Toyota uccide il giovane marchio Scion

Toyota uccide il giovane marchio Scion

8 feb, 2016

di Stephen Edelstein

Fonte: GreenCarReports

 

3 Febbraio 2016. Dopo quasi 13 anni, il “giovane marchio” Toyota è morto.

Concepito come una targhetta entry-level per introdurre i clienti sotto il marchio principale Toyota, e focalizzato su piccole vetture, Scion cesserà di esistere come marchio indipendente nel mese di agosto.

La mossa arriva dopo che il genitore Toyota ha tentato di rinvigorire Scion con due nuovi modelli – la berlina iA e l’hatchback iM – e ha proposto quello che poteva essere una versione della prossima C-HR utilitaria crossover.

Questi tre modelli saranno tutti venduti come Toyota per il model year 2017 e per il futuro.

L’esecuzione di Scion è stata riportata dal sito auto CarBuzzards la scorsa notte, ed è stata confermata da Toyota in un annuncio dato oggi.

Un comunicato stampa diffuso questa mattina ha detto che la decisione di interrompere Scion è stata fatta in parte perché i giovani acquirenti di Scion, target per il quale è stata fondata, sono felici di acquistare modelli Toyota.

Più di un decennio fa, Scion è stata creata per attrarre acquirenti giovani nella piega Toyota con auto piccole e poco costose.

Negli ultimi anni, il marchio ha lottato. Scion ha venduto 56,167 vetture nel 2015, con un notevole calo dai 173.034 nel 2006.

Il brand inizialmente ha avuto un successo inaspettato con la piccola e inesorabilmente angolare xB di prima generazione.

Ma una più grande di seconda generazione xB e un modello compagno chiamato xD non sono stati così ben accolti.

E invece di aggiornarle regolarmente, Toyota fece un breve tentativo di ringiovanire Scion con modelli di nicchia.

Ha lanciato la vettura sportiva FR-S e la city car iQ – nessuno dei quali ha avuto la capacità di contribuire con elevati volumi di vendita.

Lo scorso anno, Toyota ha dato finalmente a Scion due nuovi modelli tradizionali da vendere a fianco delle FR-S e la coupé tC esistenti.

L’IM è una Toyota Auris berlina rivista, mentre l’IA è una versione berlina della Mazda 2.

La coppia sembrava essere quello che doveva servire, ma forse era troppo poco e troppo tardi. Esse, in ogni caso, continueranno nella famiglia.

A partire dal mese di agosto, la maggior parte delle automobili Scion saranno rinominate come Toyota, che ha un senso, dato che molti sono già vendute come modelli Toyota in altri mercati.

Le versioni Model Year 2017 delle FR-S, iA ed iM saranno vendute come Toyota, anche se i loro nomi non sono stati affrontati nell’annuncio di oggi.

Allo stesso tempo, la produzione della coupé tC verrà interrotta, con un “Edizione definitiva ultima Serie” impostato per mettere il modello fuori produzione.

Il crossover C-HR – mostrato in forma di concept 2016 al Los Angeles Auto Show – sarà venduto qui come Toyota, così come in altri mercati.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: scion scion c-hr scion iA scion iM

Lascia una risposta

 
Pinterest