Mbm Cicli porta le Newborns all’EICMA

Mbm Cicli porta le Newborns all’EICMA

12 nov, 2017

di Matteo Sala dall’EICMA

Fonte: MBM Cicli

 

Milano, 8 Novembre 2017. Mbm Cicli ha presentato a Eicma 2017 la sua prima collezione di e-bike dal cuore (il motore) e anima (il design) italiani al 100%, ribattezzate, significativamente, Newborns.

Nella visione dell’azienda emiliana, le linee eleganti, il design innovativo, la leggerezza e la tecnologia fanno delle Newborns delle “vere e proprie opere d’arte”, che “per questo meritano nomi eterei o mitologici”. Troviamo così Metis, la Mtb elettrica; Oberon e Titania, versione maschile e femminile della bici da trekking; e le Evergreens Maui e Apostrophe (nei due modelli uomo e donna), rivisitazione in chiave elettrica dell’anima della collezione di Mbm.

Con il titolare Maurizio Brunelli, abbiamo analizzato la decisione di Mbm di affacciarsi sul mercato delle bici elettriche:

Mbm è un’azienda storica nel settore delle due ruote, nata nel 1974. All’inizio, per i primi dieci anni, abbiamo prodotto ciclomotori, poi negli anni Ottanta siamo passati alle biciclette e l’ultima evoluzione è quella che presentiamo qui a Eicma”.

Una linea, che entrerà in produzione da febbraio 2018.

Questa gamma di e-bike è il proseguimento della linea Mbm cicli, quindi biciclette soprattutto da passeggio, stile retro, biciclette di design, che infatti abbiamo indicato a catalogo come Evergreen. Oltre a questo abbiamo affiancato tre modelli completamente nuovi, nati e pensati per l’elettrico, le due trekking uomo e donna, Oberon e Titania, e la Mtb Metis”.

Forme e destinazioni diverse, ma con un denominatore comune:

Utilizziamo su tutta la linea lo stesso tipo di motore: un motore centrale studiato, sviluppato e prodotto interamente in Italia insieme alla Olieds, anch’essa di Cesena. In Italia c’è ancora parecchia vendita – perché costano meno, per le bici con il motore al mozzo. Ma come qualità di pedalata e stabilità di bicicletta, il motore centrale è il futuro, e infatti all’estero, da Bosch a Shimano, sono tutti motori centrali”.

Le batterie sono della cinese Phylion, da 522 Wh (14,5 Ah, 36 V) montate down tube sulle Mtb e bici da trekking, o da 418 Wh (11,6 Ah, 36 V) nel porta pacco, per le due Evergreen.

Obiettivi? Il mercato induce all’ottimismo:

Abbiamo degli obiettivi minimi che speriamo di rispettare, ma visto l’interesse di clienti esteri e la crescita del settore speriamo di fare anche più di quanto abbiamo previsto”.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS:

Lascia una risposta

 
Pinterest