Le foto dei lavori nella Tesla Gigafactory

Le foto dei lavori nella Tesla Gigafactory

2 mar, 2015

Nuove foto mostrano i progressi nell’impianto Tesla del

di John Voelcker

Fonte: GreenCarReports

 

 

26 Febbraio 2015. Per essere in grado di costruire e vendere la sua prevista berlina elettrica Model 3 a 35 mila dollari,  Tesla Motors deve prima costruire la sua “gigafactory” di produzione di celle agli ioni di litio nel Nevada e poi testare e omologare le batterie che produce.

Le ultime foto rappresentano già alcuna indicazione e di fatto il lavoro sta procedendo rapidamente sul grande impianto.

Le fotografie scattate ieri dal residente locale e advocate dei veicoli elettrici Bob Tregilus mostrano che buona parte del fabbricato principale ha già preso forma.

Sembra che circa un quarto del totale dell’area della centrale a due piani sia stato ora incorniciato e coperto, ma ovviamente c’è ancora una vasta area da erigere e chiudere.

Lasciamo ai lettori di calcolare quanto è stato costruito e quanto resta ancora da costruire, il ritmo di massima dei progressi compiuti nel corso delle sette settimane dopo l’ultima serie di foto – e che cosa potrebbe indicare la data di completamento della struttura.

Costruire l’edificio della stessa fabbrica naturalmente è solo la prima fase. Poi Tesla e il suo partner nel settore delle batterie Panasonic, devono cominciare a installare e testare le varie macchine che fabbricheranno gli elettrodi.

Per fare ciò, tuttavia, una varietà di composti stessi devono essere creati dalle materie prime quali litio e grafite di cui sarà dotato l’impianto.

E quei passaggi devono essere tutti eseguiti in condizioni sterili simili a quelle dei più sofisticati impianti di fabbricazione per l’industria dei microprocessori.

La Model 3 è prevista di entrare in produzione in ritardo nel 2017, ma la gigafactory deve essere installata e completamente funzionante a regime sufficiente a produrre abbastanza celle e batterie complete prima di allora.

Questo è un programma ambizioso per un progetto il cui costo potrebbe raggiungere i 5 miliardi di dollari.

 

Le ultime news aziendali

Tesla ha detto all’inizio di questo mese nella sua ultima lettera agli azionisti che rimane in essere “il piano per iniziare installazione di impianti entro la fine dell’anno e per l’avvio della produzione di batterie nel 2016, in collaborazione con Panasonic”.

Il direttore delle operazioni batterie, , detto anche alla recensione del Nikkei Asian di questa settimana che “Il lancio della pianta sarà accelerato con l’obiettivo di abbattere i costi di produzione grazie alle economie di scala”.

Eppure, Tesla è abituata a lavorare sotto i riflettori dell’attenzione pubblica.

L’azienda ha già raggiunto diversi obiettivi ampiamente pensati al punto di sembrare quasi impossibili – tra cui il lancio di quello che potrebbe essere la berlina elettrica più veloce in produzione mondiale.

 

Foto Licenza di Bob Tregilus per Green Car Reports.

 


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Kurt Kelty nevada tesla gigafactory

Un commento

  1. Attenzione ad fidarsi ciecamente dei traduttori automatici.
    Per una testata di stampo giornalistico almeno una rilettura andrebbe fatta!

Lascia una risposta

 
Pinterest