Peugeot collauda il suo Range Extender Acquarius

Peugeot collauda il suo Range Extender Acquarius

20 lug, 2016

di Stephen Edelstein

Fonte: GreenCarReports

 

18 Luglio 2016. Uno degli strumenti automobilistici utilizzati nelle auto elettriche per combattere l’ansia di autonomia dei conducenti è un motore a benzina denominato range extender, o tradotto di estensione dell’autonomia.

Questi motori essenzialmente agiscono come generatori, fornendo energia elettrica per alimentare il motore elettrico di una macchina e solo raramente – se non mai – agiscono direttamente sulle ruote.

Questo permette una maggiore flessibilità ai conducenti che vogliono percorrere viaggi più lunghi, o che potrebbero trovarsi senza un veloce accesso alle stazioni di ricarica.

Gli estensori di autonomia hanno anche suscitato l’interesse della Gruppo automobilistico francese PSA.

PSA sta ora testando piccoli range extender fatti dalla startup israeliana Aquarius Engines, secondo la Reuters.

“Stiamo valutando la tecnologia” – ha detto il all’agenzia di stampa, aggiungendo che “nulla è stato ancora deciso” per quanto riguarda l’uso in future vetture di produzione.

Mentre molti estensori di autonomia sono stati ricavati da motori a combustione interna, Acquario Engines ha un approccio più fondamentale.

Il motore è un 0,600 litri, monocilindrico, senza valvole.

Mentre il concetto senza valvole è abbastanza un romanzo, le case automobilistiche hanno prima impiegato range extender molto piccoli.

L’attuale BMW i3 Rex utilizza un motore da 0.65 litri a 2 cilindri e Audi ha costruito una piccola flotta di auto elettriche prototipo del modello A1 e-tron che utilizzavano piccoli motori rotativi Wankel come range extender.

Acquarius ritiene che la compattezza del suo motore e il suo basso costo – suggerisce un costo totale di produzione di veicoli di $ 17.000 per auto – lo renderà interessante per le case automobilistiche che cercano di soddisfare le più severe norme sulle emissioni globali.

Una gamma di range extender a benzina più leggeri e più efficienti consentirà le case automobilistiche di vendere auto elettriche con batterie più piccole, riducendo i costi in quel settore, motiva Aquarius.

Renault, rivale francese di PSA, come riferito ha studiato il sistema Acquarius e ha deciso di passare oltre.

Renault e il suo partner Nissan insieme hanno costruito più macchine completamente elettriche di qualsiasi altra azienda, avendo recentemente superato le 340.000 unità.

In confronto, PSA ha mostrato relativamente poco interesse per le auto elettriche.

Si vendono attualmente le Mitsubishi i-MiEV marchiate Peugeot iOn e Citroën C-Zero, il crossover Citroën E-Mehari, e diverse versioni elettriche dei furgoni Peugeot Partner e Citroën Berlingo.

La società potrebbe presto però avere un forte incentivo a lanciare più auto elettriche.

I regolatori dell’Unione europea hanno riferito che stanno elaborando norme più severe sulle emissioni che dovrebbero entrare in vigore dopo il 2021, limite dell’attuale serie di norme.

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: direttore r&d psa Gilles Le Borgne gruppo psa range extender acquarius

Pinterest