Sustainability Report del Gruppo Volkswagen

Sustainability Report del Gruppo Volkswagen

2 giu, 2014

Fonte: Volkswagen Group Italia

 

Verona, Italia. 30 maggio 2014. I progressi fatti segnare nel 2013 dal primo Gruppo automobilistico europeo nell’ambito della sostenibilità economica, ambientale e sociale sono presentati nel nuovo Sustainability Report: un documento di 152 pagine che testimonia l’impegno e la dedizione del Gruppo su questo argomento.

“Il Sustainability Report è un vero e proprio biglietto da visita del Gruppo Volkswagen. Presenta, attraverso dati precisi e molti esempi, i nostri obiettivi e le motivazioni che ci spingono a perseguirli: il nostro è un progetto responsabile, con un orientamento a lungo termine” ha dichiarato il Prof. Dr. , Presidente del Gruppo Volkswagen. “Non intendiamo ottenere successi immediati a spese di altri. Vogliamo una crescita solida e continuativa, che porti benefici a tutti: Clienti e investitori, l’ambiente e la società e, non da ultimo, i nostri Collaboratori”.

Per il Gruppo Volkswagen, sostenibilità è sinonimo di “qualità della vita e orientamento al futuro”, ha aggiunto Winterkorn, e rappresenta “un elemento centrale nelle attività dell’Azienda”.

Il report fornisce informazioni sull’ampia gamma di soluzioni efficienti, affidabili e fruibili quotidianamente per quanto riguarda sistemi di trazione e carburanti, sull’ampliamento della sostenibilità nelle relazioni con i fornitori e sull’implementazione di standard qualitativi uniformati per la formazione professionale e per la qualifica dei Collaboratori.

All’interno del Sustainability Report viene spiegato anche come la strategia modulare adottata dal Gruppo (MQB) abbia contribuito all’abbattimento delle emissioni, come l’attuale modello formativo – la cosiddetta “doppia formazione” – verrà esportato a livello mondiale, e come il Gruppo Volkswagen contribuisca concretamente nell’ambito della ricerca sulla sicurezza.

 


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Martin Winterkorn

Lascia una risposta

 
Pinterest