Energia da Tesla e SolarCity

Energia da Tesla e SolarCity

28 apr, 2012

Tesla e Solar City Team creano un nuovo sistema di immagazzinamento di energia
da Charley Cameron

24 aprile 2012. Tesla è conosciuta soprattutto per le auto elettriche eccezionalmente belle e sportive, ma il loro ruolo nel settore automobilistico include anche la costruzione di batterie.

Ora, l’azienda sta collaborando con l’azienda di noleggio SolarCity e la coppia si trova ad applicare il know-how della loro batteria per creare un completo kit per l’immagazzinamento domestico di energia solare.

La partnership potrebbe fornire un facile (anche se potenzialmente costoso) modo per superare un problema di lunga data: quasi tutti i sistemi solari sono legati e dipendono da una rete elettrica.

Quando la rete è spenta, i pannelli solari sono fuori uso, e quando il sole è spento, non c’è energia solare immagazzinata e tu non hai sufficiente potenza sulla rete elettrica.

E se entrambi sono spenti, sei completamente al buio.

Ma Tesla e SolarCity con il loro nuovo pacco batterie agli ioni di litio potrebbero risolvere il problema di una volta per tutte.

Alcuni utenti hanno superato questo problema con i sistemi propri di storage di batterie.

Gizmodo riporta che queste batterie sono spesso composte da un gruppo di batterie al piombo per auto tutt’altro che ecologiche.

Tesla ha lavorato sullo sviluppo di batterie agli ioni di litio del tipo che si trova in genere in un computer portatile, per l’uso nei loro veicoli elettrici.

Attraverso la loro partnership con SolarCity, una società californiana che fornisce opzioni di leasing di pannelli solari e l’installazione a servizio completo in 12 stati, Tesla spera di fornire un set di queste batterie al litio che possono essere facilmente collegate ai pannelli fotovoltaici SolarCity per funzionare completamente fuori del sistema di rete.

La batteria è attualmente visualizzata sul sito SolarCity, e prende la forma di una parete con dimensioni simili a quelle di “un solare inverter”, e può essere collocata sia all’interno che all’esterno della casa.

SolarCity afferma che “una batteria completamente carica copre il fabbisogno di potenza di base di un”abitazione duante un paio di giorni e una casa ad energia solare può ricaricare la batteria dal sole a tempo indeterminato”, consentendo di essere “pronti a tutto”.

La partnership tra le due aziende è iniziata due anni fa, quando hanno ricevuto una sovvenzione di 1,8 milioni di dollari dalla California Public Utilities Commission con l’obiettivo di ricercare un’unità d’immagazzinaggio di energia solare nelle batterie.

E ‘un po’ un affare di famiglia dal CEO di Tesla è il cugino co-fondatore di SolarCity .

Nel 2010 Rive ha commentato al New York Times che “Pensiamo che nei prossimi anni questo sarà il modo solare predefinito installato. Come abbattere i costi, però, non sarà un compito facile”.

Risolvere il rapporto costo-efficacia è questione della tecnologia che sembra essere il prossimo passo del progetto, in quanto le aziende sono in attesa di approvazione delle sovvenzioni del California Public Utility Commission Self-Generation Incentive Program (SGIP), e del credito d’imposta federale di investimenti (ITC) per l’energia pulita prima di lanciare la tecnologia a livello commerciale.

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Elon Musk litio-ion Peter Rive SolarCity

Lascia una risposta

 
Pinterest