Nissan: oltre 500.000 veicoli prodotti nel Regno Unito nel 2016

Nissan: oltre 500.000 veicoli prodotti nel Regno Unito nel 2016

28 gen, 2017

La produzione di Nissan nel Regno Unito supera le 500.000 unità nel 30° anno di attività

Record senza precedenti per l’auto 100% elettrica LEAF e il Qashqai di seconda generazione

Nuove rotte di esportazione da Sunderland verso Stati Uniti e Cina

Fonte: Nissan Italia

 

Sunderland, Regno Unito. 27 Gennaio 2017. Nel 2016 Nissan ha festeggiato il 30° anno di attività nel Regno Unito con risultati straordinari: oltre 500.000 veicoli prodotti che confermano lo stabilimento come il più grande nella storia britannica a livello automobilistico. Inoltre gli importanti investimenti evidenziano la spinta verso un’ulteriore crescita.

Il dato di produzione registrato lo scorso anno a Sunderland, pari a 507.430 unità, rappresenta il secondo miglior risultato nella storia dello stabilimento. Spiccano soprattutto i volumi dell’auto 100% elettrica LEAF e della seconda generazione di Qashqai, realizzato per la prima volta in entrambe le linee di produzione.

Il 2017 si annuncia come un altro anno importante per lo stabilimento di Sunderland: dalla produzione della prima auto, nel 1986, il volume totale ha raggiunto circa 9 milioni di unità. Tra gli altri traguardi previsti una nuova versione di Qashqai e l’introduzione della tecnologia di guida autonoma.

, Nissan Divisional Vice President, European Manufacturing, ha commentato:

“Dall’apertura del nostro stabilimento, avvenuta 30 anni fa, l’Inghilterra nord-orientale è diventata uno dei maggiori centri automobilistici a livello internazionale. Proprio in Gran Bretagna vengono prodotti i modelli Nissan più apprezzati e tecnologicamente avanzati del continente: la nostra gamma crossover leader del mercato, il veicolo elettrico più venduto al mondo e due modelli premium destinati all’esportazione globale.

“Questi risultati sono frutto di un duro lavoro, di un pensiero innovativo, di una forte inventiva e di solide partnership con aziende locali lungimiranti. In attesa dei modelli futuri e delle nuove strutture in via di sviluppo, non posso far altro che congratularmi con tutti i colleghi di Sunderland e del Regno Unito per l’ennesima annata di successo”.

Dopo l’avvio della produzione di Infiniti Q30 alla fine del 2015, nel 2016 è entrato in produzione un secondo modello di Infiniti (QX30) per i mercati globali, che ha segnato l’inizio delle esportazioni da Sunderland verso Stati Uniti e Cina.

Un altro dato chiave del 2016 è l’installazione di 19.000 pannelli solari in aggiunta alle 10 turbine eoliche già presenti: l’apporto derivante da fonti rinnovabili raggiunge così il 7% del fabbisogno elettrico totale dello stabilimento.

Ma non è tutto: l’anno scorso la ha visto la partecipazione di oltre 18.000 bambini, coinvolti in attività didattiche, concorsi e laboratori dedicati agli sport motoristici, ai veicoli elettrici e alle competenze produttive di Nissan, con lo scopo di ispirare gli ingegneri e i tecnici di domani.

Guardando al futuro, tra le nuove strutture in via di sviluppo presso lo stabilimento di Sunderland si distingue una linea produttiva con pressa extra large da 37 milioni di sterline, la cui attivazione è prevista nelle prossime settimane. Tra gli altri investimenti annunciati nel 2016 rientrano il potenziamento della capacità per Qashqai (22 milioni di sterline) e la produzione della futura generazione di batterie per i veicoli elettrici nel Regno Unito (26,5 milioni di sterline).

Oltre all’apporto annuale all’economia britannica, pari a 3 miliardi di sterline tra fornitori, servizi e stipendi, l’attuale investimento da 650 milioni di sterline in nuove strutture e modelli futuri presso Sunderland porterà l’investimento di capitale di Nissan in questo stabilimento a un totale di oltre 4 miliardi di sterline dall’apertura.

Inoltre gli investimenti di Nissan nel Regno Unito prevedono sovvenzioni del governo britannico – già annunciate in precedenza – per progetti legati all’innovazione e all’efficienza energetica, comprese le batterie di prossima generazione per i veicoli elettrici (7,1 milioni di sterline).

I dipendenti che lavorano per l’azienda nel Regno Unito, dislocati fra il centro di design (Paddington, Londra), il centro tecnico (Cranfield, Bedfordshire), l’impianto produttivo (Sunderland, Tyne e Wear) e le attività di vendita e marketing (Maple Cross, Hertfordshire), sono ormai più di 8.000. Con i 28.000 posti di lavoro nell’indotto e altri 4.000 nella rete di concessionarie, l’organico totale di Nissan in Gran Bretagna supera oggi le 40.000 persone.

I nuovi modelli in arrivo a Sunderland includono tre crossover di prossima generazione, destinati a consolidare la leadership di Nissan in questo segmento: lo stabilimento britannico si è assicurato non soltanto le future versioni di Juke e Qashqai, ma anche X-Trail, che verrà realizzato nel Regno Unito per la prima volta.

I team dell’European Design Centre di Paddington (Londra) e dell’European Technical Centre di Cranfield (Bedfordshire) saranno coinvolti anche in questi nuovi crossover all’avanguardia, avendo rivestito un ruolo chiave nello sviluppo degli attuali modelli.

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Kevin Fitzpatrick Nissan Divisional Vice President European Manufacturing nissan leaf nissan qashqai Nissan Skills Foundation nissan sunderland

Lascia una risposta

 
Pinterest