Sostenibilità: Porsche fissa obiettivi ambiziosi

Sostenibilità: Porsche fissa obiettivi ambiziosi

30 mag, 2016

Fonte: Porsche AG

 

Stoccarda., Germania. 26 Maggio 2016. Porsche è sinonimo di vetture affascinanti, stabilimenti efficienti nell’impiego delle risorse e posti di lavoro sicuri, inoltre, punta ad assumere un ruolo di punta nel settore della mobilità elettrica. Il costruttore di vetture sportive di Stoccarda intende essere la casa automobilistica più redditizia e innovativa al mondo, ma vuole anche stabilire nuovi standard di sostenibilità. Il nuovo Rapporto di sostenibilità documenta ciò che Porsche ha realizzato concretamente fino ad ora ed illustra il modo in cui l’azienda concentrerà la propria strategia futura in questo settore.

La relazione è stata presentata lunedì, nel corso di una conferenza stampa virtuale. È il secondo Rapporto di sostenibilità pubblicato dal costruttore di vetture sportive dal 2014 ed è stato redatto secondo gli standard del Global Reporting Initiative (GRI), riconosciuti a livello internazionale.

La sostenibilità è sempre stata un principio importante per la nostra attività“, afferma il Presidente del Consiglio d’Amministrazione di Porsche AG, Oliver Blume. „Porsche è impegnata ad assumersi responsabilità nei confronti delle persone, dell’ambiente e della società. L’uso sostenibile delle risorse è un altro fattore chiave per restare competitivi nel lungo termine assicurando la continuità dell’attività aziendale e i posti di lavoro”.

Con questo rapporto, Porsche vuole informare il pubblico in modo trasparente sulle attività dell’azienda in tema di sostenibilità. Gli argomenti includono, tra gli altri, l’utilizzo ancora più attento delle risorse, il potenziale di sviluppo dei sistemi di trazione alternativi o il modo per rendere ancora più efficienti i nuovi modelli.

Quindi, con ogni nuova generazione di modelli, Porsche mira a ridurre il consumo di carburante e le emissioni medie di circa il dieci per cento rispetto alla generazione precedente. Ad esempio, con la Cayenne S E-Hybrid si è raggiunta una riduzione del 60 per cento circa del consumo di carburante secondo il NEDC (Nuovo ciclo di guida europeo) rispetto alla precedente Cayenne S Hybrid.

Inoltre, i moderni impianti Porsche sono concepiti per favorire una produzione sostenibile. A Lipsia, il costruttore di vetture sportive gestisce uno degli impianti di produzione di automobili più efficienti al mondo, le cui emissioni annue di CO₂ sono inferiori di circa 12.000 tonnellate rispetto a quelle dei comuni impianti.

Inoltre, Porsche è un datore di lavoro con una cultura d’impresa orientata alle prestazioni e, allo stesso tempo, una forte impronta sociale. Ad esempio, l’anno di finanziamento Porsche offre a giovani svantaggiati un’opportunità di carriera nell’azienda. Il programma intende offrire ai partecipanti la possibilità di completare con successo un corso di formazione.

Il Rapporto di sostenibilità e un approfondimento sul tema sono disponibili nel microsito sulla sostenibilità all’indirizzo www.newsroom.porsche.com/en/sustainability

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: rapporto sostenibilità

Lascia una risposta

 
Pinterest