MINI Vision Next 100: “Every MINI is my MINI”

MINI Vision Next 100: “Every MINI is my MINI”

21 giu, 2016

Fonte: BMW Group

 

Monaco di Baviera, Germania. 16 Giugno 2016. MINI viene considerata come il partner di mobilità ideale e più flessibile per muoversi nelle grandi città. La digitalizzazione e l’interconnessione modificano sempre di più il modo in cui ci spostiamo giornalmente; questa trasformazione ha luogo ai ritmi più elevati nell’ambiente urbano e qui viene percepita anche in modo particolarmente intenso. Presentando la , MINI fornisce una risposta ad alcune delle principali domande della mobilità urbana del futuro. Nelle città del futuro, vi sarà spazio sufficiente per una forma di mobilità che offrirà anche emozioni e individualismo? Che cosa ne sarà del concetto fondamentale di MINI, cioè l’utilizzo intelligente dello spazio? Quali soluzioni offrirà MINI per il mondo del futuro, sempre più digitalizzato e interconnesso?

Il concetto fondamentale della MINI VISION NEXT 100 è una forma di mobilità che tutela le risorse naturali. Seguendo il motto “Every MINI is my MINI” viene presentata un’interpretazione innovativa del concetto di “car-sharing”. In futuro, gli appassionati di MINI potranno accedere dappertutto e in qualsiasi momento alla loro MINI personale. La MINI del futuro sarà sempre a disposizione, andrà a prendere il suo guidatore in modo completamente automatizzato all’indirizzo desiderato e si adatterà completamente al suo stile di vita personale. Questa nuova forma di mobilità su misura della MINI VISION NEXT 100 sarà il risultato di un’intelligenza digitale ampliamente interconnessa.

, , descrive la visione di automobile del futuro MINI VISION NEXT 100 nel seguente modo:

“MINI è simbolo di una forma di mobilità urbana sofisticata e personalizzata, che coinvolge tutti i sensi. Forse, in futuro, per vivere questa esperienza non sarà nemmeno necessario possedere una propria vettura.”

Proposte di soluzioni raffinate per la mobilità futura in una MINI:

- “Digitally Mine” – così ogni MINI sarà la mia MINI.

- “”: collegamento tra guidatore e intelligenza digitale.

- “Urban Gokart”: piccola, agile, furba. Il tipico divertimento di guida di una MINI sarà disponibile anche in futuro.

- Un utilizzo innovativo di materiali sostenibili negli interni.

- “Experience Sharing” – l’utilizzatore diviene parte di una MINI Community.

Digitally Mine – così ogni MINI sarà la mia MINI

Anche in futuro, tante persone vorranno vivere l’esperienza MINI e quel particolare feeling che la accompagna. Ma a questo scopo non sarà più necessario possedere una propria MINI. Un quesito affascinante per il MINI Design Team: come potrebbe presentarsi una MINI futura che cambierà continuamente per adattarsi ai suoi differenti utilizzatori e che nonostante ciò sarà in grado di regalare a ogni guidatore la sensazione di essere la sua vettura personale, sempre e dappertutto a sua disposizione?

La MINI VISION NEXT 100 si presenta inizialmente in un semplice mantello colore argento. Il MINI Designteam lo definisce “uno schermo da proiezione”. La proiezione varia a seconda dell’utilizzatore, tenendo conto della situazione momentanea e del suo umore. Addirittura il colore del tetto e l’ambiente creato dall’illuminazione dell’abitacolo sono variabili. Grazie a proiezioni adattate nei colori, nei grafici e nei contenuti al guidatore momentaneo, la MINI propone a ogni utilizzatore delle offerte di guida e delle informazioni personalizzate.

Cooperizer: collegamento tra guidatore e intelligenza digitale

Nella MINI VISION NEXT 100 lo strumento centrale circolare del cockpit, tipico di ogni modello MINI, è stato interpretato ex novo ed è stato battezzato Cooperizer.

Nella MINI VISION NEXT 100 si illumina in modo così vivace che ricorda un caleidoscopio. I colori e motivi simbolizzano le numerose sfaccettature dell’intelligenza digitale della vettura. Questa propone al guidatore una configurazione di base per l’entertainment, la comunicazione, la modalità di guida – attiva o autonoma. Grazie al Cooperizer e a varie manopole, il guidatore definisce durante il viaggio, in modo proattivo, sia l’atmosfera interna che la modalità di guida.

La MINI del futuro offrirà sempre tutti gli optional possibili di una vettura completamente equipaggiata, guidata personalmente oppure a guida autonoma. La sua particolarità sarà che l’utilizzatore potrà selezionare i vari optional in modo flessibile, in base alla situazione momentanea e alle sue preferenze personali. La vettura soddisferà così in qualsiasi momento tutti i desideri del suo utilizzatore attuale.

Una funzione particolare del Cooperizer sarà attivabile attraverso il pulsante “Inspire me”: premendolo, MINI caricherà delle informazioni interessanti per il guidatore, selezionate in base ai dati sull’utilizzatore memorizzati. Egli potrà semplicemente lasciarsi ispirare: per esempio, la MINI VISION NEXT 100 gli proporrà un setup individuale della MINI creato da un artista particolarmente apprezzato dal guidatore, la cui mostra egli ha recentemente visitato. Oppure gli verrà proposto un itinerario verso la periferia della città particolarmente ricco di curve e per la durata del tragitto la MINI VISION NEXT 100 attiverà automaticamente le caratteristiche di guida di una John Cooper Works.

Urban Gokart – piccola, agile, furba. Il tipico divertimento di guida di una MINI sarà disponibile anche in futuro

Anche in futuro la guida di una MINI sarà così divertente che il guidatore desidererà guidarla personalmente il più a lungo possibile. L’esperienza meccanica della velocità e di percorrere rapidamente le curve fanno parte del dna di MINI. Ma non è tutto: nel mondo futuro, con vetture a guida autonoma, questo aspetto potrà diventare ancora più importante e distintivo.

Infatti, diverse caratteristiche della MINI VISION NEXT 100 intensificheranno il tipico go-kart feeling di ogni modello MINI: gli interni sono allestiti in uno stile purista, con un numero ridotto di comandi e schermi. Inoltre, la sezione frontale della vettura dalle ampie superfici in vetro offre una generosa vista della strada. Ma anche le proiezioni personalizzate, per esempio sull’itinerario o sulla linea ideale, intensificheranno il feeling di guida sportivo del pilota.

Oltre al particolare dinamismo, MINI è famosa anche per le soluzioni sofisticate dei dettagli e per la massima offerta di spazio abbinata a dimensioni esterne minime. Il propulsore compatto, a emissioni zero, e in futuro, la soppressione delle zone di protezione contro le collisioni, che saranno superflue, grazie all’interconnessione intelligente e alla tecnica preventiva, permetteranno di realizzare una scocca compatta, che si avvicinerà alle dimensioni della prima MINI del 1959. La generosa abitabilità viene supportata da un divanetto unico anteriore e da pedali regolabili insieme al volante. Il volante è sempre presente, anche se naturalmente il guidatore gode in ogni momento della possibilità di optare a favore della guida autonoma: per esempio, quando egli preferisce utilizzare il tempo in modo diverso o la situazione di guida attuale non promette molto divertimento.

Nella MINI NEXT 100 la guida autonoma giocherà un ruolo importante nei tragitti a vuoto alla stazione di carica, all’autolavaggio, al parcheggio o verso il prossimo utilizzatore. Per passare dalla guida personale alla guida autonoma il guidatore sposterà semplicemente il volante verso il centro, così che si troverà tra lui e il passeggero. In questo modo aumenterà inoltre lo spazio per i passeggeri e sarà più facile entrare e bordo o scendere dalla vettura nel traffico intenso dei centri urbani.

Lo stesso comfort lo offriranno il divanetto e lo spazio per le gambe che non sarà interrotto più dalla consolle centrale. I passeggeri potranno salire velocemente a bordo da entrambi i lati e accomodarsi nella loro posizione di seduta preferita.

Durante la guida sportiva degli elementi di seduta attivi, integrati nel divanetto, offriranno a guidatore e passeggero la ritenuta laterale ottimale. Le porte dimostrano che delle soluzioni raffinate sono possibili anche in spazi minimi. Grazie a un cinematismo speciale, esse sono apribili al massimo anche quando lo spazio disponibile è minimo.

Utilizzo innovativo di materiali sostenibili

Nella MINI VISION NEXT 100 il concetto di utilizzo responsabile delle risorse si riflette anche nella selezione dei materiali. Questi devono presentare una qualità costante nel tempo, invecchiare in modo elegante e offrire un’esperienza tattile particolarmente piacevole. Più l’uomo sarà circondato in futuro da componenti digitali, più importanti diventeranno le esperienze analogiche e tattili. A differenza di oggi, l’abitacolo sarà utilizzato da un numero molto più alto di persone, per periodi più lunghi e con maggiore intensità.

Oltre ai materiali moderni ottenuti da materie plastiche o alluminio riciclati, per esempio nella zona delle gambe, del cielo del tetto o dei pannelli laterali, nella MINI VISION NEXT 100 si ritrovano anche materiali “esotici”, come l’ottone, il basalto o la cellulosa.

Per esempio, il nastro di supporto e d’informazione, che avvolge gli interni senza soluzione di continuità e accoglie il volante spostabile e il Cooperizer, è in una sottile struttura di ottone. Dietro il volante è stata inserita una rete porta-oggetti in leggero basalto, mentre il riciclato di cellulosa, dalla struttura simile alla carta, ricopre la sezione inferiore dei divanetti.

Queste nuove applicazioni di materiali già conosciuti affascinano perché con il tempo e l’uso si forma una patina e l’immagine pregiata dura nel tempo. Per assicurare il look naturale delle superfici, il design team integra anche le irregolarità tipiche dei singoli materiali o risultanti dalla loro trasformazione, così da creare un design straordinario. Questo vale per esempio per i rivestimenti dei sedili in Alcantara lavorato a maglia, un tessuto robusto, dagli effetti leggermente cangianti.

MINI Design ha rinunciato completamente ai materiali tradizionali utilizzati negli interni, come il legno o la pelle

Un ulteriore esempio di un elemento di design analogico, decisamente particolare, è lo styling delle ruote. Il loro movimento rotatorio genera un cosiddetto effetto cinematografico “luce/ombra”. La superficie esterna della ruota non si muove mentre un disco sottostante gira insieme alla ruota. Grazie a una serie di aperture al lato esterno è visibile un grafico con movimenti regolari, dai riflessi colore ottone.

Tutta la ruota si trasforma così in un prezioso gioiello meccanico.

Experience Sharing: L’utilizzatore diviene parte di una MINI Community

La condivisione di vetture, di case e di altri beni diventa sempre più importante. La digitalizzazione, l’interconnessione e l’intelligenza artificiale semplificano e automatizzano i processi.

La MINI VISION NEXT 100 presenta alcuni esempi di servizi particolarmente adatti a essere collegati alla mobilità individuale. L’ambito non include solo gli spostamenti da un luogo all’altro ma anche il collegamento intelligente di interessi e preferenze.

Questo permette di creare una nuova comunità di persone dalle idee affini, riunite attraverso lo stile di vita MINI. Ognuno trae vantaggi dalla comunità, mentre la mobilità crea contemporaneamente delle esperienze ricche d’ispirazione ed è inoltre sostenibile e rispettosa delle risorse naturali.

Per esempio, l’utilizzatore futuro di una MINI potrebbe interessarsi di una determinata corrente artistica e un suo amico ricevere inaspettatamente dei biglietti per un vernissage. La vettura visionaria riconosce questi elementi comuni, li coordinata e organizza l’intero processo. Il viaggio in automobile si trasformerà in un servizio organizzato alla perfezione. MINI definisce questo tipo di visione futura Experience Sharing.

, , riassume gli aspetti principali:

“La MINI VISION NEXT 100 illustra la nostra idea delle tipiche soluzioni sofisticate di MINI per il futuro. L’esperienza di guida resta il principale elemento emozionale intorno al quale verranno offerti dei servizi semplici, facilmente integrabili.”

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Adrian van Hooydonk Anders Warming cooperizer mini vision next 100 Responsabile BMW Group Design responsabile MINI Design

Lascia una risposta

 
Pinterest