Karma e Faraday pianificano fabbriche in Cina

Karma e Faraday pianificano fabbriche in Cina

13 ago, 2016

Karma e Faraday pianificano grandi fabbriche di auto elettriche in Cina

di Stephen Edelstein

Fonte: GreenCarReports

 

11 Agosto 2016. La Cina è il più grande mercato di auto nuove al mondo ed i generosi incentivi statali l’hanno reso un mercato particolarmente forte per i veicoli plug-in.

Per usufruire di tale forte domanda, almeno due società sono apparentemente avanti con i piani per costruire grandi fabbriche dedicate alle auto elettriche.

Fisker Atlantic 2012

La settimana scorsa, due rapporti separati apparsi indicano che (ex Fisker) ed il gigante cinese della tecnologia stanno entrambi progettando delle fabbriche di auto elettriche nientemeno che nella stessa città.

Karma è di proprietà del fornitore automobilistico cinese Wanxiang, mentre LeEco sta attualmente sostenendo l’avvio negli Stati Uniti di Faraday Future.

Wanxiang ha recentemente chiesto una revisione dell’impatto ambientale di un sito per la sua proposta di costruzione di una fabbrica di auto elettrica nella città cinese orientale di , riferisce Bloomberg.

La fabbrica proposta avrebbe la capacità di costruire 50 mila auto all’anno e l’investimento complessivo stimato è di 2,5 miliardi di yuan (375 milioni di dollari).

Si costruiranno i due modelli Karma, a seconda delle necessità.

Oltre la (ex Fisker Karma), la fabbrica – dice anche Wanxiang – costruirebbe il modello più piccolo Atlantic presso il nuovo stabilimento.

La prima Atlantic presentata nel 2012 era una berlina più piccola con uno stile e sistema di autonomia estesa simile al propulsore elettrico della più grande Karma / Revero.

Fisker non è stato in grado di mettere l’Atlantic in produzione prima del fallimento, ma Wanxiang a quanto pare non ha rinunciato al modello.

La capacità totale di produzione annua dell’Atlantic è stata riferita di 39.000 unità.

Non è chiaro se l’Atlantic sarà costruita esclusivamente in Cina o se Karma deciderà anche di costruire la berlina anche nella sua nuova fabbrica a Moreno Valley, California.

Concept car LeEco LeEsse al Salone di Pechino 2016

E’ possibile che l’impianto di Hangzhou costruirà solo auto per il mercato cinese, in quanto questo permetterà Karma di evitare costi elevati di trasporto ed i dazi all’importazione.

Ma per ottenere l’approvazione della fabbrica, Wanxiang il proprietario di Karma deve avere molti permessi che consentono le aziende non-automobilistiche di stabilire fabbriche di auto, secondo Bloomberg.

LeEco sarà presumibilmente in lizza per uno di questi permessi per la sua fabbrica che prevede sia anche situato nella zona attorno a Hangzhou.

La società prevede di investire 12 miliardi di yuan (1,8 miliardi di dollari), nella fabbrica, con l’obiettivo di costruire 400 mila auto elettriche l’anno, secondo Reuters.

La fabbrica sarà parte di un più ampio “Eco Experience Park” che comprenderà uffici e un parco di divertimenti.

LeEco sta attualmente sostenendo Faraday Future, che ha aperto in una fabbrica nel North Las Vegas, Nevada, all’inizio di quest’anno, e ha individuato un secondo sito fabbrica a Vallejo, in California.

Noto per i suoi dispositivi intelligenti e servizi di streaming on-line, LeEco ha anche mostrato interesse per le auto elettriche indipendenti di Faraday.

Ha presentato una concept-car elettrica chiamata LeSee al Pechino Auto Show 2016, e ha una partnership tecnica con Aston Martin.

Tesla Motors ha anche ampiamente previsto di aprire uno stabilimento in Cina. E ha annunciato la sua intenzione di farlo diversi anni fa, ma fino ad ora, nessun sito o accordo firmato è stato confermato dalla società.

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: hangzhou karma atlantic karma automotive karma revero leeco wangxiang

Lascia una risposta

 
Pinterest