Studio Volvo per la ricarica senza fili

Studio Volvo per la ricarica senza fili

25 ott, 2013

Volvo Car Group completa con successo lo studio di ricarica senza fili per auto elettriche

Fonte: Volvo Car Corporation

24 ottobre 2013. Volvo Car Group è partner in un avanzato progetto di ricerca che ha studiato le possibilità della ricarica induttiva per i veicoli elettrici – ed i risultati mostrano che il trasferimento di questa tecnologia per la ricarica di energia tramite un campo elettromagnetico ha un futuro promettente.

“La ricarica induttiva ha un grande potenziale. La tecnologia senza fili è un modo comodo ed efficace per trasferire comodamente l’energia e lo studio ha anche indicato che la procedura è sicura”, afferma , Vice President, Electric Propulsion System di Volvo Car Group, aggiungendo che “non c’è ancora nessun standard comune per la ricarica induttiva. Noi continueremo la nostra ricerca e valuteremo la fattibilità della tecnologia nei nostri progetti di auto ibride ed elettriche”.

 

Ricarica senza fili

La ricarica induttiva utilizza un campo elettromagnetico invece di un cavo di trasferimento di energia tra due oggetti. Una piastra di induzione crea un campo elettromagnetico alternato da una stazione base di ricarica. Una seconda piastra di induzione nel dispositivo portatile preleva energia dal campo elettromagnetico e la riconverte in energia elettrica che ricarica la batteria. Questa tecnologia è comune in elettrodomestici elettrici come gli spazzolini da denti elettrici, ma non è ancora disponibile in commercio per ricaricare le auto elettriche.

“Con la ricarica induttiva, è sufficiente posizionare la vettura su un dispositivo di carica e la ricarica si avvia automaticamente. Crediamo che questo sia uno dei fattori che possono aumentare l’accettazione da parte del cliente dei veicoli elettrificati”, afferma Lennart Stegland.

 

La ricerca nelle Fiandre

Il progetto di ricerca completato, che comprendeva la ricarica induttiva per auto e pullman, è stato avviato da Flanders ‘Drive, il centro di conoscenza del settore automobilistico della regione delle Fiandre, in Belgio. E’ caratterizzato da un consorzio di aziende, tra cui Volvo Car Group, Transportation e il carrozziere . Il progetto è stato in parte finanziato dal governo fiammingo. Volvo Cars ha fornito l’auto per il progetto della ricarica induttiva: una Volvo C30 Electric con una potenza di 89 kW (120 CV).

“Il test ha dimostrato che la nostra Volvo C30 Electric si può caricare completamente senza un cavo di alimentazione in circa 2,5 ore. Parallelamente a questo, abbiamo anche condotto ricerche nella ricarica standard e lenta insieme ad Inverto, che è anche stato uno dei partner del progetto”, afferma Lennart Stegland.

 

Volvo Cars punta all’elettrificazione

L’ambiziosa strategia di Volvo Cars per l’elettrificazione ha portato anche il successo del lancio sul mercato della Volvo V60 ibrida plug-in, che è entrata in produzione di serie nel 2012.

La società ha avviato una strategica collaborazione con per sviluppare la tecnologia di azionamento elettrico e l’elettronica, nonché l’integrazione di questi sistemi nei veicoli elettrici.

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Bombardier Flanders' Drive Lennart Stegland siemens van hool volvo V60 hybrid plug-in

Lascia una risposta

 
Pinterest