Firenze sviluppa mobilità elettrica integrata

Firenze sviluppa mobilità elettrica integrata

31 mag, 2012

Protocollo per la mobilità elettrica Comune di -Renault

 Firenze, modello di uno sviluppo reale integrato della mobilità elettrica

Fonte: Renault Italia

 

Firenze, Italia. 17 maggio 2012. Ad alcuni mesi dalla sigla del protocollo d’intesa, il Sindaco di Firenze e il Presidente di Renault Italia Jacques Bousquet hanno presentato oggi a Palazzo Vecchio il percorso sinergico compiuto per promuovere lo sviluppo della mobilità elettrica nel capoluogo toscano.

Con la gamma completa di veicoli elettrici Renault sul mercato, i piani di sviluppo delle infrastrutture di ricarica, l’adozione dei veicoli elettrici nei più diversi settori e utilizzi, la sensibilità della cittadinanza, Firenze diventa modello di riferimento nello sviluppo reale e strutturato di una mobilità sostenibile a zero emissioni.

Durante l’evento, la consegna ufficiale di veicoli elettrici Renault ad aziende del territorio, che hanno scelto di diventare protagoniste della svolta verso una mobilità fiorentina eco-compatibile. 

Dalla volontà di collaborazione che ha unito il Comune di Firenze, sensibile allo sviluppo di una mobilità innovativa ed eco-compatibile che salvaguardi il patrimonio artistico, e Renault, unico costruttore automobilistico a proporre sul mercato una gamma completa di modelli a zero emissioni per una diffusione su larga scala, a Firenze la mobilità elettrica passa dai programmi alla concreta attuazione sulle strade. A sette mesi dalla sigla del loro protocollo d’intesa, avvenuta il 17 ottobre del 2011, il Comune di Firenze e Renault Italia tracciano un bilancio dell’impegno congiunto per promuovere l’utilizzo dei veicoli elettrici nel capoluogo toscano.

A Firenze, il progetto di mobilità elettrica entra in una fase di reale integrazione nel sistema di mobilità urbano.

A favorirne lo sviluppo la sinergica azione di interventi pubblici e privati: un piano di adeguamento delle colonnine di ricarica già presenti in città agli standard tecnologici dei veicoli elettrici di nuova generazione e la prospettiva di un ulteriore ampliamento dell’infrastruttura con altri 200 punti di ricarica entro la fine di quest’anno, la definizione di politiche premianti in termini di accesso e circolazione per i veicoli elettrici nella ZTL, lo studio di progetti di car sharing e van sharing da effettuarsi con veicoli elettrici, attività di sensibilizzazione ed informazione, l’impegno a promuovere l’adozione di veicoli elettrici nelle flotte sia private che pubbliche, che oggi porta alla consegna di 24 veicoli Renault ad aziende di riferimento nel tessuto economico fiorentino impegnate in una svolta ambientale della propria mobilità.

La città di Firenze si candida, in tal modo, a diventare modello di riferimento in Italia per uno sviluppo strutturato della mobilità elettrica realizzato mediante un’attività sinergica e coordinata sulle politiche di mobilità del territorio, sulle infrastrutture, sui servizi, sulle proposte tecnologiche e commerciali legate ai veicoli elettrici, e sulla sensibilizzazione della cittadinanza e delle aziende del territorio.

L’Amministrazione, dopo il completamento del Masterplan della mobilità elettrica, nel Novembre 2011, ha partecipato a un importante bando della regione toscana, presentando un piano complessivo di infrastrutturazione di punti di ricarica elettrici, circa 200 tra Comune e , e di servizi condivisi acquisendo flotte elettriche, coinvolgendo inoltre anche 8 comuni metropolitani, che hanno integrato il progetto con ulteriori interventi, e attivando parallelamente i mobility managers delle principali aziende fiorentine, che hanno dato importanti disponibilità a installare punti di ricarica sia nei parcheggi privati delle principali aziende fiorentine (Telecom, Nuovo Pignone, Ataf, ASL, CRF, Ospedale Careggi, Università, etc.) sia nei principali parcheggi pubblici della grande distribuzione grazie alle principali catene di grande distribuzione presenti sul territorio.   Aziende partecipate del Comune di Firenze, come Firenze Parcheggi, Ataf, Mercafir, Quadrifoglio e Silfi stanno attivamente partecipando alla realizzazione del Masterplan.

L’Amministrazione ha anche presentato candidature a numerosi progetti europei sul tema della mobilità elettrica, divenendo tra l’altro città sperimentatrice del progetto Unplugged, insieme all’Università di Firenze, un progetto avveniristico che prevede la realizzazione di soluzioni di ricarica a induzione, senza fili. Il tema della mobilità elettrica è anche allo studio come tema chiave per i nuovi bandi di innovazione del MIUR e UE sul tema smart cities, che verranno pubblicati nel corso delle prossime settimane, con partnerships italiane ed europee.

Per facilitare l’adozione di quantità significative di auto elettriche a livello metropolitano, l’Amministrazione promuove anche politiche di noleggio a lungo termine in particolare per le flotte aziendali, nonché politiche di credito al consumo agevolato per chi acquista mezzi elettrici, che verranno presentate nei prossimi giorni con importanti partners. 

All’interno di , la grande manifestazione sulla sostenibilità che si svolge a settembre alle Cascine, vi sarà una grande sezione dedicata alla mobilità elettrica a 360°, con possibilità di provare nel parco decine di mezzi elettrici di varie tipologie. Perché la mobilità elettrica è anzitutto una sfida culturale e ambientale.

“Abbiamo dimostrato – ha sottolineato il sindaco Renzi – che questo protocollo non è rimasto lettera morta, ma invece diventato un’occasione per impegnarsi concretamente ed andare avanti. Questo vale per l’amministrazione, perché continua a perseguire le politiche di una sempre più diffusa mobilità elettrica, in linea con gli obiettivi europei, ma vale anche per le aziende, che stanno valutando la bontà delle nostre azioni e quindi ci seguono in questa strada”.

“Firenze si conferma un modello di riferimento nell’ambito della strategia di Renault di fare dei veicoli elettrici una soluzione di mobilità concreta, reale e diffusa in ambito urbano – ha affermato Jacques Bousquet, Presidente di Renault Italia. La mobilità elettrica è per Renault oggi una realtà concreta: 3 nostri modelli 100% elettrici sono ormai sul mercato, pronti a risponde e alle esigenze di quegli automobilisti che con noi condividono la sensibilità e la fiducia in una forma di mobilità più sostenibile, e pronti a tradurre sulle strade gli impegni delle Amministrazioni che come quella di Firenze ne promuovono lo sviluppo”.

Con l’introduzione sul mercato dei primi tre modelli della sua gamma a zero emissioni, Renault ha dato il via nei mesi scorsi alla realizzazione della propria idea di mobilità sostenibile accessibile a tutti, e idonea a rispondere alle più diversificate esigenze di utilizzo: dall’innovativo urban crosser Twizy, soluzione ideale di mobilità urbana, alla berlina grande Fluence Z.E., sintesi di confort ed eleganza nel pieno rispetto dell’ambiente, fino alla furgonetta Kangoo Z.E, detentrice del titolo di Van of the Year 2012, per un trasporto merci eco-compatibile.

Oggi, a testimoniare l’impegno di Renault per uno sviluppo reale e diffuso della mobilità elettrica, la consegna ufficiale di 24 veicoli elettrici Renault acquistati da aziende di riferimento nei loro settori, e che hanno voluto essere fra i pionieri di un’inedita soluzione di mobilità urbana, innovativa, pratica ed ecologica, protagonisti della svolta verso una mobilità fiorentina eco-compatibile: da che si è dotata di 15 Renault Twizy e 4 Renault Kangoo Z.E. per il proprio servizio di consegna della corrispondenza a che ha scelto un Renault Kangoo Z.E. per effettuarvi un allestimento Ambulanza con un innovativo sistema di sanificazione, da Rari Nates Florentia che si è dotata di una Renault Twizy per lo spostamento cittadino degli atleti a che ha acquistato un Renault Kangoo Z.E. per le proprie consegne in centro città.

Fra le aziende che hanno voluto testimoniare la propria adesione e la propria disponibilità a collaborare per una concreta diffusione dell’auto anche che, oltre a dotarsi di 2 Renault Twizy, ha anche messo a disposizione le aree esterne dei propri ristoranti in città nell’ambito del progetto di installazione dei nuovi punti di ricarica in corso di sviluppo da parte del Comune. McDonald’s collaborerà, inoltre, con Renault in iniziative d’informazione e sensibilizzazione della cittadinanza sulla mobilità elettrica.

Con l’occasione, Renault ha consegnato al Sindaco Matteo Renzi una Renault Fluence Z.E. ed una Renault Twizy che il Comune di Firenze potrà utilizzare per un periodo determinato a supporto delle proprie attività di sensibilizzazione alla mobilità elettrica e ad uno sviluppo sostenibile.

* L’utilizzo dell’espressione “zero emissioni” nel presente documento, ogni volta che ricorre, è da intendersi solo in fase di utilizzo del veicolo.

I veicoli elettrici Renault e le aziende toscane

Primo corriere cittadino di Firenze, Speedy Florence si è dotato di una flotta di 15 Renault Twizy e 4 Renault Kangoo Z.E. per una consegna della corrispondenza in città nel pieno rispetto dell’ambiente. Con il servizio, denominato Green Speedy, Speedy Florence è diventato partner nel progetto DEVUD (dimostrazione sull’uso dei veicoli elettrici per il trasporto delle merci in ambito europeo), coordinato dall’Università di Firenze nell’ambito di un bando europeo sullo sviluppo dei mezzi elettrici per il trasporto. L’obiettivo del progetto è dimostrare la compatibilità e la funzionalità dei veicoli elettrici rispetto all’attività di corriere cittadino (idoneità dell’autonomia e delle soste per la ricarica, libero accesso al centro città, …) e i benefici  dell’adozione di soluzioni di mobilità elettrica in termini di riduzione delle polveri sottili.

Società sportiva fra le più importanti e rinomate d’Italia nel campo del nuoto e della pallanuoto, recentemente insignita del collare d’oro, la più alta onorificenza conferita dal Coni, si è dotata di una Renault Twizy per favorire lo spostamento cittadino degli atleti.

Operatore del settore ortofrutticolo, Max Fruit si è dotato di un Renault Kangoo Z.E. per le consegne nelle aree del centro storico di Firenze in cui è interdetta la normale circolazione, ritenendolo idoneo sia in prestazioni che in autonomia ad un utilizzo giornaliero anche impegnativo nell’ambito cittadino e limitrofo.

Azienda allestitrice di veicoli commerciali per Ambulanze e veicoli trasporto merci deperibile, Orion ha scelto un Renault Kangoo Z.E., sul quale ha effettuato un allestimento Ambulanza, adottando per la coibentazione l’innovativo sistema di sanificazione PURE-HEALTH,  realizzando in tal modo un’ambulanza anti-batterica. Con il sistema Pure Health, sviluppato in collaborazione con la NEXT Technology, organismo di ricerca fondato e partecipato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), la struttura della coibentazione viene realizzata attraverso un innovativo processo, brevettato, di produzione dell’elemento in fibra di vetro, che consente di ottenere una superficie fotocatalitica nanostrutturata che in combinazione a lampade fluorescenti è alla base del nuovo sistema antibatterico.

La fotocatalisi non solo uccide le cellule dei batteri, ma le decompone. È stato infatti verificato che il sistema di fotocatalisi alla base del Pure-Health è più efficace di qualsiasi altro agente antibatterico (Aerosol, Ionizzazione, Ozono…) perchè la reazione fotocatalitica avviene anche quando ci sono cellule che coprono la superficie e la moltiplicazione di batteri è attiva.

Inoltre, la formula Pure-Health non si degrada e mostra un effetto antibatterico e virucida a lunghissimo termine, attivo costantemente ma innocuo in presenza di persone.

Anche McDonald’s ha voluto sostenere il programma di sviluppo della mobilità elettrica, si è dotata per i propri spostamenti di 2 Renault Twizy  e ha deciso di mettere a disposizione i propri punti per l’eventuale installazione di colonnine di ricarica (nell’ambito del piano di dislocazione della rete di ricarica in corso di elaborazione da parte del Comune di Firenze). McDonald’s e Renault inoltre collaboreranno in iniziative promozionali congiunte volte a diffondere nella cittadinanza la conoscenza dei veicoli elettrici Renault.

La politica Renault per uno sviluppo della mobilità elettrica per tutti

Renault ha definito una strategia volta alla diffusione su larga scala della mobilità elettrica, che la vedono oggi essere l’unica casa automobilistica ad offrire già sul mercato una gamma completa di veicoli elettrici accessibili ed adatti ad esigenze di utilizzo privato e professionale:

- il piccolo veicolo urbano Twizy ideale e pratica soluzione di mobilità urbana,

- la berlina grande Fluence Z.E. per una mobilità a zero emissioni nel massimo confort,

-  la furgonetta commerciale Kangoo Z.E. detentrice del titolo Van of the Year 2012, per un trasporto merci ecologico,

- e, da fine 2012, anche la berlina compatta ZOE, concentrato di innovazioni tecnologiche, che ne fanno il modello più avanzato nel mercato elettrico.

Quello su cui Renault si sta impegnando è un nuovo paradigma di mobilità urbana sostenibile: rendere l’auto elettrica una soluzione disponibile, conveniente ed allettante per il più ampio numero possibile di automobilisti. Un concetto di auto elettrica, destinata a una larga diffusione sul mercato. In questa prospettiva, Renault propone i suoi veicoli elettrici a prezzi accessibili, ha introdotto innovative formule di noleggio della batteria, e ha organizzato l’intera propria Rete di Concessionarie per la vendita e l’assistenza dei veicoli elettrici e di tutti i servizi utili per il cliente, fra cui anche l’accesso alle soluzioni per la ricarica domestica.

KANGOO Z.E.: furgonetta elettrica, che detiene il titolo di Van of the Year 2012. Destinata a flotte ed operatori professionali, Kangoo Z.E. è lunga 4,2 m ed equipaggiata con una motorizzazione elettrica da 44 kW, che eroga una coppia di 226 Nm. È derivata dal Renault Kangoo Express, già disponibile in versione termica, di cui ripropone i riconosciuti standard di confort, abitabilità e sicurezza, unitamente a quella praticità e funzionalità che la rendono ideale per il trasporto delle merci in ambito urbano e quindi per le consegne o gli interventi di prossimità, grazie ad una capacità di carico di 650 kg. Kangoo Z.E. è disponibile anche in versione Maxi, più lunga di 40 cm rispetto alla versione normale e con un volume di carico fino a 4,6 m3.

Ha un’autonomia media di 170 km (in ciclo NEDC) ed è prodotta a Maubeuge, in Francia.

FLUENCE Z.E.: berlina raffinata del segmento C, che consente di trasportare comodamente 5 persone e dimostra che seduzione automobilistica, comfort e spazio sono concetti perfettamente compatibili con il rispetto dell’ambiente. Con una lunghezza di 4,75 m, e una larghezza di 1,81 m e proporzioni gradevoli, Fluence Z.E. si distingue come modello statutario ed elegante. È equipaggiata con una motorizzazione elettrica da 70 kW, che eroga una coppia di 226 Nm.

Ha un’autonomia media di 185 km (in ciclo NEDC) ed è prodotta a Bursa, in Turchia.

TWIZY: soluzione di mobilità urbana innovativa, con 4 ruote e 2 posti in linea. Compatta, agile e pratica, con una lunghezza di 2,32 m e una larghezza di appena 1,19 m, Twizy risponde perfettamente alle esigenze del traffico cittadino. Grazie alla carrozzeria avvolgente, vera e propria “cellula” di sicurezza e serenità, Twizy garantisce un’elevata protezione ai suoi due passeggeri. Twizy offre agilità e comfort di guida, e le sue capacità di accelerazione nel traffico urbano e peri-urbano sono comparabili a quelle di un veicolo a due ruote. È disponibile in due versioni: Twizy 45 (utilizzabile a partire da 14 anni con patentino, esprime una velocità massima di 45 km/h ed è equipaggiata con un motore che eroga una potenza continua di 5cv ed una di picco di 10 cv); Twizy (guidabile a partire da 16 anni, con patente A1, A o B, esprime una velocità massima pari a 80 km/h, ed è equipaggiata con un propulsore da 10cv di potenza continua e 18 cv di potenza di picco).

Ha un’autonomia media di 100 km (in ciclo NEDC) ed è prodotta a Valladolid, in Spagna.

ZOE: berlina compatta e versatile del segmento B, destinata a tutte le attività della vita quotidiana: domicilio – lavoro – scuola – shopping. È il cuore di mercato del veicolo elettrico.

Grazie ai 4,08 m di lunghezza (nella sua configurazione Preview, molto vicina al design definitivo) e al propulsore elettrico da 50 kW (220 Nm di coppia), il modello si muove agilmente e con la massima silenziosità nel traffico cittadino. Zoe è la chiara dimostrazione che un veicolo “zero emissioni” 100% elettrico può rivelarsi anche seducente ed accattivante.

La sua avanzata tecnologia le permette di essere il primo veicolo elettrico di grande serie a vantare 210 km di autonomia (in ciclo NEDC). Sarà prodotta a Flins in Francia e sarà commercializzata alla fine del 2012.

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: expo rurale 2012 firenze Firenze Parcheggi Matteo Renzi Max Fruit McDonald’s Orion Rari Nantes Florentia Speedy Florence

Lascia una risposta

 
Pinterest