Nissan tra i marchi più “verdi” al mondo del 2014

Nissan tra i marchi più “verdi” al mondo del 2014

29 giu, 2014

Nissan scala la classifica del rapporto annuale “Best Global Green Brands” di Interbrand

La Casa nipponica passa al quarto posto dal quinto del 2013

Fonte: Nissan Italia

 

Yokohama, Giappone. 26 giugno 2014. Ancora una volta, Nissan si è imposta tra i brand più ecologici al mondo nel rapporto “Best Global Green Brands” di Interbrand, passando al quarto posto dal quinto dello scorso anno. Lo studio ha premiato la leadership di Nissan nel segmento dei veicoli elettrici, l’ambizioso piano infrastrutturale e il sostegno prestato ai Governi per il raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità. Il report di Interbrand stila la classifica dei marchi più “verdi” sulla base delle pratiche aziendali ambientali e della percezione dei clienti per quanto riguarda l’eco-compatibilità e l’impatto sociale di ciascun costruttore.

Sfiorando il podio, quest’anno Nissan ha consolidato il già eccellente risultato del 2013, quando ha scalato ben 16 posizioni ed è entrata a pieno titolo nella top ten dei “Best Global Green Brands”.

“Sempre più clienti preferiscono acquistare prodotti da marchi in cui credono e che considerano affidabili”, spiega , responsabile globale per marketing, brand e comunicazione. “Il rapporto ‘Best Green Global Brands’ riflette gli sforzi profusi dalla nostra azienda per rendere il mondo più vivibile ed esserci avvicinati alla vetta della classifica significa che ci stiamo muovendo nella giusta direzione.”

Grazie alla totale assenza di emissioni di CO2 durante la marcia, i veicoli elettrici (EV) sono assolutamente ecologici. Con oltre 120.000 unità commercializzate e circa il 50% della quota del mercato elettrico raggiunta nel 2013, è l’EV più venduto della storia. A conferma di questa supremazia, a giugno 2014 Nissan ha lanciato il suo secondo veicolo 100% elettrico: il furgone e-NV200. Rispetto ai veicoli commerciali a motore endotermico, e-NV200 offre costi d’esercizio ridotti e zero emissioni, proponendosi come una valida alternativa per gli spostamenti in città (consegne, taxi, ecc.).

Nissan sta lavorando anche all’implementazione dell’infrastruttura necessaria per accelerare la diffusione delle tecnologie EV. L’azienda punta a triplicare il numero di punti di ricarica nelle principali città statunitensi entro 18 mesi. Il Giappone conta attualmente oltre 6.000 caricatori pubblici e Nissan sta collaborando con altri attori del mercato per proseguire l’installazione a ritmo sostenuto. In Europa sono invece presenti 1.100 punti di ricarica rapida.

In Bhutan, Nissan sta cooperando con il Governo per convertire la maggior parte dei veicoli in mezzi 100% elettrici sostenibili. In particolare, Nissan LEAF sarà l’auto scelta dal Governo bhutanese nonché taxi ufficiale della capitale, Thimpu.

 

:

Blue Citizenship è il programma di Nissan Motor Company che esprime la volontà dell’azienda di “arricchire la vita delle persone”, una visione strategica che ci impegniamo a realizzare di fronte ai nostri clienti, ai nostri dipendenti, agli azionisti e alle comunità in cui operiamo, fornendo soluzioni di mobilità sostenibili e accessibili a tutti. Attraverso il nostro business, vogliamo creare valore economico e contribuire attivamente allo sviluppo di una società sostenibile.

 


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Blue Citizenship Nissan Corporate Vice President nissan e-nv200 nissan leaf Roel De Vries

Lascia una risposta

 
Pinterest