Groupe Renault prende atto dell’inchiesta a suo carico

Groupe Renault prende atto dell’inchiesta a suo carico

14 gen, 2017

Groupe prende atto delle informazioni riguardo le inchieste a carico

Le inchieste giudiziarie sarebbero iniziate in materia di “

Fonte: Renault

 

Parigi, Francia. 13 gennaio 2017. Groupe Renault riconosce le informazioni secondo le quali le inchieste giudiziarie sarebbero iniziate in materia di “emissioni”.

In virtù di un comunicato congiunto del 9 Novembre 2016, i Ministri dell’Economia e dell’Industria avevano annunciato che la DGCCRF aveva finito le sue indagini sui motori Renault e inviato le sue conclusioni al procuratore della Repubblica di Nanterre. Quest’ultimo ha dato mandato al Procuratore della Repubblica di Parigi, che ha giurisdizione interregionale in materia di consumo.

Groupe Renault riconosce, senza essere stato in grado di ottenere la conferma ufficiale di ciò in questa fase, l’apertura di indagini giudiziarie sul terreno di “inganno sulle qualità essenziali e le ispezioni condotte riguardo questi fatti che hanno condotto ai prodotti ad essere pericolosi per la salute degli esseri umani o animali”.

Questo nuovo sviluppo nella procedura suggerirebbe che il pubblico ministero vorrebbe continuare le indagini.

A questo proposito, Groupe Renault, che intende tutelare i propri diritti, ricorda la sua posizione costante.

1-     Renault è conforme alle normative francesi ed europee.

2-     I veicoli Renault sono tutti e sono sempre stati omologati in conformità alle leggi e ai regolamenti. Essi sono conformi alle norme vigenti.

3-     I veicoli Renault non sono dotati di un software destinato a barare i valori che interessano i sistemi anti-inquinamento.

4-     I membri della Commissione europea, il regolamento, le autorità e le case automobilistiche condividono l’opinione che devono essere rafforzati i requisiti dei regolamenti applicabili. Questo è lo scopo del futuro regolamento Euro6d.

Groupe Renault ricorda che nel marzo 2016 è stata presentata al panel della commissione tecnica indipendente un piano completo di riduzione delle emissioni di ossido di azoto (NOx) per i suoi veicoli diesel Euro6b in uso al cliente, che è stato ritenuto trasparente, credibile e soddisfacente.

In English

Groupe Renault acknowledges the information according judicial investigations

Investigations would be starting in the “emissions” matter

Source: Renault

Paris, France. January 13, 2017. Groupe Renault acknowledges the information according to which judicial investigations would be starting in the “emissions” matter

Pursuant to a joint release dated 9 November 2016, the Ministers of the Economy and Industry had announced that the DGCCRF had ended its investigations on Renault engines and sent its conclusions to the Public Prosecutor in Nanterre. The latter has since sent the file to the Public Prosecutor in Paris, who has interregional jurisdiction in consumer affairs.

Groupe Renault acknowledges, without having been able to obtain official confirmation thereof at this stage, the opening of judicial investigations on the ground of “deceit on essential qualities and inspections conducted, these facts having led to the products being dangerous for the health of humans or animals”.

This new development in the procedure would suggest that the Public Prosecutor wishes to continue the investigations.

In this respect, Groupe Renault, which intends to protect its rights, reminds its constant position.

1- Renault complies with French and European regulations.

2- Renault vehicles are all and have always been homologated in accordance with the laws and regulations. They are compliant with the applicable standards.

3- Renault vehicles are not equipped with cheating software affecting anti-pollution systems.

4- The States, European Commission, Regulation Authorities and automotive manufacturers all share the opinion that the requirements of the applicable regulations need to be strengthened. This is the purpose of the future Euro6d Regulation.

Groupe Renault reminds that in March 2016 it submitted to the panel of the independent technical commission a complete nitrogen oxide (NOx) emission reduction plan for its Euro6b diesel vehicles in customer use, which has been deemed transparent, satisfactory and credible.

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: diesel gate dieselgate emissioni inchiesta politica renault

Lascia una risposta

 
Pinterest