Volvo più piccole con motore tre cilindri ibrido

Volvo più piccole con motore tre cilindri ibrido

11 mar, 2017

di Stephen Edelstein

Fonte: GreenCarReports

 

5 Marzo 2017. Volvo attualmente offre propulsori ibridi plug-in nei suoi modelli di punta-XC90 SUV, berlina S90 e V90.

Man mano che la casa automobilistica svedese ridisegna i suoi modelli di livello inferiore, si aggiungeranno anche opzioni plug-in ibride.

Ma mentre l’attuale propulsore “Twin Engine” utilizza un motore a 4 cilindri e trazione integrale, altri modelli utilizzeranno una configurazione ridimensionata.

Il prossimo powertrain “Twin Engine” ibrido plug-in di Volvo sarà basato in un motore a 3 cilindri, con trazione anteriore, secondo riporta Green Car Congress (via Charged EV).

Questo propulsore verrà lanciato il prossimo anno, ha detto , Volvo Senior Director dei sistemi di propulsione elettrici, al SAE 2017 Hybrid and Electric Vehicle Technologies Symposium a San Diego.

Le vetture ibride con questo motore saranno seguite nel 2019 da tutti i modelli elettrici, così come un nuovo sistema di mild-hybrid da 48 Volt, ha detto Andersson.

Considerando che l’attuale powertrain T8 plug-in ibrido è destinato ad eguagliare le prestazioni dei motori più grandi da 6 e 8 cilindrii, il nuovo propulsore avrà lo scopo di abbinare 4 cilindri ed una più piccola cilindrata ai motori a sei cilindri.

I 3 cilindri del nuovo propulsore sarà in coppia con un cambio a doppia frizione a 7 marce e 55 kW (73 CV) del motore elettrico.

Una batteria agli ioni di litio da 9,7 kWh fornirà un’autonomia elettrica di 50 Km (31 miglia), ha aggiunto Andersson di Volvo.

Questo è probabile che, poichè misurato sul ciclo di prova europeo; l’analoga cifra dell’EPA degli Stati Uniti sia un po’ più bassa.

Questo propulsore sarà probabilmente utilizzato in una vasta gamma di macchine sulla base della nuova piattaforma Compact Modular Architecture di Volvo.

La piattaforma CMA sosterrà auto più piccole rispetto ai modelli di grandi e medie dimensioni che utilizzano la piattaforma SPA introdotta dalla XC90, S90 e V90.

Praticamente ogni modello di produzione di Volvo sarà basato su una di queste due piattaforme nel giro di pochi anni.

Tuttavia Volvo non ha confermato se i modelli basati sulla piattaforma CMA saranno venduti negli Stati Uniti.

Nel 2019, Volvo introdurrà anche un sistema mild-hybrid 48 volt per l’uso sia a benzina che diesel.

Userà al momento del lancio un motore elettrico da 10 kW (13,4 CV), con l’intenzione di passare a un motore da 15 kW (20,1 CV) in seguito.

I motori forniranno assistenza limitata al motore a combustione interna della macchina, e si avvarranno dalla potenza di una batteria da 0,25 kWh agli ioni di litio.

Anche nel 2019, Volvo prevede di lanciare il primo di quello che sarà probabilmente una gamma di più vetture elettriche di serie, che possono utilizzare entrambe le piattaforme CMA e SPA.

Volvo spera di vendere un totale di 1 milione di modelli onnicomprensivi sia elettrici che ibridi plug-in ibridi entro il 2025, e si aspetta che questi modelli costituiscano il 10 per cento delle sue vendite entro il 2020.

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Mats Andersson t8 volvo s90 Volvo V90 volvo XC90 SUV

Lascia una risposta

 
Pinterest