Ricarica veloce Porsche a 800-Volt

Ricarica veloce Porsche a 800-Volt

31 ott, 2016

Ricarica veloce Porsche a 800-Volt per le auto elettriche: perché è importante

di John Voelcker

Fonte: Green Car Reports

 

28 Ottobre 2016. Il futuro delle auto elettriche per il trasporto pratico si basa in una certa misura sul futuro della ricarica rapida DC e di come si sviluppa nel corso del prossimo decennio.

Come in altri ambiti dei trasporti elettrici, Tesla Motors ha indicato la strada ad una visione del futuro con la sua rete di ricarica rapida Supercharger in espansione.

Ma la rete di Tesla è utilizzabile solo da automobili Tesla.

I due standard per la ricarica rapida utilizzati da tutte le altre auto elettriche sono (usato da Nissan, Mitsubishi e Kia) e o , il protocollo (utilizzato da tutti i produttori degli Stati Uniti, ad eccezione di Tesla, e tutti i produttori tedeschi).

E Porsche, tra gli altri, ha alcune idee precise su come lo standard CCS dovrebbe evolversi oltre il suo limite attuale di 50 kilowatt.

I partecipanti alla gruppo di lavoro per una versione aggiornata del CCS hanno già indicato che il loro obiettivo è quello di portarlo a 150 kW, in linea con il Supercharger attuale da 145 kW.

Porsche vuole anche aumentare la tensione, dal tasso corrente di circa 400 Volt a 800 Volt – che dimezza in modo efficace il tempo di ricarica di una batteria fino all’80 per cento della capacità, dagli attuali 30 minuti a 15 minuti.

Questo è abbastanza veloce per consentire un proprietario di collegarsi, visitare le strutture, acquistare acqua o caffè ed aver fatto una carica.

Nel suo Porsche Engineering Magazine, la casa automobilistica ha scritto riguardo la sua proposta di sistema da 800 Volt, che è stato a lungo detto sarà lanciato in tandem con la versione di produzione della sua elegante berlina elettrica Mission E, prima elettrica mostrata come concept al Salone di Francoforte dello scorso anno.

L’obiettivo della vettura sportiva e berlina di lusso suggerisce che il produttore dovrebbe essere quello capace di ridurre i tempi di ricarica a circa lo stesso periodo del rifornimento di benzina – da circa 15 minuti o meno per la stessa autonomia.

Ma questo probabilmente richiederà un raffreddamento a liquido del cavo di ricarica, un concetto che Tesla ha anche sperimentato, per evitare il surriscaldamento dei perni di ricarica.

L’aggiunta di un po ‘di confusione linguistica per il mix di termini benzina adattato all’uso della macchina elettrica (ad esempio sovralimentazione) e la casa automobilistica chiama questo sistema teorico Porsche Turbo Charging.

Porsche sottolinea più volte la necessità di una sosta di ricarica durante i viaggi a lunga distanza imitando l’esperienza di una sosta di rifornimento (anche se, presumibilmente, senza i vapori e potenziali e gli sversamenti di idrocarburi liquidi).

Si suggerisce che la ricarica può essere effettuata mentre il conducente sta facendo altre cose durante quei 15 minuti, forse tramite dispositivo mobile-phone app.

Niente di tutto questo sarà a buon mercato, però.

“Gli investimenti necessari per le stazioni di ricarica sono … relativamente alto”, ha detto.

La retrocompatibilità è un must per i veicoli di oggi dotati di CCS, si osserva.

“L’interfaccia per il veicolo è funzionalmente e geometricamente adattata alle CCS standard (sistema combinato di carica) e completamente compatibile verso la carica” scrive Porsche.

Inoltre, se le norme possono essere stabilite per le apparecchiature elettriche per fornire la potenza necessaria, si osserva che vari modi di caricare i diversi tipi di veicoli potrebbero essere collegati ad esso.

“Solo l’interfaccia per il veicolo deve essere adattata”, suggerisce Porsche, “che permetterebbe tali opzioni come ricarica induttiva e la ricarica tramite un pantografo per autobus elettrici e veicoli commerciali.”

Al momento, sembra che ci sia un ampio consenso sul fatto che il raffreddamento a liquido dei cavi di ricarica può essere richiesto in future stazioni di ricarica rapida in corrente continua.

La compatibilità a ritroso è chiaramente richiesta per le auto già sulla strada e molti sostenitori concordano sul fatto che più breve è e che minor sia il tempo trascorso nella ricarica rapida nei lunghi viaggi, meglio è.

Oltre a ciò, le case automobilistiche ed i fornitori di attrezzature sono ora politicking furiosamente alle riunioni standard e oltre.

Dato che il proprietario di Porsche, il gruppo VW, si è appena impegnato a spendere $ 2 miliardi verso una rete statunitense di zero emissioni di ricarica dei veicoli e di stazioni di rifornimento, può essere saggio prestare attenzione a come si sono concretizzati i concetti di design di Porsche.

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: ccs chademo colonnine ricarica Combined Charging System ricarica auto elettrica society of automotive engineers

Lascia una risposta

 
Pinterest