Primo test ufficiale della Volvo V60 ibrida plug-in

Primo test ufficiale della Volvo V60 ibrida plug-in

12 mag, 2011

Primo test drive ufficiale per la Volvo V60 ibrida plug-in a Berlino: tecnologia avanzata e il lusso del design Volvo Car Corporation, tutto in uno

Fonte: Volvo Auto Italia

Bologna, 11 maggio 2011. Il primo test drive ufficiale su strada con l’esclusiva Volvo V60 ibrida plug-in si terrà durante l’11° Michelin Challenge Bibendum a Berlino (18-22 maggio 2011).

Nel complesso, Volvo Car Corporation fa il suo ingresso al raduno della sostenibilità con tre auto che enfatizzano l’ineguagliata abilità dell’azienda nell’abbinare la tecnologia ambientale a un’esperienza completa di lusso automobilistico.
 
La Volvo V60 ibrida plug-in, la Volvo C30 Electric e la Volvo V50 DRIVe presentate a Berlino sono tre esempi dell’impegno senza compromessi di Volvo Car Corporation verso l’automobilismo verde.

“Per far sì che i veri appassionati di auto adottino una mentalità ecologica, è necessario offrire loro la possibilità di guidare auto che emettano poca anidride carbonica, senza però ridurre la scarica di adrenalina tipica del vero piacere di guida” afferma Peter Mertens, Senior Vice President  del settore Ricerca e Sviluppo di Volvo Car Corporation. Poi aggiunge:

“Dato che le prove del Michelin Challenge Bibendum comprendono test di accelerazione e maneggevolezza, nonché una prova di guida sull’efficienza energetica, ci aspettiamo che le nostre vetture facciano molto bene. Sono tutte ben equipaggiate, comode, sportive e sicure proprio come ogni altro modello Volvo.”

 

La Volvo V60 ibrida plug-in: un’auto tre-in-uno

La Volvo V60 ibrida plug-in, il cui debutto ufficiale nei test su strada avverrà al Michelin Challenge Bibendum, integra le migliori proprietà di tre diversi tipi di automobile in un’unica, attraente sport wagon. Il conducente sceglie la modalità di guida preferita tramite tre pulsanti sul cruscotto:  Pure, Hybrid e Power.

• In modalità Pure, l’auto è alimentata solo dal suo motore elettrico, fin quando è possibile. L’autonomia di guida arriva a 50 km/h.

• Nella modalità predefinita Hybrid, il motore diesel e quello elettrico interagiscono per ottenere l’equilibrio ottimale tra il piacere di guida e il basso impatto ambientale. Le emissioni di CO2 (NEDC) sono di 49 g/km, pari a un consumo di carburante diesel di 1,9 l/100 km. L’autonomia complessiva dell’auto arriva a 1200 km.

• In modalità Power la tecnologia è ottimizzata per far sì che l’auto offra le migliori prestazioni possibili. Il motore diesel e quello elettrico hanno una potenza combinata di 215 + 70 cavalli e una coppia massima di 440 + 200 Nm.
Le ruote anteriori dell’auto sono azionate da un turbodiesel cinque cilindri da 2,4 litri che eroga 215 CV/440 Nm. L’asse posteriore ha un motore elettrico da 70 CV alimentato da un pacco batteria agli ioni di litio da 12 kWh.
La V60 ibrida plug-in, che sarà disponibile sul mercato nel 2012, è il risultato della stretta collaborazione tra Volvo Cars e la società svedese di fornitura di energia elettrica Vattenfall.

Volvo C30 Electric: 150 km ed emissioni quasi a zero

La Volvo C30 Electric è ben equipaggiata, comoda, sportiva e sicura come la C30 standard, ma allo stesso tempo offre al conducente un’autonomia fino a 150 chilometri con una sola ricarica, con emissioni di anidride carbonica quasi pari a zero.

L’auto è dotata di un motore elettrico da 111 CV con 220 Nm di coppia. Il pacco batteria agli ioni di litio da 24 kWh viene ricaricato tramite una normale presa elettrica da 230 Volt. Una carica completa a 10 Ampère richiede circa 10 ore. Il tempo scende a meno di sette ore se si utilizzano 16 A.

L’autonomia certificata in base al ciclo NEDC (New European Driving Cycle) è di 163 km. Tuttavia, l’autonomia effettiva dell’auto indicata da Volvo Cars arriva a 150 chilometri. L’energia prodotta dall’utilizzo del freno motore serve a rigenerare la batteria.

La C30 Electric accelera da 0 a 70 km/h in soli 6,5 secondi. La velocità massima dell’auto è di 130 chilometri orari.

Volvo V50 DRIVe

La Volvo V50 DRIVe è dotata di un turbo diesel common rail da 1,6 litri con start/stop e numerosi altri dettagli che abbattono il livello di emissioni di CO2 fino a 99 g/km. Il motore eroga 115 CV/270 Nm e il consumo di carburante (combinato UE) è di 3,8 litri per 100 km.

Il simbolo DRIVe di Volvo viene assegnato ai modelli che offrono le migliori prestazioni ambientali nelle rispettive classi di appartenenza.

“Abbiamo fatto rapidi progressi da quando abbiamo lanciato i nostri primi tre modelli da 119 grammi a Parigi, nell’autunno del 2008. Ora vantiamo sette modelli al di sotto dei 120 g/km, tre dei quali al di sotto dei 100 grammi: questo evidenzia ancora di più che sono poche le concorrenti in grado di competere con noi in termini di auto sempre più eco-efficienti,” afferma Peter Mertens. E conclude: “La V60 ibrida plug-in e la C30 incarnano la nostra ambizione di portare l’energia elettrica negli showroom Volvo il prima possibile. Le auto in mostra al Michelin Challenge Bibendum fanno parte di queste flotte di veicoli di prova, molto vicini alla qualità necessaria per la produzione.”

 

Michelin Challenge Bibendum

Il Michelin Challenge Bibendum è un evento internazionale che combina valutazioni e test tecnici, dimostrazioni e test drive per misurare il progresso di veicoli, energie e tecnologie. Le tecnologie e le tendenze vengono discusse nel corso di forum e conferenze. Decisori e opinion leader del settore pubblico e privato valutano i passi avanti e i percorsi futuri per l’energia sostenibile a vantaggio di una migliore mobilità.
 

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: motore ibrido volvo v60 plug in hybrid

Lascia una risposta

 
Pinterest