Nissan Gripz Concept utilizza il sistema ibrido della Note e-Power

Nissan Gripz Concept utilizza il sistema ibrido della Note e-Power

16 giu, 2017

di John Voelcker

Fonte: GreenCarReports

 

15 giugno 2017. Il propulsore ibrido serie, in cui la potenza motrice è fornita esclusivamente da uno o più motori elettrici che funzionano con l’elettricità prodotta da un motore a combustione, è stata popolare nei treni e nelle barche per molti decenni.

Nelle vetture, è stato limitato alla BMW i3 REx e al Fisker Karma (ora Karma Revero).

Anche la prima generazione di Chevrolet Volt si è rivelata una modalità in cui il motore a benzina di estensione dell’autonomia veniva usato per fornire la coppia alle ruote (dopo che la batteria era esaurita) perché ciò si è dimostrato più efficiente in termini di energia ad alta velocità.

Per i mercati come gli Stati Uniti, dove le velocità delle autostrade sono più comuni, la decisione ha senso e la seconda generazione Volt è essenzialmente un tradizionale ibrido plug-in, in cui il motore a benzina e il motore elettrico si combinano spesso alle loro impostazioni più efficienti (una volta che la batteria è esaurita).

Ma in altri mercati, dove la guida urbana o quella a bassa velocità compensa la maggior parte dell’uso, un ibrido di serie potrebbe avere più senso in termini di efficienza energetica.

Questo è il pensiero accanto alla , finora un veicolo unico a livello giapponese che è alimentato solo da un motore elettrico della Leaf, dandogli la sensazione di guida elettrica silenziosa e filante di un veicolo elettrico.

Invece della batteria da 24 o 30 kWh della Leaf, l’e-Power utilizza una batteria ibrida convenzionale inferiore a 2 kWh e un piccolo motore a benzina che agisce esclusivamente come generatore.

Le regole giapponesi danno un enorme incentivo finanziario alle vetture ibride e il sistema e-Power nel modello Note è stato un modo per Nissan di ottenere quei vantaggi basandosi sulla sua esperienza con le auto elettriche.

Quello che è in gioco è che la configurazione di e-Power sembra destinata a più applicazioni di un singolo veicolo compatto venduto solo nel Paese di origine di Nissan.

Quando è stato svelato nell’autunno del 2015, il Concept Gripz di Nissan è stato uno studio di progettazione per un piccolo veicolo crossover in stile stravagante seguendo le linee della Toyota C-HR.

Si è anche detto che in quel momento si fosse pensato di predisporre la sostituzione nella coupé sportiva Nissan Z molto amata.

Le conseguenti piangerie e lamentele degli appassionati di motorsport hanno assolutamente sopraffatto ogni discussione seria del suo powertrain.

All’epoca, è stato vagamente descritto solo come un sistema “ibrido serie” chiamato “Pure Drive e-Power”.

L’anno scorso, tuttavia, quel powertrain è diventato realtà nel modello Note e-Power che rappresenta oggi il 70 per cento di tutte le vendite di Note in Giappone.

È significativo perché Nissan continua a mostrare il Concept Gripz in tutto il mondo: ora è stato ricordato con l’annuncio che apparirà all’auto show di Buenos Aires.

E ciò che è sotto il cofano non è più un esercizio di tecnologia teorica, ma un vero e proprio powertrain di produzione, tanto affermato da comparire in un’altra macchina concettuale anche quest’auto, questa volta per una sostituzione della Nissan Juke.

Rimaniamo scettici che gli acquirenti degli Stati Uniti avranno sempre la possibilità di acquistare un prodotto Nissan con il sistema e-Power ibrido.

Per il resto del mondo, però, potrebbe essere l’approccio di Nissan a vetture a benzina molto più efficienti, con un po’ di marketing tranquillo data l’esperienza di guida superiore delle auto elettriche come un bonus extra.

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: nissan gripz concept nissan Note e-POWER

Lascia una risposta

 
Pinterest