Ottima affidabilità di batterie della Nissan Leaf

Ottima affidabilità di batterie della Nissan Leaf

24 mar, 2015

: l’affidbilità della batteria convince e si rivela superiore a quella dei motori tradizionali

A cinque anni dal lancio europeo, le batterie di Nissan vantano un tasso di affidabilità del 99,99%

Meno soggette a guasti di un motore a benzina o diesel, stando alla media del settore

Nissan LEAF è l’auto 100% elettrica più venduta al mondo, con oltre 165.000 unità totali

Fonte: Nissan Motor Company

 

Rolle, Svizzera. 23 Marzo 2015. Dopo cinque anni e oltre 35.000 Nissan LEAF commercializzate in tutta Europa, Nissan è orgogliosa di annunciare che il 99,99% dei suoi pacchi batteria gode di ottima salute.

Un dato che metterà a tacere le polemiche di chi, nel 2010, aveva sentenziato che “fra tre anni le batterie dovranno essere sostituite” o “accumulando chilometri, la capacità della batteria è destinata a diminuire drasticamente nel giro di un anno”.

Di fatto, i guasti al sistema di alimentazione non superano lo 0,01% (ovvero tre unità): un’inezia rispetto alla media del settore per quanto riguarda i tradizionali motori endotermici.

A riprova dell’affidabilità a lungo termine di questa tecnologia, Nissan ha monitorato le prestazioni della prima generazione della LEAF, che, nell’arco di tre anni non sembra aver dato il benché minimo problema a questa proprietaria:

 

 

, convinto sostenitore dei veicoli elettrici e presentatore del canale TV online , ha commentato:

“Non sono affatto sorpreso. All’inizio la tecnologia elettrica ha creato qualche perplessità, ma il continuo aumento delle vendite mese dopo mese dimostra che certi miti non hanno più motivo di esistere”.

Nel 2014, Nissan LEAF ha infranto il suo stesso record di vendita, con una crescita del 33% rispetto all’anno precedente e 15.098* esemplari venduti, pari a oltre un quarto del mercato in espansione delle auto elettriche.

, Direttore della divisione Veicoli Elettrici di Nissan Europe, ha dichiarato:

“Le cifre parlano da sé: il tasso di guasti riscontrato nei nostri veicoli è più che trascurabile e nemmeno i detrattori più accaniti possono negarlo”.

“Il successo di questa tecnologia non è che la punta dell’iceberg: la preferenza accordata a LEAF da oltre 165.000 automobilisti a livello globale dimostra che non solo noi, ma anche i clienti sono entusiasti dell’efficienza dalla nostra innovazione.”

Con soli tre componenti principali (caricatore di bordo, inverter e motore elettrico), Nissan LEAF è anche il 40% più parsimoniosa rispetto alle controparti diesel o benzina.

Al momento del lancio quasi cinque anni fa, LEAF è stata uno dei primi EV puri ad affacciarsi sul mercato di massa e oggi si conferma il più richiesto della storia con oltre 165.000 vendite complessive (35.000 solo in Europa) e quasi un miliardo di chilometri percorsi in tutto il mondo*.

***

Lo studio condotto dalla compagnia assicurativa britannica Warranty Direct rivela che lo 0,255% dei veicoli con motore a combustione interna inseriti nel database ha riportato un guasto immobilizzante. I problemi più comuni variano dalle perdite del sistema di raffreddamento ai danni alla guarnizione della testa o all’ingolfamento. I dati di Warranty Direct derivano da 5 anni di analisi su 50.000 veicoli fra i 3 e i 6 anni di età.

* Dati basati sul Global Data Center (GDC) di Nissan.

 


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Fully Charged Jean-Pierre Diernaz nissan leaf Robert Llewellyn

2 commenti

  1. Davide Rizzo /

    Guasti non ne ho mai avuti, ma dopo 40000 km la capacità totale della batteria della mia Nissan Leaf è scesa all’84%.

  2. Giuliano Campagnola Eco-Rent /

    più che in termini di kilometraggio sarebbe utile riuscire a stimare il calo in termini di quantità di ricariche. se li calcolassimo sulla base di una carica ogni 100 km vorrebbe dire 400 cicli di carica pieni.un pò prematuro per un calo del 16%. forse c’è un problema di sbilanciamento globale tra le celle. chieda una verifica in nissan.

Lascia una risposta

 
Pinterest