Volvo C30 elettrica: il Test-Drive europeo

Volvo C30 elettrica: il Test-Drive europeo

9 feb, 2011

A sei anni, la Volvo C30 è maggior d’età.
Popolare in Europa come risposta attenta alla sicurezza di Volvo

di Nikki Gordon-Bloomfield
Fonte: All Cars Electric

9 febbraio 2011. Con una gamma di motorizzazioni disponibili, la berlina a quattro posti rappresenta l’auto più leggera e piccola di Volvo.

Non è certo una sorpresa quindi che sia il modello scelto da Volvo per essere elettrificate in un programma triennale di test che coinvolgono 250 veicoli.

In vista dell’inizio del progetto, Volvo ci ha invitato alla sua sede centrale a Göteborg in Svezia per ottenere un’assaggio del suo veicolo rivoluzionario. 

Volvo C30 elettrica

La Volvo C30 presenta un sistema di trazione elettriche anteriore azionato da un motore da 82 kilowatt (110 CV), in grado di accelerare da 0-62 mph in 10.5 secondi. La velocità massima è poco più di 80 mph.

L’azienda svizzera Brusa ha fornito Volvo l’elettronica per la flotta di prova ed il controllo della trasmissione elettrica da 400V. I piani futuri per i veicoli di produzione non sono stati divulgati. L’alimentazione è fornita da un pacco di 24 batterie EnerDel agli ioni di litio da un kilowatt / ora.

Nel funzionamento convenzionale, solo 22,5 chilowattora del pacco batterie vengono utilizzati. L’autonomia oscilla tra 60 e 100 miglia in condizioni normali.

La ricarica avviene in circa 8 ore, con un caricabatterie di livello 2, da 240V, 10A. Una differenza chiave tra la Electric C30 e la sua sorella a benzina è la zona di deformazione anteriore ridisegnata. La mancanza di un pesante motore che assorbe energia ha guidato l’attenzione alla sicurezza di Volvo a sviluppare un frontale del tutto nuovo con
zona di deformazione riprogettata per assorbire e deviare gli impatti a distanza dal fragile pacco batterie. 

Climate Control, riscaldamento Hybrid

Anche degno di nota e meritevole di diversi paragrafi è l’approccio di Volvo della gestione termica della batteria.

Dal momento che Volvo è una società svedese abituata a costruire le automobili per clima freddi, la C30 include non uno, ma ben due sistemi di controllo del climatizzatore.

Con l’utilizzo di liquidi per riscaldamento e raffreddamento, l’Electric C30 assicura che la batteria, i passeggeri ed il motore siano tutti alle rispettivi temperature ottimali. Il pre-riscaldamento della cabina e dell’auto sono possibili quando collegati ad una presa di corrente, ma in aggiunta Volvo ha sviluppato un sistema ibrido di riscaldamento per il clima molto freddo.

Inserendo 4 litri di etanolo E85 nel serbatoio, Volvo sostiene che la C30 può operare a temperature fino a -22 gradi Fahrenheit (-30 gradi C) senza alcun calo significativo nell’autonomia – l’etanolo fornito viene usato per aiutare a mantenere la macchina calda.

Prime impressioni

All’esterno, c’è poca differenzia tra la C30 elettrica e quelle a benzina e diesel, a parte la presa di ricarica elettrica incorporata nella mascherina anteriore.

Internamente, la sistemazione dei sedili della C30 e lo spazio di carico restano inalterati, con spazio per quattro adulti e alcuni bagagli di piccole dimensioni.

Con tre porte, la C30 non è la macchina ideale per le famiglie, essendo più adatta alla città ed a coloro che necessitano l’uso occasionale del sedile posteriore.

A differenza delle altre C30, la console centrale della versione elettrica si estende oltre i sedili anteriori fino a quello dei passeggeri nella parte posteriore. Sotto si trova il pacco batteria, posto in una zona della vettura fuori dall’area di deformazione convenzionale. 

Volvo C30 Electrica

Classica qualità Volvo 

Certo, il nostro tempo al volante è stato di dieci minuti, troppo breve; ma in quel momento siamo stati in grado di familiarizzare con il carattere iniziale della vettura che Volvo chiama affettuosamente un “laboratorio viaggiante”.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: auto elettriche volvo c30 electric

Lascia una risposta

 
Pinterest