Più stazioni di ricarica che benzinai entro il 2020

Più stazioni di ricarica che benzinai entro il 2020

6 ago, 2016

• Il numero di stazioni di ricarica per auto elettriche sarà maggiore rispetto le stazioni di servizio entro Agosto 2020

• Regno Unito ha perso oltre il 75% delle stazioni di servizio in quattro decenni, mentre i punti di ricarica elettrica sono aumentati da centinaia di migliaia in pochi anni.

, , Nissan Motor (GB) Ltd., ha detto; “Crediamo che il punto di svolta per l’assorbimento EV di massa è su di noi”.

• Nissan è stato il primo produttore a introdurre un veicolo elettrico prodotto in serie e ha venduto più veicoli elettrici rispetto qualsiasi altro marchio automobilistico in tutto il mondo.

Fonte: Nissan UK

 

Londra, Gran Bretagna. 5 Agosto 2016. Ci saranno più luoghi per caricare le auto elettriche nel Regno Unito che stazioni di servizio entro l’estate del 2020, secondo una nuova analisi effettuata da Nissan.

Alla fine del 2015, c’erano solo 8.472 stazioni di servizio nel Regno Unito, in calo dalle 37.539 del 1970. Ipotizzando un tasso costante di declino, Nissan prevede che entro agosto 2020 questo numerò sarà al di sotto delle 7.870 unità. *

Al contrario, si prevede che il numero di ricariche pubbliche di veicoli elettrici raggiungerà 7.900 nello stesso periodo di tempo. Tuttavia, l’accelerazione delle vendite dei veicoli elettrici significa che questo potrebbe accadere molto prima.

A poco più di 100 anni da quando la prima stazione di servizio è stata aperta – Novembre 1919 ad Aldermaston, nel Berkshire – il numero nel Regno Unito ha raggiunto il picco, è diminuito e dovrebbe essere superato dalle stazioni progettate per i veicoli a batteria, non più per le auto a combustione.

Più del 75% delle stazioni di servizio nel Regno Unito hanno chiuso negli ultimi 40 anni, mentre il numero di stazioni di ricarica per veicoli elettrici è aumentato da poche centinaia nel 2011 a più di 4.100 location nel 2016, insieme al decollo delle vendite di auto elettriche.

Secondo , la campagna in comune dell’industria automobilistica e del governo, ha portato a più di 115 auto elettriche ad essere state immatricolate ogni giorno nel primo trimestre del 2016, pari ad una ogni 13 minuti. La campagna ritiene inoltre che l’energia elettrica potrebbe essere la forma dominante di propulsione per tutte le nuove auto vendute nel Regno Unito fin dal 2027, con più di 1,3 milioni di auto elettriche immatricolate ogni anno.

Edward Jones, EV Manager, Nissan Motor (GB) Ltd., ha detto:

“Come le vendite di veicoli elettrici decolleranno, le infrastrutture di ricarica terranno il passo e spianeranno la strada per una comoda guida in modo completamente elettrico. Questi si combinano con costanti miglioramenti nelle prestazioni della batteria e crediamo che il punto di svolta per l’assorbimento degli EV di massa è su di noi. Con simili tecnologie innovative, l’adozione di veicoli elettrici dovrebbe seguire una ‘curva a S’ della domanda. Un graduale assorbimento dai primi utenti accelera ad un’ondata di consumatori che acquistano veicoli elettrici così come farebbero con qualsiasi altro tipo di propulsore ‘.

Nissan è stato il primo produttore a introdurre un veicolo elettrico prodotto in serie e ha venduto più veicoli elettrici rispetto a qualsiasi altro marchio automobilistico in tutto il mondo. La società è stata anche una forte sostenitrice di una vantaggiosa infrastrutture di ricarica – anche al punto di collaborare con Ecotricity l’anno scorso, chiedendo al governo britannico di introdurre il punto della ricarica EV nei cartelli della segnaletica stradale ufficiale.

Mentre la stragrande maggioranza dei proprietari di veicoli elettrici carica a casa, il 98% dei servizi autostradali nel Regno Unito hanno stazioni di ricarica, inclusi i connettori rapidi che possono caricare la batteria di una Leaf al 80% in soli 30 minuti. La Nissan Leaf 30kWh, lanciata nel mese di gennaio, offre fino a 155 miglia di autonomia con una singola carica – una gamma che copre più del 90% del fabbisogno medio giornaliero del pendolarismo.

Nissan ha anche recentemente annunciato lo sviluppo congiunto di una metodologia di analisi atomica che utilizza il monossido di silicio amorfo (SiO) per aumentare la densità di energia delle sue batterie agli ioni di litio. Solo per questo sviluppo potrebbe aumentare l’autonomia dei futuri veicoli elettrici Nissan del 150%.

La fornitura di carburante all’interno della capitale sta diventando più scarsa. Il centro di Londra ha quasi la metà delle stazioni di servizio per auto rispetto le Highlands scozzesi; solo quattro rimangono all’interno della zona di Congestion Charge**. Una chiusura notevole nel 2008 è stata quella di una delle più antiche stazioni di rifornimento del paese, la stazione di servizio Bloomsbury, che era operativa dal 1926.

La recente partnership di Nissan con architetti di fama mondiale Foster + Partners, ha fornito una visione concettuale per la stazione di carburante del futuro. Il risultato non è un piazzale convenzionale a tutti, ma una combinazione di ricarica dei veicoli, immagazzinaggio della batteria, ricarica wireless, tecnologia di azionamento autonomo e connettività over-the-air che unisce tutti a rivoluzionare il modo come l’energia viene utilizzata e distribuita nelle maggiori città di tutta Europa.

 

Nissan ritiene che queste tecnologie corrono in tandem con tutti i veicoli elettric e svolgeranno un ruolo sempre più importante nell’aiutare le grandi città come Londra a ridurre le emissioni nocive. Ci sono voluti solo otto giorni alla città di Londra per violare i limiti annuali di inquinamento nel 2016 con livelli di inquinamento che raggiungono 3.5x il limite legale in alcuni dei punti neri della capitale. ***

Note:

* Fonti: Energy Institute (www.energyinst.org) e Zap-Map (www.zap-map.com)

** http://www.economist.com/news/britain/21661001-though-plenty-gas-being-guzzled-filling-stations-have-become-scarcer-running-empty

*** https://www.theguardian.com/environment/2016/jan/08/london-takes-just-one-week-to-breach-annual-air-pollution-limits

Fonte dei dati:

I dati delle stazioni di servizio: Energy Institute (www.energyinst.org). tasso di declino delle stazioni di rifornimento del Regno Unito si basa sul periodo Dic 2005 – Dic 2015. C’erano 9.764 stazioni di servizio nel Regno Unito entro la fine del dicembre 2005 e 8.472 entro dicembre 2015. Una diminuzione media di 129 all’anno, pari al 10,8 al mese.

Dati riguardo la ricarica locale: Zap-Map (www.zap-map.com). L’aumento delle stazioni si ricarica sulla base dei dati del periodo dicembre 2012 – dicembre 2015. C’erano 913 sedi di ricarica nel Regno Unito entro la fine del mese di dicembre 2012 e 3.646 entro dicembre 2015. Un aumento medio di 911 all’anno o 76 al mese.

  UK Fuel Stations UK Charging Locations
2005 9,764  
2006 9,382  
2007 9,271  
2008 9,283  
2009 9,013  
2010 8,892  
2011 8,480  
2012 8,693 913
2013 8,611 1,962
2014 8,609 2,775
2015 8,472 3,646

Negli ultimi tre anni il numero di postazioni di ricarica elettrica è in costante aumento, mentre il numero di stazioni di servizio è diminuito. Se queste tendenze continuano al ritmo attuale ad Agosto 2020 ci saranno più stazioni di ricarica che stazioni di servizio.

  UK Fuel Stations UK Charging Locations
Dec-2019 7955 7290
Jan-2020 7944 7366
Feb-2020 7933 7442
Mar-2020 7923 7518
Apr-2020 7912 7594
May-2020 7901 7670
Jun-2020 7890 7746
Jul-2020 7880 7822
Aug-2020 7869 7898
Sep-2020 7858 7974
Oct-2020 7847 8050
Nov-2020 7837 8126
Dec-2020 7826 8201

In English

More electric car charging stations than fuel stations by 2020

  • Number of electric car charging locations to overtake petrol stations by August 2020.
  • UK has lost more than 75% of petrol stations in four decades, whilst electric charging points have gone from hundreds to thousands in just a few years.
  • Edward Jones, EV Manager, Nissan Motor (GB) Ltd., said; ‘We believe the tipping point for mass EV uptake is upon us.’
  • Nissan was the first manufacturer to introduce a mass-produced electric vehicle and has sold more EVs than any other car brand worldwide.

Source: Nissan UK

London, UK. 5th August 2016. There will be more public locations to charge electric cars in the UK than there are petrol stations by the summer of 2020, according to new analysis by Nissan.

At the end of 2015, there were just 8,472 fuel stations in the UK, down from 37,539 in 1970. Assuming a steady rate of decline, Nissan predicts that by August 2020 this will fall to under 7,870.*

In contrast, the number of public electric vehicle charging locations is expected to reach 7,900 by the same point in time. However, the accelerating adoption of electric vehicles means this crossover could happen a lot sooner.

Just over 100 years since the first fuel station opened – November 1919 at Aldermaston in Berkshire – the number in the UK has peaked, declined and is expected to be overtaken by charging stations designed for battery, not combustion, powered cars.

More than 75% of UK petrol stations have closed in the last 40 years, whilst the number of electric vehicle charging locations has increased from a few hundred in 2011 to more than 4,100 locations in 2016, as electric car sales take off.

According to Go Ultra Low, the joint government and car industry campaign, more than 115 electric cars were registered every day in the first quarter of 2016, equivalent to one every 13 minutes. The campaign also believes electric power could be the dominant form of propulsion for all new cars sold in the UK as early as 2027, with more than 1.3m electric cars registered each year.

Edward Jones, EV Manager, Nissan Motor (GB) Ltd., said;

“As electric vehicle sales take off, the charging infrastructure is keeping pace and paving the way for convenient all-electric driving. Combine that with constant improvements in our battery performance and we believe the tipping point for mass EV uptake is upon us. As with similar breakthrough technologies, the adoption of electric vehicles should follow an ‘S-curve’ of demand. A gradual uptake from early adopters accelerates to a groundswell of consumers buying electric vehicles just as they would any other powertrain.”

Nissan was the first manufacturer to introduce a mass-produced electric vehicle and has sold more EVs than any other car brand worldwide. The company has also been a strong advocate of supporting a convenient charging infrastructure – even so far as to partner with Ecotricity last year, calling on the UK government to introduce official EV charging point road signage.

Whilst the vast majority of electric vehicle owners charge at home, 98% of UK motorway services have charging stations, including rapid connectors that can charge a LEAF’s battery to 80% in just 30 minutes. The 30kWh Nissan LEAF, launched in January, delivers up to 155 miles on a single charge – a range that covers more than 90% of the average daily commuting requirements.

Nissan also recently announced the joint development of an atomic analysis methodology that uses amorphous silicon monoxide (SiO) to increase the energy density of its lithium-ion batteries. This development alone could increase the driving range of future Nissan electric vehicles by 150%.

Supply of fuel within the Capital is also becoming scarcer. Central London has nearly half as many petrol stations per car as the Scottish Highlands; only four remain within the congestion-charge zone**. A notable closure in 2008 was one of the country’s oldest forecourts, the Bloomsbury Service Station, which had been operational since 1926.

Nissan’s recent partnership with world-renowned architects Foster + Partners, provided a conceptual vision for the Fuel Station of the Future. The result isn’t a conventional forecourt at all, but a combination of Vehicle-to-grid, battery storage, wireless charging, autonomous drive technology and over-the-air connectivity all combining to revolutionise how energy is used and distributed across Europe’s major cities.

Nissan believes these technologies, run in tandem with all-electric vehicles, will play an increasingly important role in helping major cities like London reduce harmful emissions. It took just eight days for London to breach its annual pollution limits in 2016 with pollution levels reaching 3.5x the legal limit in some of the Capital’s black spots.***

Editors Notes:

* Sources: Energy Institute (www.energyinst.org) & Zap-Map (www.zap-map.com)

** http://www.economist.com/news/britain/21661001-though-plenty-gas-being-guzzled-filling-stations-have-become-scarcer-running-empty

*** https://www.theguardian.com/environment/2016/jan/08/london-takes-just-one-week-to-breach-annual-air-pollution-limits

Source Data:

Fuel Stations Data: Energy Institute (www.energyinst.org). Decline rate of UK fuel stations is based on Dec 2005 – Dec 2015 data. There were 9,764 fuel stations in the UK by end of December 2005 and 8,472 by December 2015. An average decrease of 129 per year, or 10.8 per month.

Charging Location Data: Zap-Map (www.zap-map.com). Charging location increase based on Dec 2012 – Dec 2015 data. There were 913 charging locations in the UK by end of December 2012 and 3,646 by December 2015. An average increase of 911 per year or 76 per month.

  UK Fuel Stations UK Charging Locations
2005 9,764  
2006 9,382  
2007 9,271  
2008 9,283  
2009 9,013  
2010 8,892  
2011 8,480  
2012 8,693 913
2013 8,611 1,962
2014 8,609 2,775
2015 8,472 3,646

Over the past three years the number of electric charging locations has been steadily increasing whilst the number of petrol stations has declined. If these trends continues at the current rate then by August 2020 there will be more charging locations than petrol stations.

  UK Fuel Stations UK Charging Locations
Dec-2019 7955 7290
Jan-2020 7944 7366
Feb-2020 7933 7442
Mar-2020 7923 7518
Apr-2020 7912 7594
May-2020 7901 7670
Jun-2020 7890 7746
Jul-2020 7880 7822
Aug-2020 7869 7898
Sep-2020 7858 7974
Oct-2020 7847 8050
Nov-2020 7837 8126
Dec-2020 7826 8201

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Edward Jones EV Manager Go Ultra Low Nissan Motor UK Ltd.

Lascia una risposta

 
Pinterest