Le bici elettriche di Kia Motors

Le bici elettriche di Kia Motors

18 mar, 2014

Kia pedala verso la mobilità del futuro con la nuova bicicletta elettrica

• La nuova Pedelec Kia elettrica promette fino a 40 km di autonomia

• Innovazioni tecniche nel design, le specifiche di produzione

• Due modelli, City e MTB, si rivolgono al più ampio gruppo di consumatori

Fonte: Kia Motor Company Italy

 

Ginevra, Svizzera. 4 Marzo 2014 – ha fatto un altro passo in avanti nel campo della mobilità eco-friendly del futuro, quando ha presentato due prototipi dei suoi ultimi veicoli a emissioni zero a un pubblico multimediale appositamente invitato al Salone di Ginevra.

Dimostrando di Kia ‘Power Surprise’ in un modo veramente nuovo, la nuova (KEB) è una bicicletta Pedelec elettrica (viene esposta in entrambe le versioni città ed MTB), che promette prestazioni brillanti dal suo potente motore elettrico, mentre incorpora una serie di innovazioni tecniche nel suo design, nelle specifiche tecniche e nella fabbricazione.

La KEB a trazione posteriore è azionata da un motore elettrico da 250 Watt che produce una generosa coppia di 45 Nm, e alimentato da una batterie da 36 Volt , 10 Ah ai polimeri di litio che può essere facilmente staccata per la ricarica.

Il modello da città si rivolge ai pendolari grazie ad un’autonomia di circa 40 km con una singola carica e un tempo di ricarica di quattro ore.

Ideata e sviluppata dal Venture Business Development Team Kia al Centro R&D in Corea, la KEB dispone di un innovativo telaio monoscocca metallico che sembra un telaio in fibra di carbonio, ma è prodotto con un’avanzata tecnologia di stampaggio dei metalli e un processo robotizzato di saldatura automatizzata, seguendo gli standard del settore automotive di controllo di qualità.

La tecnologia avanzata di stampaggio metalli è un nuovo metodo di produzione appositamente sviluppato presso il Namyang Centre R&D per la produzione del telaio della KEB . Dopo aver pressato la lamiera di metallo da ciascun lato del telaio, il telaio subisce un processo di saldatura robotizzata automatizzato garantendo qualità uniforme. Questo è in contrasto con il telaio di una bicicletta convenzionale, che è spesso costituito da idroformatura, aumentando la complessità e il costo di produzione.

L’utilizzo di questi metodi di produzione ha permesso Kia un maggior grado di libertà di progettazione, con superfici distintive particolari e un design strutturale unico. Una maggiore scelta di metalli può essere utilizzata anche durante la produzione, con stampaggio metallo che permette al telaio di essere costruito in alluminio, acciaio ad alta resistenza ed acciaio inossidabile.

Entrambi i modelli City ed MTB presentano lo stesso propulsore e alimentatore, pesa circa 20 kg in totale, e hanno una velocità massima di 25,0 km all’ora (15.5 mph) conforme alle norme UE.

La citty è intesa come un disegno universale con la sua cornice step-through, la batteria montata posteriormente, cerchi da 28 pollici e paraspruzzi per il più ampio utilizzo. La MTB ha Rock Shock di 100 mm nella forcella anteriore, una batteria montata nella parte centrale e ruote da 26 pollici equipaggiate con pneumatici all-terrain – creando un immagine sportiva e giovanile.

I due modelli prototipi KEB sono state effettuate utilizzando telaio, motore elettrico e alimentatore fabbricati in Corea, insieme ai freni ed ai componenti degli ingranaggi da Shimano in Giappone. L’assemblaggio finale è stato effettuato in Germania.

Le reazioni dei media e del pubblico alla nuovissima bicicletta elettrica Kia saranno monitorati da vicino da Kia Motors Corporation, 70 anni dopo la sua prima bicicletta fabbricata in Corea nel 1944.

 


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: kia electric bicycle kia motors Namyang

Lascia una risposta

 
Pinterest