Accordo Tesla e Panasonic per la Gigafactory

Accordo Tesla e Panasonic per la Gigafactory

30 lug, 2014

Tesla e Panasonic raggiungono un accordo sul progetto

di Stephen Edelstein

Fonte: GreenCarReports

 

29 luglio 2014. Tesla Motors e il suo schietto amministratore delegato, , ultimamente non hanno avuto molto da dire sui suoi piani per costruire una batteria “gigafactory”.

Ora, un nuovo rapporto sostiene che Tesla ha firmato un importante accordo per rendere la gigafactory una realtà.

Tesla ha raggiunto un accordo con Panasonic – l’attuale fornitore di celle agli ioni di litio – che permetterà al progetto gigafactory di andare avanti entro la fine dell’anno, secondo il rapporto di Nikkei Asian Review.

La cosiddetta gigafactory, dovrà essere collocata negli Stati Uniti occidentali e sarebbe la più grande fabbrica di celle agli ioni di litio in tutto il mondo. E’ necessaria per supportare i piani di Tesla per la notevolmente ampliata produzione di auto elettriche.

Mentre Panasonic precedentemente aveva espresso scetticismo riguardo gli ambiziosi piani di Tesla per la costruzioni di celle agli ioni di litio, ora sembra che il gigante dell’elettronica parteciperà costruzione della gigafactory.

E’ stato riferito che l’azienda investirà dai 20 ai 30 miliardi di yen (194 a 291 milioni dollari al cambio attuale), e fornirà le macchine di fabbricazione necessarie per la produzione delle celle.

Ciò significa che Panasonic potrebbe finire per pagare il conto di 1 miliardo di dollari del totale di 5 miliardi di dollari di investimenti necessari previsti per la gigafactory.

Oltre a fornire le celle agli ioni di litio di Tesla, Panasonic possiede una piccola quota del produttore di auto elettriche.

Secondo i termini di un precedente contratto negoziato nel mese di ottobre 2013, la società di elettronica fornirà Tesla con 2 miliardi di celle tra il 2014 e il 2017, per essere utilizzate nella sua berlina Model S e nel veicolo crossover Model X.

La gigafactory dovrebbe entrare in linea al termine di tale periodo di tre anni.

Tesla ha ristretto la scelta del sito (o dei siti) fino a quattro stati (Arizona, Nevada, New Mexico e Texas) e si prevede di iniziare i lavori entro la fine dell’anno, con l’installazione delle apparecchiature che si terrà nel 2016.

La produzione delle celle dovrà essere in pieno svolgimento entro il 2018 al fine di garantire una fornitura di batterie per l’imminente uscita della , una berlina elettrica di medie dimensioni con un’autonomia di 200 miglia (320 km) che Tesla dice che costerà circa 35 mila dollari e che dovrebbe essere inserita nella produzione in quell’anno.

Né Panasonic né Tesla hanno al momento commentato l’accordo, ma un annuncio ufficiale è previsto nelle prossime settimane.

 

Foto:

Diapositiva che mostra le statistiche di Tesla Motors gigafactory (febbraio 2014)

Modello pacco batteria agli ioni di litio S in prova ambientale dell’azienda

Slide che mostra i posti candidati per la gigafactory Tesla Motors (febbraio 2014)

 


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: batterie litio Elon Musk gigafactory tesla model III tesla model s tesla model x

Lascia una risposta

 
Pinterest