Nissan aumenta l’uso di energia pulita in Giappone

Nissan aumenta l’uso di energia pulita in Giappone

6 ott, 2013

 Per la prima volta, l’azienda fornirà energia pulita a una delle sue società commerciali per ridurre le emissioni di CO2
 
Fonte: Nissan Italia

Yokohama, Giappone. 3 ottobre 2013. Nissan Motor Company intende aumentare il ricorso all’energia pulita per le sue attività in Giappone, utilizzando elettricità generata da fonti quali biomasse ed energia solare. L’energia fornita, pari a circa 4500 kw, sarà impiegata per alimentare i 66 punti vendita gestiti da . Limited nella regione giapponese di . L’iniziativa rientra nel 2016, il programma che si prefigge di abbattere le emissioni di CO2 legate alle attività aziendali. Per le società di vendita di Nissan in Giappone, l’obiettivo è ridurre le emissioni dell’1% ogni anno (tenendo conto dello spazio calpestabile confrontato rispetto all’anno fiscale 2010).

L’energia fornita da Nissan ai suoi punti vendita proviene da fornitori esterni nell’ambito del sistema dei PPS* (Power Producers and Suppliers), istituito dal governo nel 2000 per permettere la nascita di nuovi fornitori e distributori di elettricità a seguito della deregolamentazione del mercato energetico giapponese. Nissan ha aderito al programma, registrandosi come fornitore, per avere la possibilità di gestire in modo più efficiente l’energia derivante da più fonti, e ridurre così l’impatto delle proprie attività sull’ambiente. La decisione si aggiunge alle misure già prese dai punti vendita Nissan per promuovere la conservazione energetica, come l’uso di impianti di condizionamento dell’aria più efficienti, l’installazione di soluzioni di isolamento migliori e l’adozione di sistemi di illuminazione a LED ottimizzati. Il risultato è anche una migliore gestione dei costi energetici, aumentati col moltiplicarsi delle stazioni di ricarica rapida installate dalla società di vendita.

Altre sei società commerciali Nissan*, situate nella regione centrale del Giappone, cominceranno a ricevere energia più pulita direttamente da un altro PPS, sempre con l’obiettivo di ridurre emissioni di CO2 e costi.

Nissan è determinata a portare avanti il suo ruolo di leader delle zero emissioni nel settore automobilistico, cercando misure di ampio respiro per la realizzazione e la promozione di una società mobile più pulita ed efficiente. Tra i tanti progetti avviati, anche l’installazione di un crescente numero di stazioni di ricarica rapida per rendere più pratico l’uso dei veicoli elettrici. Nissan è costantemente impegnata nella ricerca di nuove e migliori soluzioni sia per l’installazione delle colonnine di ricarica rapida che per la riduzione delle emissioni di CO2, promuovendo il ricorso a fonti energetiche che permettano di ridurre il rilascio complessivo di anidride carbonica nell’atmosfera.

*1: I PPS (Power Producers and Suppliers) sono un gruppo di distributori di elettricità di recente costituzione in Giappone, nati dalla deregolamentazione del settore energetico nel paese.

*2: Nissan Prince Kanagawa Co. Ltd., Nissan Prince Saitama Co. Ltd., Nissan Prince Tochigi Co. Ltd., Nissan Prince Ibaragi Co. Ltd., Nissan Prince Gunma Co. Ltd., Nissan Satio Chiba Co. Ltd.

Blue Citizenship è il programma di Nissan Motor Company che esprime la volontà dell’azienda di “arricchire la vita delle persone”, una visione strategica che ci impegniamo a realizzare di fronte ai nostri clienti, ai nostri dipendenti, agli azionisti e alle comunità in cui operiamo, fornendo soluzioni di mobilità sostenibili e accessibili a tutti.

Attraverso il nostro business, vogliamo creare valore economico e contribuire attivamente allo sviluppo di una società sostenibile.

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Blue Citizenship Kanagawa Nissan Co Kanto nissan green program

Lascia una risposta

 
Pinterest