Renault consegna auto elettriche al Papa

Renault consegna auto elettriche al Papa

7 set, 2012

Renault consegna un’esclusiva auto elettrica a Papa

- Il costruttore automobilistico Renault ha consegnato a Sua Santità Benedetto XVI un veicolo 100% elettrico, appositamente realizzato in esemplare unico per le esigenze di mobilità del Papa.

- Progettato sulla base del modello Kangoo Maxi Z.E., è stato sviluppato in collaborazione con il carrozziere , insieme ad un secondo veicolo destinato alla Gendarmeria Vaticana.

- I due veicoli sono stati consegnati ieri al Santo Padre da , Presidente–Direttore Generale del Gruppo Renault, nella residenza pontificia di Castel Gandolfo.

Fonte: Renault Italia

 

Roma, Italia. 6 settembre 2012. Renault si pone a fianco del Vaticano per promuovere un messaggio di mobilità sostenibile con la consegna a Sua Santità Benedetto XVI di due veicoli 100% elettrici, appositamente realizzati per le esigenze di mobilità del Pontefice. I veicoli sono stati consegnati al Santo Padre ieri, mercoledì 5 settembre, da Carlos Ghosn, Presidente–Direttore Generale del Gruppo Renault, nel corso di una visita presso la villa pontificia di Castel Gandolfo, residenza estiva del Papa.

Il veicolo principale, che sarà utilizzato per le esigenze di mobilità del Pontefice in specifici contesti come la residenza di Castel Gandolfo, è di colore bianco con lo stemma pontificio di Benedetto XVI sulle porte, e rappresenta una versione ecologica e sostenibile della “papamobile”. Il modello, realizzato sulla base del Kangoo Maxi Z.E., ha una lunghezza di 4,6 m e una larghezza di 1,8 m. È dotato di un motore elettrico da 44 kW (60 cv), e di una batteria agli ioni di litio che gli assicura un’autonomia media di 170 km (in ciclo misto d’omologazione NEDC).

Il secondo esemplare, gemello del primo, è di colore blu con banda bianca e gialla lungo la fiancata ed è destinato alla Gendarmeria Vaticana per i servizi di sicurezza al Pontefice.

I due veicoli sono stati trasformati, rispetto al modello base Kangoo Maxi Z.E., in collaborazione con il carrozziere francese Gruau. Queste versioni adattate dispongono di 4 posti, di cui 2 sedili posteriori individuali e particolarmente confortevoli. I due veicoli integrano, inoltre, specifiche soluzioni ideate per renderli idonei agli usi cui saranno destinati dal Vaticano: tetto apribile e vetri laterali posteriori amovibili per un’ampia superficie aperta, porte laterali posteriori a battente e pedane elettriche a scomparsa per un accesso a bordo agevole.

Attraverso il dono dei due modelli elettrici al Vaticano, Renault conferma la sua attenzione allo sviluppo nel mondo di una mobilità più responsabile, che recuperi la centralità dell’uomo e protegga l’ambiente, mediante la diffusione di tecnologie innovative ed ecologiche, come l’alimentazione 100% elettrica, a zero emissioni inquinanti ed acustiche in fase di utilizzo.

Renault mette, in tal modo, la propria esperienza di costruttore automobilistico leader nel settore dei veicoli elettrici, a supporto degli orientamenti di sostenibilità del Vaticano e di , considerato pontefice molto attento ai temi dell’ambiente, per aver più volte sottolineato la necessità di uno sviluppo sostenibile che persegua la salvaguardia del Creato.

“Con questo dono a Sua Santità, Renault rinnova il proprio forte e continuo impegno per uno sviluppo sostenibile e rispettoso del nostro ambiente”, dichiara Carlos Ghosn, Presidente Direttore Generale del Gruppo Renault.

 

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: benedetto XVI carlos ghosn gruau papa benedetto xvi renault kangoo z.e.

Lascia una risposta

 
Pinterest