Connessione, guida autonoma e zero emissioni nel mirino Nissan

Connessione, guida autonoma e zero emissioni nel mirino Nissan

26 mar, 2016

Nissan sempre più premium, hi-tech e green, viaggia verso il futuro

Parole d’ordine connessione, guida autonoma, zero emissioni

Fonte: Nissan Italia

 

Roma, Italia. 24 marzo 2016 – Ricco di fascino e di tecnologia avanzata, il futuro di Nissan è orientato anche verso avveniristiche città intelligenti. La visione della mobilità di domani della Casa giapponese è anticipata oggi da veicoli originali, ricercati nei dettagli, sofisticati e appaganti, come i concept  e X-Trail Premium, e da soluzioni tecnologiche utili per la sicurezza che aprono la strada alla guida autonoma. Si tratta dei primi passi di un nuovo modo di vivere l’auto, che porterà a realizzare il sogno della “smart city”: un’originale idea di società urbana, in cui le macchine a zero emissioni diverranno il propulsore “ecologico” di ogni attività. Grazie all’acquisita capacità di trasformarsi da divoratrici di energia in generatori di corrente, queste saranno infatti in grado di alimentare case, uffici e molteplici altre attività con elettricità pulita.

Un futuro suggestivo che, per il Costruttore di Yokohama, è anticipato da un presente altrettanto intrigante, perché anche chi dovesse decidere di mettersi nei prossimi mesi alla guida di un crossover vendutissimo come il Qashqai, che in dieci anni è stato acquistato da 2.368.705 automobilisti, possa esprimere on-the-road il suo animo unico, sfruttando un ventaglio di personalizzazioni di stile in grado di soddisfare qualsiasi capriccio. L’esempio di questa filosofia sono i ricercatissimi concept Qashqai e X-Trail Premium.

Proprio con Qashqai, Nissan anticipa una parte importante del suo progetto futuro, con l’introduzione dal 2017 del sistema “piloted drive”. Il nuovo dispositivo guiderà in autostrada la vettura, mantenendola in carreggiata e lasciando il pilota libero di rilassarsi per qualche minuto. Sarà questo il primo passo concreto di Nissan verso l’introduzione a livello di massa della guida autonoma, prefigurata dal concept IDS. Un prototipo perfettamente marciante e funzionante che abbina la capacità di muoversi in completa autonomia, persino senza nessuno a bordo, con l’alimentazione elettrica.

Perché per Nissan, non ci sono dubbi, la mobilità delle prossime generazioni sarà a zero emissioni e il distributore di domani sarà innovativo e fuori dagli schemi attuali, tanto da scomparire dalle strade. Fornita dal sole, dal vento, dalle maree, l’energia per le “fuel station” sarà rispettosa dell’ambiente e sarà utilizzata per ricaricare le auto di notte, quando in città cala il fabbisogno di elettricità. Parcheggiate in strada, le vetture di automobilisti che non dispongono di prese di ricarica private, al calar della luce si sposteranno da sole, per raggiungere i punti di ricarica. Questi saranno di tipo induttivo, cioè senza connessioni tramite cavi, grazie al Nissan wireless charging. Una volta ricaricate, torneranno a casa per lasciare spazio ad altre macchine. Poi, si collegheranno alle nostre abitazioni per rifornirle di energia pulita con cui inizieremo la giornata e ci porteranno in ufficio. Qui, a seconda delle necessità e dello stato dei propri accumulatori, forniranno elettricità all’azienda o faranno il pieno.

Insomma, un nuovo modo di intendere l’auto, che diventerà la batteria delle città intelligenti del futuro, in cui macchine, case, palazzi saranno connessi tra loro. Un mondo intelligente che, grazie a una gestione condivisa dell’energia rinnovabile, ci libererà dall’attuale dipendenza dai carburanti di tipo fossile. Così gli spazi occupati oggi dai distributori di benzina saranno restituiti alle comunità urbane per realizzare giardini e parchi giochi, perché per Nissan le città del futuro non avranno più stazioni di servizio e la Fuel Station sarà la casa, la strada, l’ufficio ma soprattutto l’auto.

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Qashqai X-Trail Premium

Lascia una risposta

 
Pinterest