Toyota leader europeo nelle emissioni di CO2

Toyota leader europeo nelle emissioni di CO2

16 nov, 2013

- Toyota Motor Europe, secondo i parametri della Commissione Europea, al vertice per la media di emissioni di CO2 più bassa in Europa nel 2012, pari a solo 103,6 g/km
- Il 23% del parco auto TME sotto i 100 g/km di CO2
- Undici modelli Toyota e sotto la soglia dei 100 g/km, di cui 6 sotto i 94 g/km
- +47% di veicoli ibridi venduti (+36.652 unità) nei primi nove mesi dell’anno rispetto al 2012

Fonte: Toyota Motor Italia

Roma, Italia. novembre 2013. Secondo i dati relativi alle emissioni di CO2, resi noti la settimana scorsa dalla Commissione Europea e dall’Agenzia Europea dell’Ambiente, nel 2012 Toyota Motor Europe (TME) si è confermata il costruttore Europeo più ecologico.

La media di CO2 del parco auto TME ha raggiunto i 103,6 g/km, una diminuzione di 5,7 g/km rispetto al 2011, pari a una riduzione annua di circa il 5%.

Questo risultato ha consentito a Toyota Motor Europe di attestarsi a 24,3 g/kmin meno rispetto all’obiettivo stabilito dalla Commissione Europea per l’anno 2012.

La valutazione della Commissione Europea prende in esame il 65% dei veicoli immatricolati prodotti da ciascun costruttore. I calcoli basati sul 100% della gamma entreranno in vigore a partire dal 2015, mentre i prossimi due anni vedranno un progressivo incremento della percentuale presa in considerazione: il 75% nel 2013 e l’80% nel 2014.

Secondo i dati pubblicati, le emissioni di CO2 prodotte dalle vetture Toyota in Europa sono diminuite del 29% negli ultimi 12 anni, raggiungendo una media di 121,9 g/km; un ottimo risultato se paragonato alla media generale del settore, diminuita del 23%.

Toyota è il brand Automotive ad offrire la più alta percentuale di veicoli con emissioni al di sotto ai 100 g/km, pari al 23% dell’intera gamma.

Attualmente Toyota e Lexus offrono in Europa un totale di 11 modelli con emissioni inferiori ai 100 g/km, di cui 6 sotto i 90 g/km, tra cui: Toyota iQ (99 g/km), Aygo (99 g/km), Yaris Hybrid (79 g/km), Auris (99 g/km), Auris Hybrid (84 g/km), Auris Hybrid Touring Sports (85 g/km), Prius (89 g/km), Prius + (96 g/km), Prius Plug-in (49 g/km), Lexus CT 200h (87 g/km) ed IS Hybrid (99 g/km).

I dati pubblicati dall’Agenzia Europea dell’Ambiente suggeriscono inoltre come questa leadership derivi in parte dall’ampliamento della gamma ibrida TME, che oggi include 6 modelli Toyota e 6 modelli Lexus.

Le vendite europee(1) di veicoli ibridi Toyota e Lexus dopo i primi nove mesi del 2013 sono superiori del 47% rispetto allo stesso periodo del 2012 (78.380 unità). Ad oggi, sono state vendute in Europa 115.032 vetture ibride, grazie soprattutto agli ottimi risultati ottenuti da Yaris Hybrid ed Auris Hybrid.

, TME Vice-President for Communications, External and Environmental Affairs:
“Siamo arrivati a un punto di svolta. Il successo di vendite in Europa è un chiaro segnale di come ormai, parlando di alimentazioni alternative, i clienti preferiscano l’ibrido”.

Dal lancio di Prius sul europeo, avvenuto nel 2000, le vendite totali di vetture ibride nel vecchio continente ha raggiunto le 620.588 unità (dato aggiornato a settembre 2013).

Il 2013 registra un incremento pari al 20% nelle vendite di vetture ibride Toyota e Lexus in Europa, un risultato che rappresenta un ulteriore significativo contributo da parte di Toyota Motor Europe alla riduzione delle emissioni.

(1) Toyota Motor Europe è responsabile di tutti i paesi dell’Europa Occidentale, Centrale e Orientale, inclusi paesi quali Turchia e Russia, oltre a Israele e diversi mercati dell’Asia Centrale (Armenia, Azerbaijan, Georgia, Kazakhistan, Tajikistan, Turkmenistan e Uzbekistan).

Tabella – Media emissioni parchi auto (in g/km) nel 2012 (2)

(2) Costruttori con vendite nel 2012 pari o superiori a 100.000 unità.


 

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: lexus mercato Michel Gardel motori ibridi toyota auris hybrid toyota prius toyota yaris hybrid

Lascia una risposta

 
Pinterest