Nissan Leaf nelle aree di soste giapponesi

Nissan Leaf nelle aree di soste giapponesi

7 set, 2013

 Nissan potenzia l’utilizzo degli EV con un programma dedicato alle aree di sosta giapponesi

• Nissan fornirà a tutte le 47 prefetture giapponesi una e un sistema di alimentazione “” per le aree di sosta stradali
• Le donazioni serviranno ad assicurare una copertura elettrica d’emergenza in caso di disastri naturali, oltre a migliorare la vita quotidiana dei residenti

Fonte: Nissan Italia

Irvine, California. USA. 4 settembre 2013. Nissan Motor Co., Ltd. donerà 47 veicoli 100% elettrici Nissan LEAF e sistemi di alimentazione “LEAF to Home” ad altrettante aree di sosta delle prefetture del Sol Levante. Nel quadro dell’iniziativa, che partirà ufficialmente a settembre 2013, tutte le prefetture del Paese riceveranno a titolo gratuito una Nissan LEAF* con il relativo sistema di alimentazione “LEAF to Home” e provvederanno a distribuirli in una o più aree di sosta stradali (michi-no-eki in giapponese).

I veicoli elettrici rappresentano una preziosa fonte di energia elettrica portatile sia nella vita di tutti i giorni che in situazioni critiche, quali blackout elettrici, terremoti e uragani. Quando si verifica un blackout o un calo di tensione, infatti, Nissan LEAF e il sistema di alimentazione “LEAF to Home” possono far fronte all’emergenza, grazie all’energia contenuta nelle batterie a bordo dell’auto. In condizioni normali, invece, “LEAF to Home” contribuisce a stabilizzare la rete elettrica e compensare il fabbisogno energetico ricaricando gli EV con la corrente generata durante la notte (quando la domanda è inferiore) o accumulata tramite i pannelli solari e convogliandola alle abitazioni di giorno (quando la domanda è al massimo).

La rete michi-no-eki giapponese ha tre funzioni principali: area di servizio per gli automobilisti; centro d’informazione per i residenti e gli utenti della strada; punto d’incontro tra le città, che vi organizzano eventi per favorire l’animazione e l’aggregazione delle comunità. Inoltre, essendo infrastrutture pubbliche spesso collocate lungo le arterie principali, negli ultimi anni le michi-no-eki fungono anche da base operativa per i soccorsi in caso di disastri naturali.

Le batterie agli ioni di litio di Nissan LEAF sono in grado di accumulare 24 kWh di elettricità; abbinandole al sistema “LEAF to Home”, è possibile distribuire l’energia immagazzinata dall’auto alle michi-no-eki per far fronte alle interruzioni di corrente dovute a calamità. In uno scenario di questo tipo, le stazioni stradali michi-no-eki diventerebbero centri di evacuazione per i residenti locali o basi per le attività di supporto e ripristino.

Le Nissan LEAF donate potranno essere utilizzate per accompagnare anziani e donne in stato di gravidanza a fare la spesa presso i punti vendita delle aree di sosta.

Con 75.000 unità vendute, Nissan LEAF è il veicolo 100% elettrico più venduto al mondo. Leader nella mobilità a zero emissioni, Nissan, oltre a proseguire nello sviluppo dei veicoli elettrici, è profondamente impegnata nella diffusione dell’uso dei veicoli elettrici e nella promozione della mobilità sostenibile.

* Le Nissan LEAF devolute per il progetto sono state precedentemente usate per i test drive nelle concessionarie Nissan.

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: LEAF to Home nissan leaf

Lascia una risposta

 
Pinterest