Ricarica intelligente della Renault ZOE in Germania

Ricarica intelligente della Renault ZOE in Germania

24 nov, 2015

In Germania, Renault ha eseguito test su un innovativo sistema intelligente di ricarica con ().

La tecnologia TMH automatizza gli orari della ricarica dei veicoli elettrici in coincidenza con periodi in cui l’elettricità costa meno.

Undici dipendenti proprietari di in Germania hanno testato il sistema a casa loro, riducendo i costi di ricarica per i veicoli elettrici

Fonte: Renault Germania

 

20 Novembre 2015. I proprietari di auto elettriche apprezzano la riduzione dei tempi di ricarica dei loro veicoli, e ancor di più la riduzione dei costi della ricarica. Per provare un tale sistema, Renault Germania ha collaborato con The Mobility House (con sede a Zurigo e Monaco di Baviera), specializzata in soluzioni di trasporto elettrici, come i terminali di ricarica intelligenti e sistemi di immagazzinamento dell’energia.

The Mobility House (TMH) ha sviluppato una tecnologia che riduce sostanzialmente il costo della ricarica per il cliente, nonché accorcia il tempo di carica di un’ora. Undici proprietari ZOE, che lavorano alla Renault in Germania, sono stati selezionati per testare il sistema sviluppato da TMH in condizioni di vita reale.

Una volta collegato a una speciale stazione di ricarica a casa del proprietario ZOE, la vettura comunica i suoi bisogni di elettricità tramite una Renault Global Data Center per TMH, ai programmi di ricarica del veicolo sulla base dei dati relativi ai costi dell’energia. Energia elettrica dalla rete costa di più durante i periodi di forte domanda e di meno quando la domanda è bassa, in modo che il sistema rileva i picchi di consumo e interrompe la carica fino a quando il costo scende. La ricarica veloce procede poi, a costi più bassi, fino a quando le batterie dell’auto sono completamente cariche.

Questa tecnologia consente ai proprietari di auto elettriche di ottimizzare le loro spese di energia elettrica, senza il fastidio di dover calcolare i periodi di picco e di maggior richiesta di energia. Essa segna la prima tappa del prossimo sviluppo delle “reti intelligenti”. Renault e TMH stanno lavorando insieme su altre soluzioni per ridurre i costi di ricarica offrendo ai proprietari di veicoli elettrici modi per guadagnare soldi dalla produzione di energia elettrica da immettere nella rete.

Il veicolo elettrico, una soluzione per contrastare il riscaldamento globale

L’impronta di carbonio delle auto elettriche si sta restringendo rapidamente, con lo spostamento già in corso verso l’uso di energie rinnovabili nel mix energetico complessivo in molti paesi in tutto il mondo di oggi. Le energie rinnovabili sono presenti nel 56% delle nuove centrali elettriche costruite nel mondo di oggi. In Europa, la percentuale sale al 72%.

Renault è il pioniere di tutti i veicoli elettrici a prezzi accessibili e l’unica casa automobilistica ad offrire una gamma completa. Renault vede il veicolo elettrico come una contromisura eminentemente vitale contro il riscaldamento globale.

Perché brucia senza combustibile fossile, il veicolo elettrico non emette CO2 (1). ZOE emette 0 g/km di CO2 mentre un endotermico o un veicolo ibrido di dimensione equivalente emette almeno 84 g/km. ZOE ha un’autonomia certificata di serie “ufficiale” di 210 km (con l’unità di potenza Q210) o 240 km (con il Q240), che equivale a 100 km a 170 km sotto reali condizioni di guida.

L’Alleanza Renault-Nissan è partner ufficiale del vertice della COP21 delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, fornendo una flotta di 200 veicoli elettrici dell’Alleanza, tra cui 100 Renault Zoe, per traghettare i delegati tra Parigi e Le Bourget dal 30 novembre al 11 Dicembre 2015.

(1) Zero emissioni in atmosfera di CO2 o di sostanze inquinanti sotto ciclo di certificazione NEDC (ad eccezione dall’abrasione di parti soggette ad usura).

 

In English

Smart-charging with Renault ZOE in Germany

 

In Germany, Renault has run tests on an innovative smart-charging system with The Mobility House (TMH).

TMH technology automates electric vehicle charging schedules to coincide with periods when electricity costs less.

Eleven ZOE-owner Renault employees in Germany tested the system at their homes, reducing charging cost for electric vehicles

Source: Renault Germany

 

November 20, 2015. Electric car owners appreciate reduced charging times for their vehicles, and even more so reduced charging cost. To test such a system, Renault Germany teamed up with The Mobility House (based in Zürich and Munich), which specializes in electric transport solutions such as smart charge terminals and energy storage systems.

The Mobility House (TMH) has developed a technology that substantially reduces the charging cost for the customer, as well as shortening the charge time by an hour. Eleven ZOE owners, working at Renault in Germany, were selected to test the system developed by TMH under real-life conditions.

Once plugged in to a special charge station at the ZOE owner’s home, the car communicates its electricity needs via a Renault Global Data Center to TMH, which schedules vehicle charging on the basis of energy cost data. Electricity from the grid costs more during high demand periods and less when demand is low, so the system detects consumption peaks and stops charging until the cost falls. Fast charging then proceeds, at lower cost, until the car batteries are fully charged.

This technology enables electric car owners to optimize their electricity expenses without the trouble of having to calculate peak and trough demand periods themselves. It marks the first stage in forthcoming development of “smart grids”. Renault and TMH are also working together on other solutions for reducing charging costs, and offering electric vehicle owners ways to earn money by generating electricity to be fed into the grid.

The electric vehicle, a solution to counter global warming

The carbon footprint of electric cars is shrinking fast, with the shift already underway toward the use of renewable energies in the overall energy mix in most countries across the world today. Renewable energies feature in 56% of the new electricity power plants built in the world today. In Europe, this figure rises to 72%.

Renault is the pioneer of affordable all-electric vehicles, and the only carmaker to offer a full range. Renault sees the electric vehicle as an eminently viable countermeasure against global warming.

Because it burns no fossil fuel, the electric vehicle emits no CO2 (1). ZOE emits 0 g/km of CO2 whereas an internal-combustion or hybrid vehicle of equivalent size emits at least 84 g/km. ZOE has an “official” (certification-cycle) range of 210 km (with the Q210 power unit) or 240 km (with the Q240), which works out at 100 km to 170 km under real-life driving conditions.

The Renault-Nissan Alliance is an official partner of the COP21 United Nations climate-change summit, providing a fleet of 200 Alliance electric vehicles, including 100 Renault ZOEs, to ferry delegates between Paris and Le Bourget from 30 November to 11 December 2015.

(1) Zero atmospheric emissions of CO2 or pollutants under NEDC certification cycle (excepting from abrasion of wear parts).

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: renault zoe the mobility house tmh

Lascia una risposta

 
Pinterest