quando la temperatura della batteria è bassa e di comunicare tali informazioni alla PDU, che accende il motore per la modalità di uscita limitata.

In questa modalità, lo scooter EV-neo continua a funzionare con prestazioni di accelerazione leggermente diminuite. Una volta che l’EV-neo comincia a muoversi, l’elettricità della batteria scarica e comincia a riscaldarsi.

L’aumento della temperatura della batteria è di sopra di un set e la PDU annulla il modo di uscita limitato e restituisce le prestazioni di accelerazione a livelli normali.

• Prestazioni ad alta temperatura

A temperature elevate, la ricarica della batteria provoca l’aumento della sua temperatura e gli utenti normalmente sono portati a limitare la loro guida per prevenire il degrado della capacità della batteria.
Tuttavia, quando la temperatura della batteria aumenta nell’EV-neo al di sopra di un certo livello, una ventola di raffreddamento si attiva, portando aria nel vano della batteria e contribuendo a moderare l’aumento della temperatura.

Questo sistema contribuisce a sostenere la carica ripetitiva e permette all’EV-neo di essere utilizzato in qualsiasi momento della giornata e in qualsiasi stagione.

• Uso di carica completa senza sprechi

Nelle batterie se sono legati molte celle in serie, quelle con la più bassa carica rimanente possono sopprimere la capacità totale del sistema, riducendo così l’autonomia dei veicoli.

Al contrario, la batteria dell’EV-neo utilizza un sistema di equalizzazione di carica residua per impedire una tale riduzione dell’autonomia.

Carica

Il sistema di tariffazione dell’EV-neo è progettato per una lunga durata anche con alta frequenza di utilizzo.

• Semplice e tranquillo

Honda ritiene che il processo di ricarica per gli EV dovrebbe essere il più semplice, conveniente e rapido possibile.
Nel caso dell’EV-neo, l’utente inserisce semplicemente nel caricatore di due fili, uno in una presa di corrente, e uno all’interno del connettore della moto nella presa di carica per avviare il caricatore ed iniziare la ricarica.
Una volta che l’EV-neo è completamente carico, il processo di carica si interrompe automaticamente. Un indicatore sul caricatore visualizza lo stato del processo di ricarica.

Il connettore di ricarica dell’EV-neo è situato sulla sinistra del veicolo ed è progettato per essere piccolo nelle dimensioni ma in grado di sopportare la connessione e disconnessione frequente del cavo di ricarica.

Un coperchio di chiusura nel corpo dell’EV-neo protegge il connettore.

• caricatore normale

Il caricabatterie normale usa la potenza della rete elettrica domestica per una facile e conveniente ricarica. La batteria dell’EV-neo si può ricaricare in un tempo di 3,5 ore (a temperatura ambiente di 25 ° C).

Il caricatore regolare è un’unità portatile e si inserisce perfettamente nel vano di carico sotto il sedile dell’EV-neo.
L’utente allinea semplicemente le scanalature del caricatore con le linee guida del vano di carico e spinge leggermente verso il basso, in questo modo il caricatore scivola nella giusta posizione.

Per rimuovere il caricabatterie, l’utente preme semplicemente verso l’alto la maniglia del caricatore.
I cavi del caricabatterie sono anche abilmente memorizzati. Il cavo di corrente continua che collega il caricabatterie al veicolo si inserisce in un solco nel caricatore, e c’è anche uno spazio nel caricatore per il connettore dalla presa.
Il cavo AC che collega il caricabatterie a una presa a muro viene arrotolato dopo l’uso e collocato in una tasca incorporata nel caricatore.

• Carica batteria rapido

Il caricabatterie rapido permette la ricarica della batteria dello scooter EV-neo da zero a carica completa in circa 30 minuti (a temperatura ambiente di 25 ° C).

Inoltre, il caricatore rapido ha la caratteristiche step-down di ricarica, ovvero l’esecuzione di carica ad alta corrente fino a quando la batteria è quasi completamente carica e quindi viene automaticamente inserito il passaggio a bassa tensione di ricarica per completare il processo.

Questo metodo rende possibile per il caricabatteria rapido di caricare la batteria dello scooter EV-neo al livello del 100%. 

Dotato di un manico, il caricabatterie rapido è leggero e compatto per un facile trasporto. A parte la fonte di energia, è richiesta l’attrezzatura supplementare.

• Sistema di carica

Il sistema di ricarica controlla continuamente il livello di carica della batteria e della temperatura, si adeguano ai cambiamenti di questi parametri per caricare l’EV-neo in modo semplice, rapido e completo.
Il caricabatterie è controllato dalla PDU, e il suo connettore contiene un terminale per trasmettere i segnali tra il caricatore e la PDU, nonché un terminale per la trasmissione di energia elettrica alla batteria.

Il sistema funziona come segue:

. Quando l’utente inserisce il connettore del caricabatteria a bordo del veicolo e preme il pulsante START, la PDU viene attivata e inizia lo scambio di segnali con il caricabatterie.

. Rispondendo alle informazioni ricevute dalla BMU, la PDU invia segnali al caricabatteria per iniziare e interrompere la ricarica. Se il caricatore rapido è in uso, la PDU manda anche segnali di regolare la variazione del tasso di ricarica durante lo step-down di ricarica.

. In risposta a segnali provenienti dalla PDU, il caricabatterie si avvia e interrompe la trasmissione di energia elettrica alla batteria tramite il morsetto di trasmissione elettrica del connettore.

. La PDU trasmette lo stato di carica della batteria dello scooter EV-neo è dell’indicatore di carica rimanente.

Corpo 

• Superiore stabilità

Il posizionamento delle batterie sotto il pavimento del veicolo aiuta a mantenere il centro di gravità dell’EV-neo molto basso, aumentando la stabilità del veicolo anche quando ècarico.
Il telaio dell’EV-neo fissa la batteria saldamente in posizione, proteggendola da urti ed è anche concepita per ridurre al minimo l’onere creato per il peso extra della batteria.
Gli pneumatici standard tubeless da 12 pollici all’anteriore e posteriore migliorano la manovrabilità e riducono la possibilità di una gomma a terra.

• posizione di guida eretta

Lo scooter EV-neo ha un passo corto e un pavimento piatto. Per rendere più facile per appoggiare i piedi e raggiungere il suolo, il rivestimento del sedile è verso l’interno della curva e dolcemente verso il centro del corpo.
Inoltre, la posizione di guida eretta aiuta a fornire un ottimo campo visivo.

• Nuovo sistema di freno Combi

Per fornire un ampia e stabile potenza frenante, l’EV-neo utilizza diametro freni a tamburo anteriore e posteriore da 130 mm.

Il nuovo sistema frenante Combi offre forza frenante per entrambe le ruote anteriore e posteriore. Quando la leva freno sinistra (freno convenzionale della ruota posteriore) è depressa, fornisce solo la forza frenante alla ruota anteriore mentre quando la leva di freno destra (freno anteriore) è depressa, la forza è sulla ruota posteriore.

• Sterzo

L’angolo di sterzata a destra e sinistra è di 50°, e il raggio minimo di sterzata è di 1,7 m.
Design

In uno scooter a benzina, la sede si trova sopra il motore. Questo non è il caso dell’EV-neo, che consente un ampio spazio aperto tra il sedile e il pavimento e per il comfort supplementare del pilota.
In combinazione con i pannelli della carrozzeria che circonda il pilota, questa figura unica di crea una silhouette semplice e suggestiva.

Il facile accesso al coperchio del caricabatterie porta l’icona di una spina; è l’unico elemento di colore della moto, fornendo una icona riconoscibile dell’EV che fornisce l’impressione di un ambiente pulito e ordinato.

• Metri

Il tachimetro digitale comprende l’indicatore di carica rimanente, che fornisce una lettura lineare e permette al pilota di valutare facilmente l’autonomia rimasta del veicolo in base alla corrente di carica rimanente e la distanza già percorsa.

Un misuratore di percorso fornisce un ulteriore sostegno al pilota nella stima dell’autonomia rimanente.
Sitema di risparmio energetico automatico

Se lo scooter EV-neo viene lasciato acceso per circa tre minuti senza l’input del pilota, la funzione Auto Power Save si spegne per evitare lo spreco di energia della carica della batteria.

Produzione sinergica

I componenti dello scooter EV-neo vengono prodotte con apparecchiature di produzione in sinergia con il veicolo ibrido Insight.

Il motore dell’EV-neo ha la stessa struttura di base di quello del carrello elettrico Monpal ML200, nel senso che la stessa linea di montaggio della fabbrica di Kumamoto è in grado di gestire il montaggio del motore per entrambi i prodotti.

In questo modo, Honda sfrutta i vantaggi della produzione sinergica e fa progredire ulteriormente le proprie tecnologie di produzione degli EV.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: honda ev-neo scooter elettrico

Lascia una risposta

 
Pinterest